25ª giornata… alla sirena

di Alessandro R.

Prende il volo il Cortina di Paul Adey, che espugna il PalaVuerich di Pontebba e, approfittando della sconfitta del Bolzano a Collalbo, porta a dieci le lunghezze di vantaggio sui campioni d’Italia. Le brutte notizie per le aquile cominciano al 12.57, quando Menardi frana su Carpano, costringendo il portierone friulano ad uscire e lasciare il posto al back-up Hopfgartner. Neanche il tempo di ambientarsi per il giovane portiere altoatesino e dieci secondo dopo arriva la rete del vantaggio ampezzano ad opera di Watson. Pareggio agguantato il apertura terzo drittel con Sparre, ma gli scoiattoli non mollano la presa e si portano definitivamente avanti con la rete del terzino Wilde.
Sciupa l’occasione di rimanere a ruota il Bolzano, che avanti didue reti si fa rimonare in chiusura di tempo dal Renon. L’incontro si sblocca al 16.27, quando è Olson a portare in vantaggio i suoi deviando un tiro di Ansoldi. Dopo un periodo centrale senza reti, i campioni d’Italia allungano in apertura terzo tempo con capitan Roland Ramoser. La razione di Rittner Buam inizia pochi minuti più tardi con Mather che trafigge l’ottimo Hakkinen in situazione di penalty-killing. Il Renon insiste e trova il pari a 15 secondi dal termine ancora con Mather, nonostante la situazione di inferiorità numerica (2 min a Nemecek al 58.59)! Dopo i supplementari senza reti si va ai rigori dove a spuntarla sono i padroni di casa che completano la rimonta grazie alla rete decisiva di Tudin.
Il Valpusteria consolida il suo quarto posto battendo un Fassa sempre più in crisi di risultati. Da segnalare la doppietta di Bernakevich, in un match che ha visto i ladini sempre in partita, ma mai davvero in grado di passare a condurre. Il Fassa spumeggiante di inizio anno pare essere un lontano ricordo ed ora coach Python pare davvero sulla graticola; altri segnali confortanti per i ragazzi di Mair: con questa andatura soffiare loro il quarto posto sarà difficilissimo!
Continua la crisi dell’Alleghe: la vittoria sul Fassa è stato solo un episodio, mentre per l’Asiago sono tre vittorie di fila. In un primo tempo intenso, ma povero di reti, l’Alleghe passa in vantaggio con un rocambolesco gol di Wiklander. Micidiale uno-due dell’Asiago nel secondo periodo, con Tessari prima e Aquino (in pk) poi a trafiggere Groeneveld per il vantaggio stellato. Jamieson con una staffilata pareggia i conti, ma l’Alleghe non ha neanche il tempo di esultare che si trova a dover fronteggiare una pericolosa situazione di 3vs5, un powerplay che riporta in vantaggio i leoni grazie al gol sottomisura ancora di Luciano Aquino. Mentre le civette provano ad acciuffare il pari, un grossolano errore di impostazione in situazione di powerplay porta Borrelli a trafiggere a tu per tu un Groeneveld a tratti monumentale, ma non sufficiente -da solo- a tenere a galla la barca agordina. Finisce tra i fisci del DeToni, con un Alleghe nervoso e disastroso in fase di impostazione di gioco e powerplay; per l’Asiago i playoff, solo un miraggio poche settimane fa, ora sembrano molto più vicini.

Tags: