Finisce in parità lo scontro al vertice

di Andrea V.

EV BOZEN 84- HC AGORDO HOCKEY 3-3 (0-0; 3-1; 0-2)

Finisce in parità lo scontro al vertice disputato martedi sera a Bolzano.
Primo tempo a reti inviolate, nel secondo periodo sono le bolzanine a prendere il comando del gioco e grazie alle reti della Angeloni, Kaser e Gius contro la sola rete della Tartaglione per le agordine chiudono in vantaggio per 3 a 1.
Nel terzo tempo riscatto per le agordine che grazie alle reti della Dalprà e ancora della Tartaglione pareggiano l’incontro e mantengono due punti di vantaggio sulle rivali ma con una partita in più giocata.


(com. stampa EV Bozen ’84) – 60 minuti non sono bastati per decretare un vincitore nel terzo incontro tra le massime aspiranti al titolo della stagione 2009/10. La partita finisce 3:3.

Il primo incontro stagionale, proprio alla Sill aveva visto prevalere le padrone di casa la partita in trasferta era di chiaro appannaggio delle agordine. Pronostici incerti per il terzo incontro/scontro quindi. Eagles non al completo essendo assenti Mary Alberghina e Rebecca Fiorese con Deborah Pramstaller a sostituirla in veste di difensore. Decisive per la partita le penalità. L’Agordo, infatti, segna tutte le reti in superiorità numerica con le Eagles a recriminare sulle decisioni arbitrali almeno in una situazione che poi ha cambiato faccia alla partita.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato con alcune occasioni promettenti da entrambe le parti che però non fruttano gol. I 20 minuti iniziali finiscono quindi a reti inviolate.
Il secondo tempo vede le Eagles più attive e concrete. L’impegno paga. Ad aprire le marcature Michela Angeloni ottimamente assistita dal capitano Evelyn Bazzanella. Non passa un minuto e le Eagles raddoppiano. Grande merito ancora a Evelyn Bazzanella che porta il disco nel terzo difensivo agordino e gioca un passaggio mortale proprio quando tutti si attendono un tiro. L’accorrente Waltraud Kaser ringrazia e deposita il disco in rete sotto la traversa. Una situazione di superiorità numerica a metà incontro frutta all’Agordo il gol di Agnese Tartaglione assistita da Federica Zandegiacomo e Eleonora Dalprà. Passano 3 minuti e le Eagles ristabiliscono le distanze. Con Agnese Tartaglione in panca puniti le Eagles costruiscono il power play. Michela Angeloni scocca un tiro dalla blu deviato in rete da Samantha Gius ottimamente appostata vicino al palo. Il 3:1 non frena però le ragazze agordine. Anzi, prendono d’assalto a testa bassa la porta di Giulia Mazzocchi che in più di una situazione è costretta a superarsi per salvare il parziale. Le Eagles iniziano bene anche l’ultima frazione di gioco mettendo sotto pressione l’Agordo. Poi il momento che stravolge la partita. Le Eagles perdono il disco sulla blu avversaria concedendo il break away proprio a Federica Zandegiacomo. Giulia Mazzocchi non si fa ipnotizzare e para. Inspiegabilmente l’arbitro commina però una penalità per spostamento della porta. Verissimo, ma la porta è stata spostata dopo la parata. E siccome piove sempre sul bagnato la coppia arbitrale manda in panca puniti anche Evelyn Bazzanella appena 30 secondi dopo. Anche in questo caso con una motivazione alquanto dubbia. In doppia superiorità numerica Eleonora Dalprà, assistita da Sabrina Viel riesce a piazzare la stoccata per il 3:2. Anche la situazione di 4 contro 3 viene sfruttata dall’Agordo. Autore del 3:3 ancora Agnese Tartaglione, ancora su passaggio di Sabrina Viel. I due gol sono due colpi bassi che le Eagles accusano e che a momenti porta in vantaggio l’Agordo. Per contro anche le padrone di casa creano qualche occasione per allungare. Le migliori capitano sulle stecche di Diana Da Rugna e Waltraud Kaser il cui gol viene annullato per fuori gioco. La partita finisce quindi in parità. Risultato sostanzialmente equo considerato la dominanza delle Eagles nel secondo e il prepotente ritorno delle agordine nel terzo tempo. L’Agordo per il momento rimane al comando della classifica con 17 punti frutto di 10 partite. Le Eagles seguono a quota 15 ma con una partita in meno. Dopo la partita che vedrà opposte le Eagles alle ragazze di Appiano il 2 gennaio, le bolzanine potrebbero balzare nuovamente in testa, dato che hanno dalla loro la migliore differenza reti negli scontri diretti.

EV Bozen Eagles – Agordo Hockey 3-3 (0-0, 3-1, 0-2)
EV Bozen Eagles: Giulia Mazzocchi (Franziska Meraner), Alice Sacchi, Michela Angeloni, Miriam farinella, Deborah Pramstaller, Waltraud Kaser, Evelyn Bazzanella, Samantha Gius, Beatrix Larger, Anne Palaoro, Diana Da Rugna, Sabrina Hofer, Cindy Rizzo
Agordo Hockey: Jennifer Bressan (Deborah Bergamini), Manuela Friz, Emma Cossalter, Eleonora Dalprà, Sabrina Viel, Federica Zandegiacomo, Silvia Toffano, Agnese Tartaglione, Clara Vallazza, Nikita Dal Zotto, Barbara Croce, Stephanie Crepaz
Marcature: Michela Angeloni (Eagles 22.45), Waltraud Kaser (Eagles 23.28 ), Agnese Tartaglione (Agordo 29.23), Samantha Gius (Eagles 32.18 ), Eleonora Dalprà (Agordo 44.38 ), Agnese Tartaglione (Agordo 44.59)
Penalità: EV Bozen Eagles 14, Agordo Hockey 12

Prossimo incontro: 02.02.2010 – 20.00 h – HC Appiano Lakers vs EV Bozen Eagles a Appiano

Classifica
Agordo 17 (10 giocate), Bolzano 15 (9 giocate), Lakers 6 (10), Real 4 (6), e Asiago 0 (7)

[TABLE=80,0]