Asiago batte Pontebba ed è primo in classifica

di Davide Trevisan

ASIAGO-PONTEBBA 5:3 (2:1,2:0,1:2)

Continua a stupire l’Emisfero Ipermercati Asiago che, dopo la vittoria di questa sera, si ritrova solitario al primo posto in classifica. Nel match dell’Odegar i ragazzi di coach Camazzola hanno avuto ragione di un coriaceo Pontebba che si è arreso solamente al suono della sirena al 60esimo minuto. Partita vibrante e ricca di cambi di scena ma soprattutto corretta e ben giocata da entrambe le formazioni.
Giallorossi che si presentano in pista con l’intero organico a disposizione tra cui spicca l’attesissimo esordio di Tony Tuzzolino. Pontebba invece privo di Margoni, Koivisto, Vernaccini e Stampfer. Ex della partita sono Busa e Rossi tra i padroni di casa e Ambrosi, Armani, Ciresa, Rigoni e Tomasello tra gli ospiti. .
Prima frazione frizzante e ricca d’occasioni con le due squadre che dimostrano di essere in un buon momento di forma come dimostrano i risultati della prima giornata. Asiago che parte forte con Benetti che, sporcando la conclusione di Rodeghiero, per poco non beffa Carpano. Lo stesso goalie trentino risponde presente sulle conclusioni di Plastino, Borrelli e Parco in rapida successione. Al 7° entra in scena il Pontebba: prima è Sparre lanciato a rete a farsi recuperare da De Marchi poi è Guenette con una discesa sulla destra ad esaltare Bellissimo. Asiago arretra patendo la superiorità ed è Rizzo a sfiorare il vantaggio. Al 9° penalità ai danni di Ciresa ma è il Pontebba a passare meritatamente in vantaggio grazie al chirurgico diagonale di Aquino a conclusione di un break solitario. Asiago che sembra accusare il colpo ma lentamente cresce con il passare dei secondi grazie ad una gran prova di carattere della terza linea che al 16° crea lo scompiglio in area friulana. Poco dopo Sparre esalta Bellissimo mentre negli ultimi 18 secondi l’Asiago opera il break con Ryan Menei. L’ala italo canadese al 19.42 si destreggia bene in area e fredda Carpano sul primo palo. Giallorossi galvanizzati che si riversano in attacco trovando la rete a 1 secondo dalla sirena: assist teso di Rodeghiero, Carpano respinge corto ma irrompe ancora Menei per il 2 a 1.

Seconda frazione che si accende al 25° quando ancora Rodeghiero s’invola sulla destra e mette in mezzo: Carpano respinge sbilanciandosi, il puck resta lì e Tessari è lesto a spedirlo in rete. Coach Surenkin chiama time-out ma al 26° Tomasello libera il disco fuori della pista e si accomoda in panca puniti. Asiago non si fa pregare e capitalizza subito l’occasione grazie ad una splendida azione Tuzzolino-Parco-Borrelli con quest’ultimo a siglare la rete del 4 a 1 spedendo il puck nell’angolo alto alla destra di Carpano. Al 27° De Marchi sbaglia l’uscita dal proprio terzo e regala una ghiotta occasione a Guenette che però si fa “ipnotizzare” da Bellissimo. Pontebba che con il passare dei minuti cresce non riuscendo però a capitalizzare al meglio la supremazia nemmeno nelle due occasioni con l’uomo in più capitate nei restanti minuti.
Terzo e ultimo tempo che si apre con Carpano colto in liberazione vietata e Asiago però che non disputa un buon powerplay. Il pericolo scampato da morale alle aquile che si fanno sempre più pericolose arrivando al meritato gol grazie a Sparre che s’impossessa di un disco vagante nello slot e riapre la partita. Asiago stordito non riesce a reagire e la terza rete friulana è l’esempio del momento-no dei giallorossi: Menei e De Marchi non si capiscono, il disco finisce sulla stecca di Tomasello che conclude di potenza, l’estremo giallorosso respinge e Rigoni raccoglie siglando il 4 a 3 al 46°. Pontebba che sembra lanciato verso il pari ma Tuzzolino fa valere la sua classe prima duettando con Johnson e poi battendo Carpano in diagonale rendendo “magico” il suo esordio. Ospiti che non demordono con Sparre che per due volte esalta Bellissimo abile a opporsi. Pochi minuti dopo gran mischia davanti allo slot asiaghese ma la difesa alla fine riesce a liberare. De Marchi conferma di non essere in serata quando al 57° si fa scappare Sparre sulla destra: l’attaccante ospite però grazia l’Asiago angolando troppo la conclusione. Al 58.35 Surenkin toglie Carpano per i sesto uomo di movimento in più alla ricerca di riaprire la partita ma nulla di fatto.
Asiago capolista solitario.

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo (Pavone); De Marchi, Johnson, Lehtinen, Miglioranzi, Plastino, Rossi; Benetti, Borrelli, Busa, Menei, Parco, Pegoraro, Presti, Rodeghiero, Strazzabosco, Tessari M., Tessari N, Tuzzolino.
Allenatore: Jimmy Camazzola

GENERALI AQUILE PONTEBBA: Carpano (Hoffgartner); Ambrosi, Armani (C), Betti, Bolibruck, Larocque Limnell, Lutz; Aquino, Ciresa, Guenette, Rizzo, Rigoni, Sparre, Delfino, Tomasello, Faggioni.
Allenatore: Vesa Surenkin

Capo Arbitro: Giorgio Moschen
Giudici di linea: Aldo Alfi e Luca Marri.

Reti: 10.34 Aquino (Ambrosi, Rigoni) in PK; 19.42 Menei (Rodeghiero, Tessari M.); 19.59 Menei (Rodeghiero, Borrelli); 25.18 Tessari M.(Benetti, Lehtinen); 26.46 Borrelli in PP(Tuzzolino, Parco); 44.11 Sparre (Lutz, Aquino); 46.29 Tomasello (Rigoni); 50.35 Tuzzolino (Parco, Johnson).