Nhl Playoff 2009 Western Conference Gara 3

di Filippo A.

Vancouver Canucks-St Louis Blues 3-2 (0-1;2-1;1-0) Canucks in vantaggio 2-0 Nella serie

Il Scottrade Center è pieno di gente pronta ad incitare e spingere i Blues, che non vogliono deludere i propri sostenitori, il primo periodo vede dunque la squadra di St Louis spingere sull’acceleratore alla ricerca del gol che arriva dalla stecca di BACKES (BOYES-MCDONALD) al 3:11.
Nulla di rilevante succede poi nei minuti successivi, si arriva al 7:57 del secondo periodo quando la terza superiorità degli ospiti è sfruttata con OHLUND (EDLER-WELLWOOD) che infila il puck in rete, pareggiando.
Dopo tre minuti i Canucks passano in vantaggio, ed ancora una volta gli ospiti colpiscono in PP con D.SEDIN (SALO-BIEKSA) che questa volta con molta gente davanti alla gabbia di Mason è abile a spingere in puck in rete con la punta della stecca.
I Blues passati in svantaggio si ripropongono in avanti e con MCDONALD (PERRON-BACKES) colgono il pari.

Nel terzo periodo però un altra superiorità concessa fa capitolare, questa volta in maniera definitiva i padroni di casa, siamo al minuto 1:41 e un’altra mischia davanti a Mason è risolta questa volta da BERNIER (H.SEDIN-SALO).

Gara 3 è dei Caucks che hanno un piede nelle semifinali, difficile pensare in una rimonta di St Louis che dovrebbe vincere tutte e quattro le restanti partite, ed onestamente sembra improbabile.
La differenza questa sera l’ha fatta il PP ottimo con Vancouver (3-5) mentre disastroso con i Blues (0-6).


Anaheim Ducks-San Jose Sharks 3-2 (1-0;0-1;2-1) Ducks in vantaggio 2-0 nella serie.

Gli Sharks ritornano sul ghiaccio amico dopo lo stop subito in gara 1 per mano dei Ducks, ma anche in questa gara 2 i paperi scendono sul ghiaccio con l’intenzione dei procurare altri dispiaceri ai tifosi della HP Pavilion Arena; quando stanno per scadere i due minuti di penalità ai danni di CLOWE al minuto 3:45 i paperi colpiscono con RYAN (WISNIEWSKI-WHITNEY).
Gli squali sono sotto ancora una volta e come in gara 1 Hiller respinge ogni tentativo dei padroni di casa. Nel secondo periodo finalmente c’è il gol liberazione di CLOWE che al minuto 5:38 può far esultare finalmente i tifosi.
Il gol carica gli Sharks che si riversano in avanti alla ricerca del vantaggio, ma Hiller respinge anche con fortuna tutte le conclusioni dei Ducks; anche per Nabokov c’è del lavoro, decisivo il suo intervento che ferma MARCHANT lanciato a rete.
Il secondo parziale si chiude dunque con le squadre in perfetta parità, non cambia il live motiv del match anche nel terzo tempo Sharks in attacco e Ducks che rispondono in contropiede.
Proprio in una ripartenza dei paperi c’è il nuovo vantaggio ospite EBBETT (CHRISTEN-SENSELANNE), il minuto è il 9:44; i Ducks addirittura aumentano il distacco segnando la terza rete con MILLER (R.NIEDERMAYER-S.NIEDERMAYER) al 13:17.
Anche questa partita è ormai compromessa per i padroni di casa che però non cedono e accorciano le distanze con un iniziativa personale di CHEECHOO (THORNTON-ROENICK) che da distanza ravvicinata fulmina Hiller; non c’è però più tempo ed il risultato finale premia gli ospiti.

I Ducks iniziano a credere nel passaggio del turno, ed i risultati gli danno ragione adesso in casa hanno l’opportunità di chiudere i conti; gli Sharks devono reagire, la qualificazione è ancora possibile, ma devono giocare come hanno dimostrato di saper fare in regular Season, certo le prestazioni di Hiller (42-44) in gabbia non hanno certamente gli attaccanti degli Squali.


 Chicago Blackhawks-Calgary Flames 2-4 (1-1;0-1;1-2) Chicago in vantaggio 2-1 nella serie

Dopo le prime due partite giocate a Chicago nelle quali i padroni di casa vincendole entrambe di misura si sono portati a condurre la serie per 2-0, ci si sposta al Pengrowth Saddledome di Calgary.
Il primo periodo si apre con una sorpresa, sono gli ospiti a sbloccare il match e ci impiegano solo 2 minuti, il primo PP concesso dai Flames porta alla rete di SHARP (TOEWS-HAVLAT)
Rischiano ancora i padroni di casa, ma KIPRUSOFF fa buona guardia; il pari per Calgary arriva al minuto 6:40 di NYSTROM (GLENCROSS-AUCOIN) il gol con l’arena che festante inneggia ai propri giocatori.
Chicago si riporta in avanti senza perdere tempo ma trova nel goalie finlandese un ostacolo difficile da superare; al 4:02 JOKINEN effettua una bella serpentina tra i difensori dei Blackhawks ma il successivo tiro esalta i riflessi di KHABIBULIN.
Nel secondo tempo continuano le incursioni offensive dei giocatori di Chicago ma prosegue il buon momento del goalie dei padroni di casa che blocca tutti in tentativi avversari.
I Flames dopo aver subito negli ultimi minuti del secondo periodo ritornano alla carica e con BOURQUE (JOKINEN) si riportano in vantaggio.
É un buon momento per i padroni di casa che sfruttando la stecca di MOSS aumentano il divario portandosi sul 4-1 nei primi minuti del terzo periodo; un primo gol arriva al 1:18 MOSS (PARDY-LANGKOW) poi l’altro al minuto 5:24 MOSS (GLENCROSS-VANDERMEER).
I Blackhawks sono scossi, ma trovano la forza per segnare ancora al 15:35 HAVLAT (SHARP-TOEWS) la partita è però saldamente in mano a Calgary che si aggiudica il match.

Anche gara 3 è stata uno spettacolo, questa volta Calgary va sotto per prima ma riesce a ribaltare il risultato vincendo; i Blackhawks trovano finalmente un grande KIPRUSOFF (36-38) che si erge a muro bloccando gli attaccanti di Chicago proprio nei momenti di maggior intensità per gli ospiti.