Donne – L’Italia è salva

C’è voluta l’ultima giornata ma conta il fatto che l’Italia batte l’Olanda e si salva da una retrocessione che sarebbe stata una punizione troppo severa. Non solo, con la sconfitta della Danimarca il Blue Team la scavalca raggiungendo il quarto posto finale. I mondiali femminili si prenderanno un anno di pausa per lasciare lo spazio necessario alle Olimpiadi di Vancouver (dove l’Italia non ci sarà), e torneranno nel 2011 con le azzurre ancora nella Division 2.

Il portiere olandese van Leeuwen, che ben s’era comportato nelle gare precedenti, e gli scontri diretti degli anni passati che han sempre regalato partite tirate, lasciavano qualche timore alle azzurre che invece hanno estratto gli artigli e sono riuscite già dai primi minuti a regalare alle avversarie poche penalità e a creare invece azioni pericolose. Penalità che invece han cominciato a piovere per le olandesi favorendo il lavoro alle attaccanti italiane. Dopo quasi due minuti di doppio powerplay, al 4:21 su un’altra superiorità numerica, Sabina Florian realizza la sua seconda rete personale in questo mondiale per il vantaggio (assist De Rocco e Fiorese). 30 secondi dopo l’Italia ha ancora la possibilità di ripetersi ma è invece l’Olanda che in inferiorità esce dal terzo e porta a segno Jessie Tegelaar. Dopo la rabbia per essersi fatta riprendere in questo modo l’Italia ritrova il gol, ancora in powerplay, con l’agordina Linda De Rocco, seconda rete anche per lei (assist Sparer). L’Olanda continua a riempire la panca puniti, e nel finale di primo tempo a prendere 2 minuti è addirittura l’estremo difensore per sgambetto.

Il secondo periodo parte invece con un fischio dell’arbitro giapponese Ugajn nei confronti di un’azzurra, Linda De Rocco. Questa volta è il powerplay delle ragazze di Van de Kraak a fallire e allo scadere della penalità l’Italia si porta sul 3-1 con Eleonora Dal Prà. Ancora penalità olandese e ancora rete dello special team italiano, questa sera infallibile: 4-1 con Federica Zandegiacomo. La panca puniti delle olandesi non vuole proprio svuotarsi, ci entrano Schipper e Martens, e l’Italia ne approfitta: aveva segnato una bolzanina, tre agordine, e ora è il turno della piemontese Anna De la Forest per il 5-1.
Il terzo periodo si gioca così sul velluto. Segna l’Olanda il 2-5 con Martens ma fioccano altre penalità (alla fine saranno 30+20 minuti fischiati contro l’Olanda e 12 contro l’Italia). Al 58° l’Italia chiude in bellezza con la seconda rete di Dal Prà e Marco Liberatore concede la standing ovation dei 1.400 del Cotta Morandini a Giulia Mazzocchi, che dopo le disastrose prime uscite ha smaltito l’emozione dell’esordio e ha concluso questo mondiale alla grande (oltre 40 parate stasera). Finisce così in gloria anche per il backup a Bolzano e ora in nazionale Franziska Meraner, che veste per la prima volta di azzurro negli ultimi 2 minuti. La Danimarca invece chiude nel peggiore dei modi questa partita nervosa e questo mondiale che la vedrà retrocessa, con la penalità partita per cattiva condotta a Michelle Hansen.
L’Italia centra la salvezza con due vittorie, tre sconfitte, 15 reti fatte e 18 subite, seppur non l’obiettivo che tutti speravano, ovvero la promozione. Per come era cominciato questo mondiale va bene così.

