Eagles rimandate alla terza

(com. stampa EV Bozen ’84) – La prova di carattere che alla andata aveva fruttato la vittoria in gara 1 delle semifinali del campionato italiano grazie al golden goal di Wally Kaser aveva rinvigorito le ragazze in vista del ritorno al Tazzoli di Torino. Dove comunque c’è sempre poco da stare allegri. Ed in questo contesto è giusto affermarlo: buona prova delle “zebre” che hanno fatto sentire la loro presenza solo quando era veramente necessaria.

Il Real con le spalle al muro era stato scritto. Una condizione psicologica non invidiabile perché in una serie al meglio delle tre la seconda partita per la squadra soccombente nella prima è l’ultima spiaggia. Non esiste appello. E’ questo che rende interessante la formula play off. Bene il Real Torino ha reagito benissimo. Nonostante le Eagles abbiano sviluppato maggior volume di gioco e abbiano tirato di più i risultati lasciavano a desiderare. Ironia vuole che proprio la partita dove le Eagles hanno sviluppato il maggior numero di occasioni delle 6 giocate contro il Real viene decisa in sostanza da due gol “a caso”. Già al 4° del primo tempo le padrone di casa hanno modo di festeggiare. In una situazione poco chiaro davanti alla gabbia di Giulia Mazzocchi il disco scivola in rete sotto il corpo dell’estremo delle Eagles. Ne le giocatrici ne gli arbitri riescono in sostanza capire esattamente a chi attribuire la marcatura. Alla fine viene dato a Denise Orifici con Melissa Di Giovanni e Carola Saletta come assistenti. Le Eagles non si scompongono forti di una evidente superiorità in campo. Tuttavia tutti i tentativi si infrangono contro la barriera difensiva del Torino. Si va alla pausa. Coach Max Fedrizzi ricorda alle sue Eagles le direttive impartite alla vigilia della partita: meno fronzoli e più sangue freddo. Nel secondo tempo ne risulta una maggiore preponderanza in campo ma risultati poco convincenti. Fino al 15° del secondo tempo. Michela Angeloni scocca un tiro dalla blu che ribattuto dal portiere del Real arriva a Samantha Gius che nel traffico davanti alla gabbia riesce a trovare la zampata vincente. 1:1. Si riparte da capo. Le Eagles macinano gioco, ma i numerosi tiri – più del doppio delle avversarie solo nel secondo tempo – non vengono premiati.

La tensione sale. Dopo 4 minuti dall’inizio del terzo tempo il Real passa nuovamente in vantaggio questa volta con la complicità del comportamento difensivo delle Eagles. Con Rebecca Fiorese in panca puniti il Real sviluppa il power play che vede le aquile troppo passive e troppo poco aggressive. 20 secondo dopo il termine della penalità il disco arriva a Denise Orifici che tira verso la porta di Giulia Mazzocchi pronta a fare suo il disco che invece all’ultimo rimbalza sul pattino di Alice Sacchi e finisce in rete. L’assist viene attribuito a Martina Gili e Carola Saletta. Sul versante opposto i tentativi delle Eagles aumentano di intensità ma diventano sempre più imprecisi segno che il nuovo vantaggio del Real ha lasciato le sue tracce. E piove sul bagnato. 2 minuti dal termine il Real riesce a segnare il 3:1 in inferiorità numerica con Anna De La Forest. Si va alla bella di scena domenica prossima alla Sill. L’Agordo che ha avuto ragione dell’Appiano Lakers in due partite intanto sta a guardare.

Real Torino – EV Bozen Eagles 3:1 (1:0)(0:1)(2:0)
Marcature: Denise Orifici (REAL, 03.25), Samantha Gius (EVB, 34.07), Denise Orifici (REAL, 44.44), Anna De La Forest (REAL, 57.57)
Penalità: Real Torino 14, EV Bozen Eagles 8
Gara tre: domenica, 14.03.2010 – 17.00 h alla Sill