Coppa Campioni per le Eagles al Palaonda in ottobre

Nulla si sa riguardo il prossimo campionato italiano femminile, definito invece il calendario europeo relativo alla European Womens Champions Cup, la Coppa Campioni rosa. L’anno scorso vinse ancora una squadra russa, il Tornado Mosca (nella foto).

Il via il 29 ottobre con non più l’Agordo, che lo scorso anno aveva storicamente passato il turno fino a quello della semifinale, ma le Eagles di Bolzano che sotto la nuova veste di EV Bozen 84 tornano in Europa dopo 3 anni. Le bolzanine sono inserite nella tre giorni del gruppo A al Palaonda contro le inarrivabili svizzere dell’HC Lugano, le britanniche del Slough Phantoms e le spagnole del Valladolid Panteras.
La squadra vincente è attesa al girone di semifinale a Praga, dove molte bolzanine nel 2007 disputarono il girone di qualificazione. Non sarà facile tornarci, il Lugano (nato nel 1991) l’anno scorso in EWCC sfiorò la finale e la scorsa primavera ha riconquistato il titolo (il quarto in 5 anni) con una super Nicole Bullo. L’unica ticinese “olimpica” (nella foto) non ha ceduto alle lusinghe nord-americane per poter rimanere alla Resega. Già confermate anche le due giocatrici canadesi: il capitano Kira Misikowetz (settima stagione in bianco-nero) e Nadine Muzerall.
Le Phantoms di Slough (centro di 120.000 abitanti a 30 minuti a ovest di Londra) succedono alle Sheffield Shadows, eliminate al primo turno nel girone proprio assieme alle spagnole di Valladolid. La squadra di Slough, nata nel 1990, dal 1998 si è sempre piazzata ai primi due posti in Premier League femminile inglese e torna in Europa dopo un anno di assenza. Venne eliminata al primo turno, ultima nel girone dietro alle danesi dell’Herlet, le lettoni del Laima e le norvegesi del Vålerenga.
Punte di diamante la scorsa stagione in campionato sono state Louise Wheeler, 49 punti (33+16), Laura Byrne (38, 11+27) e Angela Taylor (27, 15+12). Quest’ultima, 23enne di 178 cm (nella foto), ha esordito in nazionale a 16 anni appena compiuti al mondiale italiano di Lecco nel 2003, sconfitta dalle azzurre per 4-2 e da ciò retrocesse. In 5 partite la Taylor mise a segno altrettanti punti: 4 gol (un terzo di tutta la selezione britannica) e un assist.
Le Panteras di Valladolid (320.000 abitanti in Castiglia) hanno vinto la seconda edizione del campionato spagnolo e rappresentano la cenerentola del girone. Un campionato, quello iberico, composto da tre squadre come in Francia e fino a due anni fa in Italia.

Primo round, dal 29 al 31 ottobre 2010

  • Gruppo A a Bolzano:
    HC Lugano (SVI)
    Bolzano Eagles (ITA)
    Slough Phantoms (GBR)
    Valladolid Panteras (SPA)
  • Gruppo B ad Ankara:
    Aisulu Almaty (KAZ)
    Grenoble Brûleurs de Loups (FRA)
    Terme Maribor (SLO)
    Milenyum Ankara (TUR)
  • Gruppo C a Riga:
    Vålerenga Oslo (NOR)
    Laima Riga (LAT)
    Herlev Hornets (DAN)
    Polonia Bytom (POL)
  • Gruppo D a Vienna:
    HC Spisska Nova Ves (SVK)
    Vienna Sabres (AUT)
    UTE-Marilyn Budapest (UNG)
    SC Miercurea Ciuc (ROM)

Secondo round, dal 3 al 5 dicembre 2010

  • Gruppo E a Praga:
    SKIF Nizhny Novgorod (RUS)
    Slavia Praga (CEC)
    Vincitrice del Gruppo A
    Vincitrice del Gruppo D
  • Gruppo F a Tampere:
    Ilves Tampere (FIN)
    OSC Berlin (GER)
    Vincitrice del Gruppo B
    Vincitrice del Gruppo C

Final Four, dal 25 al 27 febbraio 2011
Con le prime due di ogni raggruppamento


Le inglesi del Slough Phantoms