La Finlandia conclude a punteggio pieno il girone D

di Simone Quargnal

Bellissima partita quella andata in scena a Kloten nell’ultimo turno della prima fase. Si scontrano le due potenze del gruppo D, Repubblica Ceca e Finlandia: entrambe a punteggio pieno, entrambe consce che il Mondiale si vince anche grazie al morale. “Non dobbiamo sottovalutare la partita” ha sintetizzato bene il coach ceco Ruzicka.

Partono bene i finnici, che aprono le danze al 10′ con Niko Kapanen. Pekka Rinne in porta si inventa un paio di miracoli ma non basta a fermare i rossi e così, dopo soli 4 minuti, la situazione è ribaltata: prima Rolinek e poi Blatak battono la giovane promessa dei Nashville Predators, portando la gara sull’ 1-2.
Nel secondo drittel la Repubblica Ceca dà l’impressione di dilagare con il missile di Kotalik al 4′. I tifosi però non fanno in tempo a gioire che già i biancazzurri si rifanno sotto: passa infatti meno di un minuto e arriva il gol del 2-3 firmato da Koistinen. Verso la fine del periodo arriva anche la rete del pareggio, ancora a firma di Kapanen.

Ci sono tutti gli ingredienti per un grande drittel conclusivo, e così è: i contatti si fanno più frequenti, la Repubblica Ceca assedia i finnici nel loro terzo senza però riuscire a concretizzare. Nel ripiegare in difesa la nazionale ceca è lenta e prima si salva per un soffio (gol fantasma, ma il disco non ha attraversato la linea), poi subisce il gol decisivo, su un bel breakaway di Hagman. Nei minuti finali la situazione resta in equilibrio, e la partita si conclude con la – giusta – vittoria dei Finnici sui Cechi.
La Finlandia ha mantenuto un’intensità costante lungo tutti i 60 minuti, costringendo Jagr e soci ad un tipo di gioco a cui non sono abituati.
Premiati come migliori in campo, i due numeri 14: Plekanec e Hagman, nonostante i tre punti di Niko Kapanen.

La Repubblica Ceca affronterà già domani il Canada, nella prima giornata della seconda fase; venerdì sarà il turno della Finlandia, impegnata la sera contro la Slovacchia.