L’autogol di Poti decide gara 5

Pittsburgh Penguins-Washington Capitals 4-3 1stOT (0-0;1-2;2-1;1-0)

Penguins in vantaggio 3-2 nella Serie.

Sono appena passate 24 ore dalla fine di gara 4 e Penguins e Capitals incrociano ancora le stecche, affrontandosi in questa quinta partita.
Il Primo periodo vede le due squadre affrontarsi senza timori, con numerosi capovolgimenti di fronte; i due goalie sono protagonisti con splendide parate che mantengono inchiodato sulla parità il punteggio.

Crosby e Malckin festeggiano dopo la rete (autogol di Poti) che da loro la vittoria di gara 5

Crosby e Malckin festeggiano dopo la rete (autogol di Poti) che da loro la vittoria di gara 5

Al 05:17 del secondo periodo i Penguins che da alcuni minuti stavano premendo nel terzo difensivo dei Capitals  trovano con Staal (Satan-Orpik) il vantaggio al Verizon Center; i Capitals sono sotto ma ci pensa il n°8 a rimettere le cose a posto, preso il disco nel proprio terzo Ovechkin (Poti) arriva in quello offensivo e scarica un potente tiro che conclude la sua corsa alle spalle di Fleury.

Come nel primo tempo c’è un momento di rapidi spostamenti da una gabbia all’altra, fortunato Varlamov che al 13:12 si ritrova il disco davanti agli occhi dopo che Crosby ha colpito l’incrocio dei pali, fortuna per il portiere e molta sfortuna per il capitano dei Penguins.

I padroni di casa in superiorità hanno una ghiotta occasione che Backstrom (Fedorov-Ovechkin) finalizza dopo una bella combinazione con i compagni, siamo al 14:35.
I Penguins almeno fino all’inizio del terzo tempo non reagiscono poi quando sono passati appena 51 secondi da quando l’arbitro ha scodellato il puck  Fedotenko (Malkin-Letang) da un dispiacere ai padroni di casa riportando la sua squadra in parità.
Dopo 6 minuti sono nuovemente gli ospiti che passano a condurre con il gol segnato da Cooke (Kennedy-Staal), i Capitals si trovano di nuovo a dover inseguire ma ancora una volta ci pensa l’estro di Ovechkin (Backstrom-Green) che al 15:52 rimette tutto in discussione.

L’OT è inevitabile ormai e le due squadre non forzano il ritmo negli ultimi minuti di gioco; i primi minuti del supplementare vedono i Capitals all’arrembaggio con Fleury che deve mettere in capo tutta la sua bravura per non capitolare.
Anche i Penguins attaccano però ed in una di queste incursioni offensive Malkin lanciato a rete viene fermato con le cattive da Jurcina che si accomoda in panca puniti.
Occasione dunque per gli ospiti che causa la sfortunata deviazione di Poti segnano; il gol viene attribuito a Malkin (Kunitz) e così si conclude gara 5.

Tanta tanta sfortuna per i Capitals che sono adesso costretti ad inseguire, Crosby e compagni che in casa hanno l’opportunità di vincere ed andare in finale; Washington però non credo che vorrà arrendersi e gara 6 alla Mellon Arena sarà imperdibile.