Il Real getta al vento la vittoria

Real Torino-Vipiteno Broncos 4-5 (1-0; 2-0; 1-5)

Con uno strepitoso terzo periodo il Vipiteno riesce a recuperare ben quattro gol al Real Torino, che non ostante il largo margine non è mai stato in completo controllo della gara, come dimostrano i soli 18 tiri scagliati verso Hell contro i 33 degli altoatesini.real-vipiteno

La partita inizia subito con buoni ritmi, ma le occasioni da gol latitano, Al 9’02” gli ospiti hanno a loro favore la prima superiorità della partita, ma la gabbia torinese rimane inviolata. Al minuto 12’30” altro power play non sfruttato per i Broncos, e quando il primo periodo sembra ormai destinato sullo 0-0, Stricker con coast to coast si presenta solo davanti ad Hell, finta e gol di rovescio. E il 19’25” e si va al primo riposo sull’1-0.

Il seocndo periodo si apre con una gran parata di Platè su Mair lasciato solo nello slot dai difensori torinesi. Al 6’20” invece erano i pali a salvare il Real dopo che il tiro di Schenk veniva deviato dal portiere. La partita si innervosice a metà periodo: il Vipiteno subisce benq uattro penalità tra il 9’44” e l’11’44”, permettendo così ai padroni di casa di allungare, prima Lo Presti colpiva clamorosamente l atraversa a portiere battuto, ma al 12’07”, in cinque contro tre, con Stricker che finalizza un’ottima azione corale. Il VIpiteno inizia ad attaccare con più convinzione, ma è ancora il Real a rendersi pericoloso al 17’42” con Salonen, liberato da Silva davanti ad Hell che però chiude lo specchio. Al 18’51” arriva la terza rete torinese: Salonen da dietro porta serve Sekula che supera il portiere con un tiro di polso.

Dopo 1’02” i biancoblù vanno ancora in gol: azione di Salonen che serve nello slot Tremolaterra che tocca superando Hell non pronto a chiudere lo spazio. Cala il sipario sulla partita del Real e si scatena il Vipiteno: all’1’59” Schenk segna dallo slot, al 3’05” Bustreo serve Hartinger nello slot che fulmina Platè con uno slap. Il Vipiteno ci crede e dopo un’altra superiorità infruttuosa, al 10’23” gli altoatesini si portano a -1 con un tiro di Lanz dalla distanza su cui Platè si fa sorprendere. I gol decisivi, pareggio e sorpasso, arrivavano nel giro di 15 secondi tra il 12’54” ed il 13’09”: il primo era un contropiede in tre contro due finalizzato da Kaye con un tiro da distanza ravvicinata, il gol del sorpasso era era di Barthel. Il Real non riusciva ad riorganizzare le idee e così il Vipiteno si portava a casa il bottino pieno.

REAL TORINO
P. Platè (Valle Da Rin)
D. Borghi, Gorza, Klucar, Meneghetti, Moro,  Sekula,  Tremolaterra
A. Ceretto, Covolo, Fornaciari, Lo Presti, Peruzzo, Salonen, Silva, Stricker, Traversa
All. Drahoslav Zurek

VIPITENO BRONCOS
P.  Hell (Steinmann)
D.: Hartinger, Hackhofer; Rainer, Barthel; Baur, Scardoni; Kaser, Dapunt, Pircher
A. Barg, Kaye, Wieser, Sottsas, Bustreo; Mair, Lanz, Schenk
All. Hicks Oly.

RETI: 19’25” Stricker (Salonen, Platè);  22’07”  Stricker (Klucar) PP, 38’51” Sekula (Salonen, Silva); 41’02”  Tremolaterra  ( Salonen) PP,  41’59” Schenk (Mair, Sottsas), 43’05” Hartinger ( Bustreo,  Kaye), 50’23” Lanz, 52’54” Kaye (Hartinger, Barg), 53’09” Barthel (Sottsas, Wieser)

TIRI: Real Torino 18–Vipiteno 33

PENALITÀ: Real Torino 10–Vipiteno 12