Ennesima sconfitta del Bolzano

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO  – VALPELLICE 3–5 (0:1) (1:2) (2:2)

Stasera al Palaonda è di scena il Valpellice, fanalino di coda della classifica e unica squadra che il Bolzano quest’anno non è ancora riuscito a battere. I piemontesi si presentano senza il portiere titolare Kowalski e senza Luciano Aquino. Nel Bolzano manca invece Wilde sacrificato al turn over.  Il match inizia con il Bolzano parecchio sottotono e un Valpellice invece veloce e determinato.  Al quarta minuto la buona vena degli ospiti è premiata dal gol di Sisca, abile ad infilare Håkkinen con un bel polso all’incrocio dei pali. La reazione biancorossa è blanda e i pochi tiri seri che vengono scagliati verso la porta ospite trovano la risposta dell’ottimo Rivoira. Al 19:45 Grossi riesce quasi a raddoppiare ma Håkkinen devia provvidenzialmente con una spalla. Primo tempo davvero da dimenticare per il Bolzano, con Rihijarvi e Mather incredibilmente abulici e inconcludenti.

La ripresa sembra iniziare all’insegna dell’orgoglio bolzanino. Dopo un buon intervento di Håkkinen in avvio, il Bolzano prende pian piano in mano le redini dell’incontro, pressando il Valpellice nel proprio terzo. Zisser e Clair sprecano però due buone occasioni (bravo Rivoira) mentre alla prima opportunità gli ospiti raddoppiano: contropiede fulminante di Iannone che invece di servire al centro l’accorrente Pozzi, scarica un potente polso sul primo palo che sorprende il golie bolzanino. I padroni di casa si ributtano in avanti ma la pressione risulta essere troppo sterile per impensierire l’attenta retroguardia piemontese. Anche con l’uomo in più (out Trudel per un fallo inesistente) il Bolzano non riesce a scardinare il bunker ospite. Da segnalare nuovamente la buona prova del giovane back up Rivoira. Al 16:43 il Valpellice fa addirittura tris: il tiro di Ruggeri manca il bersaglio ma sul rebound della sponda il più lesto è Bouregard che gonfia la rete. Questo gol dà il via alla contestazione da parte degli ultras bolzanini “Bolzano 1991” e a qualche mugugno da parte di tutti gli altri spettatori. Al 18:11 Borgatello riesce finalmente a trovare la via del gol, battendo Rivoira con un bel tiro rasoghiaccio dalla blu. Il secondo tempo termina quindi con gli ospiti meritatamente in vantaggio di due gol.
Nel terzo tempo la carica agonistica del Bolzano sembra affievolirsi e quindi il Valpellice cresce nuovamente.  La squadra di Vogin riesce a fare bene le cose semplici, proprio quello che al momento sembra impossibile per il Bolzano.Al 3:20 Sisca si divora un occasionissima per la troppa fretta di concludere, ma il poker è rimandato di poco, infatti al 4:07 Aquino batte nuovamente Håkkinen con un tiro non irresistibile dalla media distanza. A questo punto gli ultra biancorossi ritirano gli striscioni e abbandonano la curva. Al 7:08 è nuovamente un difensore ad accorciare le distanze per il Bolzano: Trevor Johnson batte Rivoira dalla blu in situazione di doppio power play. Il gol aprirebbe la teorica possibilità di rimonta del Bolzano, ma è chiaro che la necessaria determinazione non alberga nei cuori dei giocatori di casa. Dopo alcuni minuti di altri sterili e inconcludenti tentativi del Bolzano, al 17:01 il Valpellice colpisce ancora. I situazione di parità numerica il Bolzano riesce a farsi prendere in contropiede da tre(!) giocatori che filano da soli verso Håkkinen. Per Grossi è facile segnare il gol che in pratica chiude la gara. Dopo una ventina di secondi Zisser accorcia nuovamente, ma questa marcatura serve solo per le statistiche. I giocatori bolzanini escono dal campo sotto i fischi e i cori dei propri tifosi, giustamente arrabbiati sia per la scarsa qualità di gioco sia per l’atteggiamento troppo remissivo della squadra. La sensazione è che serva una scossa al gruppo dal punto di vista psicologico, e un rinforzo in attacco dal punto di vista invece squisitamente tecnico. Complimenti infine al Valpellice per la buona prestazione e la meritata vittoria.

Il Tabellino:
1°Tempo: 3:59 Sisca (Petrov)
2°Tempo: 5:12 Iannone (Runer) – 16:43 Bouregard (Grossi, Ruggeri)
18:11 Borgatello (Johnson)
3°Tempo: 4:17 Aquino(PP) (Iannone,Ruggeri) – 7:08 Johnson (2PP) (Borgatello, Rihjiarvi) 17:01 Bouregard (Iannone) – 17:28 Zisser (Corupe, Rihjiarvi)

Migliori in campo: Bolzano: Clair  –  Valpellice: Iannone