Bolzano s’impone all’Odegar nel recupero di campionato

di Davide Trevisan

ASIAGO-BOLZANO 2-4 (0:1)(0:1)(2:2)

Va al Bolzano il recupero della 34esima giornata rinviata giusto un mese fa per gli impegni continentali dei biancorossi. Vittoria meritata al termine di un match equilibrato solamente nell’ultimo parziale in cui l’Asiago era anche riuscito a rimettere la contesa in parità.

Padroni di casa sul ghiaccio con l’organico al completo mentre gli ospiti hanno dovuto relegare in tribuna per turnover il terzino Johanson e l’attaccante Schaffsma. Ex dell’incontro sono Florian Ramoser e Pittis tra i biancorossi e Tuzzolino e De Marchi in casa Asiago.

Match che inizia a ritmi blandi con il Bolzano che al secondo minuto sfrutta un errore in uscita dal terzo dell’Asiago e si porta in vantaggio con Clair che fredda Bellissimo in due tempi. La reazione giallorossa è inesistente e Pittis poco dopo “si mangia” il 2 a 0 da ottima posizione. Match che prosegue equilibrato con gli ospiti che mantengono il possesso del disco e l’Asiago che prova, senza fortuna, a farsi vedere dalle parti di Hakkinen che chiude la prima frazione senza dover intervenire.

La ripresa si apre con l’Asiago a disputare un infruttuosa situazione di superiorità numerica (fuori Olson) prima che il Bolzano si porti sul 2 a 0 con Corupe. Al 23° powerplay anche per gli ospiti e paratissima di Bellissimo su Olson lasciato solo. Match che nel proseguio sfugge alle redini del direttore di gara che fischia penalità in serie alcune delle quali davvero incomprensibili. Tuzzolino non ci sta e le sue proteste gli fruttano dieci minuti di penalità. Al 36° splendido slalom di Rolly Ramoser che serve a Zisser un disco solo da spingere in rete ma l’estremo giallorosso è un drago a negare il 3 a 0 ospite. Nel finale prima vera occasione da rete della partita per l’Asiago con capitan Parco che sfiora il gol.
Ultima frazione ed è un altro Asiago, più pimpante e combattivo. Il Bolzano arretra e subisce il gioco dei giallorossi. Al 45° Tuzzolino, dopo uno scontro di gioco, è costretto a ricorrere alle cure dei sanitari per un colpo in bocca. Pochi secondi dopo Borrelli trova il polsino giusto che fredda Hakkinen per il 2 a 1. Spinge ancora l’Asiago e al 51° trova il meritato pareggio grazie a Luciano Aquino che buca tra i gambali Hakkinen. Una penalità per ritardo di gioco a Johnson placa però la spinta asiaghese. Il Bolzano sfrutta a dovere la situazione e Durdin dalla blu trova un tiro preciso che vale il nuovo vantaggio. Padroni di casa che provano a reagire ma senza trovare concretezza in avanti. Al 58° Camazzola si gioca la carta del sesto uomo di movimento in più togliendo Bellissimo. Hakkinen compie una splendida parata prima che Rolly Ramoser realizzi il 4 a 2 che mette la parola fine alla partita.

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo (Pavone); Basso, De Marchi, Johnson, Lehtinen, Miglioranzi, Plastino, Rossi; Aquino, Benetti (A2), Borrelli, Busa, Parco (C), Pegoraro, Presti, Rodeghiero (A1), Strazzabosco, Tessari M., Tessari N. Tuzzolino.
Allenatore: Jimmy Camazzola

BOLZANO: Hakkinen (Bernard Andreas); Borgatello, Ceresa, Durdin, Egger, Ignatjevs, Ramoser F; Ansoldi (A2), Bernard Anton, Clair, Corupe (A1), Dorigatti, Jardine, Olson, Pittis, Ramoser R (C), Walcher, Zisser.
Allenatore: Helle

Capo Arbitro: Pianezze Claudio;
Giudici di linea: Soia Giulio e Marco Stella
Reti: 2.49 Clair; 22.59 Corupe (Ramoser); 45.32 Borrelli (Plastino); 51.21 Aquino (De Marchi, Pegoraro); 53.03Durdin in PP (Pittis); 59.17 Ramoser R. ENG (Jardine).