13a: Krefeld torna a vincere, Berlino torna a giocare

di Claudio Brescia

La 13a giornata vede le tutte le formazioni di vertice impegnate contro le ultime e non riserva grosse sorprese. Reduci da due sconfitte consecutive, i Pinguini di Krefeld ottengono la 9a vittoria della stagione e restano in testa alla classifica mantenendo invariato il vantaggio di 2 punti. Al secondo posto si conferma il neopromosso Wolfsburg, fresco vincitore del WeslLB Fair Play Trophy grazie ad una media di 17,45 minuti di penalità nella passata stagione. Dopo tre riposi consecutivi, i campioni in carica del Berlino devono arrivare ai rigori per vincere e, con soli 2 punti guadagnati, perdono terreno nei confronti dei rivali diretti, scendendo al 6o posto in classifica (con 3 recuperi da giocare). La continuità del duo Krefeld/Wolfsburg inizia a sfaldare il gruppo degli inseguitori e, grazie agli incontri tra le formazioni di vertice e le ultime, la classifica si allunga.

In trasferta contro gli Straubing Tigers di Bob Manno, i Pinguini di Krefeld devono rinunciare agli infortunati Andreas Driendl e Shay Stephenson: per l’ex Vipers si tratta dello stesso infortunio alla schiena che gli costò il primato nella classifica marcatori quando giocava a Milano. Primi nonostante le due sconfitte consecutive, i Pinguini faticano più del previsto per battere le Tigri quartultime: dopo lo 0-0 del primo periodo ed il goal al 2’34” del secondo periodo, bisogna infatti aspettare il 12’02” dello stesso periodo per vedere in gol dello 0-2 e l’ultimo drittel per lo 0-3 finale. In realtà, la partita è stata una trasferta per entrambi i team: dopo l’incendio del palazzo am Pulverturm di Duisburg, le Tigri di Straubing giocano nella Donau Halle di Regensburg.
Vittoria anche per i neopromossi Grizzly Adams di Wolfsburg che, senza nessun timore reverenziale, infliggono l’11a sconfitta stagionale agli Squali di Colonia, vicecampioni e penultimi in classifica. Il divario tra le due formazioni è evidente, ma la migliore prima linea della Liga (Wolfsburg) non sembra essere in giornata e bisogna aspettare che sia la 3a linea dei padroni di casa ad aprire le marcature. All’inizio dell’ultimo drittel i padroni di casa piazzano l’1-2 decisivo: gli ospiti regalano una doppia superiorità numerica e lo special team dei Grizzley non si fa pregare, segnando il 3-0 con Justin Papineau (migliore marcatore della Liga) e, appena ristabilita la parità numerica, il 4-0. In un finale senza storia, Ken Magowan chiude i conti fissando il 5-1 finale: con questo goal e due assist, l’ala canadese guadagna il 2° posto in classifica marcatori.
Gli Iserlohn Roosters si confermano al terzo posto battendo per 6-4 le Volpi di Duisburg, ultime in classifica in una partita tesa ed altalenante. Nel primo tempo gli ospiti concedono 4 superiorità numeriche ed i padroni di casa ne approfittano segnando 3 reti e chiudendo il 1° periodo senza subire goal. Nel 2° tempo la reazione veemente consente agli ospiti di agguantare il pareggio tra il 13’52” ed il 16’59”, ma 27” dopo i Roosters segnano il 4-3. Sul 5-4 a 3” dalla fine, coach Steve Stirling (Duisburg) gioca il tutto per tutto e in doppia inferiorità numerica toglie il portiere, con l’unico risultato di concedere il definitivo 6-4 ai padroni di casa.
Dopo aver conquistato Mercoledì la semifinale della coppa di Germania a spese degli Adler Mannheim, gli Hannover Scorpions mantengono il 4° posto in classifica battendo l’ERC Ingolstadt per 2-1 (1:0; 0:0; 1:1, 31-25 al tiro) in una partita che non ha riservato grosse emozioni. Le uniche note rilevanti infatti arrivano dal mercato, con Hannover che ha prolungato fino a fine stagione il contratto al portiere Dimitri Pätzold, di origine kazaca, terzo portiere della nazionale tedesca. Per quanto Pätzold non sia mai stato utilizzato nella stagione attuale, Marco Stichnoth, amministratore delegato dell’Amburgo, ha dichiarato: “Pätzold si inserisce perfettamente nei nostri piani per il futuro”.
Vittoria anche per i DEG Metro Stars di Düsseldorf che, senza troppi problemi, battono in trasferta le Pantere di Augsburg con un 2-5 (34-38 al tiro) senza storia: dopo l’uno – due del primo tempo, nel secondo periodo gli ospiti si portano sullo 0-4. I padroni di casa tentano la rimonta segnando due reti a cavallo tra il 2° ed il 3° drittel, ma la rete del 2-5 dei DEG Metro Stars spezza definitivamente la resistenza delle Pantere.
Nell’ennesimo incontro della giornata tra zone alte e basse e basse della classifica, i campioni in carica del Berlino devono sudare sette camice per battere gli Ice Tigers di Norimberga ai rigori per 3-2 . Alle due reti in superiorità numerica degli Orsi Polari nel primo tempo, risponsono gli ospiti che al 14’20” nel terzo drittel raggiungono il pareggio. A conferma dell’equilibrio di forze, anche i supplementari terminano con un nulla di fatto ed un solo rigore realizzato.
Nell’anticipo giocato Giovedì gli Huskies di Kassel sfoderano una prestazione orgogliosa e s’impongono sugli Hamburg Freezers grazie ad una prova di cuore: a 2’45” dal temine i padroni di casa erano in svantaggio per 1-3 nonostante lo strapotere al tiro (51-23), ma in 1’32” è Alex Leavitt a dare la svolta alla partita, segnando la rete del 2-3 al 17’15” e servendo il disco del pareggio al 18’47”.I supplementari si chiudono senza marcature ed è nuovamente Alex Leavitt a determinare le sorti dell’incontro, segnano il rigore che fissa sul 4-3 il risultato di una partita correttissima.
La sconfitta subita a Francoforte contro i Leoni allontana le Aquile di Mannheim dalle zone alte della classifica e costa al goalie Fredrick Brathwaite il primato nella classifica dei portieri. Il 4-2 finale (2:1; 0:0; 2:1, 37-24 al tiro) ha visto la netta conduzione dei padroni di casa che, dopo aver subito una rete lampo in inferiorità al 3’14”, rimontano e superano gli ospiti, chiudendo il primo periodo in vantaggio. Dopo il secondo drittel senza marcature, i padroni di casa segnano due reti nei primi 7’ chiudendo il discorso: la reazione degli ospiti porta al goal del 4-2 e da quel momento i padroni di casa si limitano ad amministrare il vantaggio.

Tags: ,