Nel pomeriggio la Corea del Nord batte anche una stanca Gran Bretagna e prende il suo posto in seconda posizione dietro alla Lettonia, già ieri matematicamente promossa. Le coreane vincono 4-1 con un 2-0 nel primo tempo che ha reso loro la partita in discesa. La Gran Bretagna, con a riposo il portiere “dei miracoli” Herring in favore di Laura Saunders (premiata comunque miglior giocatrice), nella ripresa non ha saputo sfruttare gli 8 minuti di poweplay, subendo anzi un’ulteriore marcatura. Terzo tempo con la rete numero 4 della Corea e quella della bandiera di Henry.
Anche la Lettonia per la kermesse finale lascia a riposo l’altro grande portiere di questo mondiale, Lolita Andrisevska. Idem la Danimarca che concede ampi minutaggi alle terze linee e schiera il backup; ne esce una partita equilibrata decisa dalla micidiale linea Petersone-Koka-Geca Miljione. La prima incontenibile linea lettone nelle precedenti partite aveva già realizzato 18 delle 19 reti della Lettonia, e anche quest’oggi mette la firma su tutte e 6 le marcature della squadra di Udris (4 per Petersone, 2 per Geca Miljione e nessuna per Iveta Koka autrice però dei 6 assist). La Danimarca va pur in vantaggio al 23° ma la Lettonia 5 minuti dopo ribalta tutto in 116 secondi. Ultimo periodo con un batti e ribatti nei primi 3 minuti: 3-1, 3-2, 4-2 fino a che le danesi si arrendono e la Lettonia dilaga.

Terza giornata:
Corea-Gran Bretagna 4-1 (2-0, 1-0, 1-1)
Lettonia-Danimarca 6-2 (0-0, 2-1, 4-1)
ITALIA-Olanda 6-2 (2-1, 3-0, 1-1)
4.21 Florian (1-0, PP), 5.43 Tegelaar (1-1, SH), 13.16 De Rocco (2-1, PP), 22:44 Dal Prà (3-1, SH), 31.13 Zandegiacomo (4-1, PP), 34.32 De la Forest (5-1, PP), 46.47 Martens (5-2), 57.25 Dal Prà (6-2).
Migliori giocatrici: Giulia Mazzocchi (ITA) – Jessie Tegelaar (OLA)

Classifica:
Lettonia 15
Corea 11
Gran Bretagna 9
ITALIA 5
Danimarca 4
Olanda 1

Star Team:
Portiere: Lolita Andrisevska (LAT, 98,4% di parate)
Difensore: Linda Da Rocco (ITA, 5 punti)
Attaccante e MVP: Iveta Koka (LAT, 20 punti: 6+14)

 Pre-mondiale
 Presentazione
 Italia-Gran Bretagna
 Italia-Lettonia
 Italia-Corea del Nord
 Quarta giornata
 Italia-Danimarca
 Italia-Olanda


LE AZZURRE  punti (gol+assist) min.penalità +/- tiri
Difensori
 2 ANGELONI Michela      1 (1+0)  2  0  9
 5 BALLARDINI Elena      0 (0+0)  0 +1  2
 7 de ROCCO Linda        5 (2+3) 12 +2 15
 9 BETTARINI Valentina   0 (0+0)  2 -2  9
13 FRIZ Manuela          0 (0+0)  4 -4  2
14 FIORESE Rebecca       2 (0+2)  2 -4 13
15 BALLARDINI Elisa      1 (1+0)  4 -2  5
16 SPARER Katharina      3 (0+3)  0 -3 11
Attaccanti
 3 VALLAZZA Clara        0 (0+0)  0  0  2
 4 SALETTA Carola        0 (0+0)  0 -4  3
 6 TOFFANO Silvia        0 (0+0)  4 +1  6
10 de la FOREST Anna     3 (3+0)  4 -3 20
11 FLORIAN Sabina        3 (2+1) 12 -1 22
17 da RUGNA Diana        1 (0+1)  6 -1 11
19 HOFER Sabrina         0 (0+0)  0 -3  3
21 DALPRA Eleonora       2 (2+0)  0 +1 15
22 ZANDEGIACOMO Federica 2 (1+1)  2 -2 21
23 VIEL Sabrina          3 (3+0)  2 -3 14
Portieri
1 MAZZOCCHI Giulia 85,84% saves 3.22 GAA
25 MERANER Franziska –