30ª giornata ai nastri di partenza

di Franca P.

La regular season è ormai agli sgoccioli e alla data odierna è in programma la 31° giornata del massimo campionato italiano. Partendo dall’alto della classifica fanno una certa impressione i dieci punti di distacco del Ritten Sport dalla seconda in classifica, cioè il Fassa. La squadra di coach Adey dopo aver battuto per tre ad uno il Milano si ritrovano ora sul proprio cammino verso il master round, il Val Pusteria, che al termine di una concitata partita contro il Pontebba si è quatta quatta agguantata i due punti in palio, grazie soprattutto all’ottima reattività dimostrata. La capolista a livello di gioco magari ultimamente non ha entusiasmato, ma quello che più li ha, di fatto, portati ad accumulare tale abissale distacco dalla seconda è la compattezza di gruppo; nessun fuoriclasse particolare, se non Tuzzolino, ma una squadra composta di giocatori operai, in cui ognuno fa il suo dovere…e i risultati si vedono! I lupi giallo neri hanno la ghiotta occasione di superare i cugini del Bolzano, fermi per un turno di riposo e quindi di agguantare in solitaria la quarta posizione in classifica. Se scorriamo il tabellino della giornata, pure la partita in programma al De Toni d’Alleghe ha la sua importanza; le civette curiosamente detengono l’imbattibilità fra le mura amiche e l’ultima sconfitta in casa risale proprio contro gli avversari di stasera, cioè il Fassa. La squadra d’Ivany ha assoluta necessità di punti, perché dietro di loro l’Asiago è a poca distanza, mentre sopra di loro c’è il Cortina a quota 24. Impresa non facile per gli agordini, poiché l’avversario sabato ha fatto una bella scorpacciata di goal contro l’Asiago per undici a quattro. Ladini che detengono il primato di miglior attacco, ma per mantenere la seconda piazza in classifica c’è bisogno di un ulteriore conferma sul campo.

Trasferta insidiosissima per le aquile friulane in quel di Milano; ad attenderli ci sarà il loro vecchio amico Lefebvre che ha lasciato Pontebba qualche giorno fa con destinazione proprio il capoluogo lombardo. Dente avvelenato quindi, ma soprattutto voglia di riscatto, le ultime uscite dei friulani non sono state brillanti e adesso la situazione dietro di loro si sta compattando, quindi è tempo di rimboccarsi le maniche. Pure i rosso blu non vivono certo un periodo positivo, la bruciante sconfitta patita contro la capolista Ritten Sport li ha visti perdere in un sol colpo la seconda piazza, conquistata dal Fassa. Rilassamento e stanchezza pesano molto, ma l’arrivo gradito del piccolo giocatore Lefebvre darà sicuramente un po’ di fiato all’intera squadriglia d’Insam!
Lasciamo per ultime, ma in buona fede, le due squadre che al PalaOdegar si affrontreranno alle 20.30, cioè i locali dell’Asiago e i cugini del Cortina. Giallo rossi che devono riprendersi dopo la batosta di quelle più uniche che rare, subita dal Fassa, che li ha subissati di reti; ben 11, infatti, le marcature subite. Il derby potrebbe ridare un po’ luce alla squadra vicentina, in netta difficoltà in questo periodo, a causa delle troppe assenze registrate per infortunio. Coperta corta quindi per coach Camazzola, ma l’arrivo del già ben inserito De Marchi ha perlomeno ridato un po’ di peso alla difesa stellata, che ora dovrà tirare fuori sul serio gli artigli per risalire la china. Il Cortina è sopra di quattro punti, coach Frycer si è visto interrompere la lunga striscia positiva per opera del Ritten Sport, ma siccome si parla dei campioni d’Italia in carica, si dovrà per forza ripartire da capo per conquistare quanti più punti possibili in vista delle partite che contano davvero!