23ª giornata…alla sirena

di Alessandro R.

BOLZANO-PONTEBBA 3-1: Esordio-bis per Corupe nel nostro campionato e Bolzano che torna al successo dopo diversi passaggi a vuoto. Assenti Insam per i padroni di casa, Stampfer e Vernaccini per i friulani.
E’ assente -ingiustificata- anche la difesa del Pontebba nei primi minuti: dopo appena 30 secondi a segnare è Abel, che trafigge Carpano addirittura da seduto. Nulla da segnalare per un bel po’, almeno fino al 16.02 quando Ciresa ristabilisce l’equilibrio dell’incontro: l’assist è di Rigoni e Russo è battuto. Il secondo drittel si apre con le due formazioni molto più intraprendenti ed i portieri sono chiamati a fare gli straordinari: specialmente Russo non fa rimpiangere assolutamente il titolare Groeneveld. Prima di Corupe in maglia biancorossa e prima rete per il canadese: al minuto 28.08 DeMarchi e Borgatello servono la rete del 2-1. Il tris arriva al 37.43, con capitan Ramoser. Piove sul bagnato per il Pontebba: 10 minuti di penalità per Cavanaugh ma quel che è peggio è che il back-up Russo è in serata di grazia e respinge tutto. Il terzo tempo scorre senza che il punteggio cambi: al 38.49 Vassiliev prova a chiamare il time-out e togliere Carpano come ultimo disperato tentativo, ma il risultato non si sblocca. Il Bolzano raggiunge così la vittoria che mancava addirittura dal 24 novmebre e sorpassa il Pontebba; per i friulani sconfitta che non rovina quanto di buono fatto stasera e nell’ultimo periodo.

VALPUSTERIA-CORTINA 4-3: La partita comincia con un’importnate novità: Gosselin, il coach dello scudetto ampezzano fa le valige. Al suo posto è chiamato Miroslav Frycer. La nuova avventura del coach sembra cominciare in modo terribile, perchè al termine del primo periodo il Valpusteria è avanti addirittura di 4 gol!! Le reti portano le firme di Olsson (3.43), Sedlak (5.06), Mair (15.38) e Oberrauch (16.25): il Cortina appare frastornato. Evidentemente Frycer si fa sentire, perchè nel secondo periodo gli scoiattoli scendono sul ghiaccio ben più decisi e trovano la rete con Timpone in apertura (21.29). Gli ospiti tengono in mano l’iniziativa dell’incontro, mentre il Brunico sembra appagato e intenzionato a controllare il risultato. Attegiamento che non paga, perchè il Cortina accorcia ulteriormente il risultato con Smith al 34.39. Nel terzo periodo il Cortina ci prova, mentre il Brunico ha già la testa al cenone della vigilia: il risultato è che dopo diversi tentativi al 55.17 Dyment segna il terzo gol per gli ampezzani, mettendo tanta paura ai tifosi pusteresi fino alla sirena. Il Valpusteria porta a casa due punti meritati solo fino alla prima sirena; il Cortina, nonostante palesi ancora lacune di gioco e intesa, ha il merito di averci provato fino alla fine: un primo segnale di reazione e svolta?

ALLEGHE-RENON 3-3: Senza Hell e l’influenzato Manuel DeToni, l’Alleghe attende la capolista Renon, che deve rinunciare al solo Hafner.
Nel primo periodo la partita è molto equilibrata, con entrambe le squadre pericolose ed alla ricerca del vantaggio. Le civette sembrano trasformate rispetto alla squadra confusa e sconclusionata che ha incassato 8 gol a Canazei giovedì, e lo spettecolo ne guadagna; anche Moretti sembra essere più concentrato ed attento, tanto che si rende protagonista di pregevoli interventi. Ma il vero protagonista della serata diventa presto Cloutier, che in diverse occasioni salva sugli avanti alleghesi: al 22.55 è addirittura miracoloso su Nicola Fontanive, parando di spalla un tiro a botta sicura. Altra prodezza al 25.25 quando il portiere canadese ferma con la lama del pattino un tiro di Lang. Il forte portiere dei Rittner Buam deve però capitolare al 26.49, trafitto dal bomber agordino Mike Harder. L’Alleghe continua a premere forte sull’acceleratore, ma trova sempre l’estremo difensore ospite sulla propria strada. Dall’altra parte perde lucidità invece Moretti, che in rapida successione incassa due gol: al 37.25 è un tiro apparentemente innocuo di Ashtashenko ad infilarsi alle spalle del portiere alleghese; due minuti più tardi è Tudin a deviare sotto-porta e a portare in vantaggio i suoi. Nel terzo periodo l’Alleghe ci prova e Cloutier è ancora sugli scudi. La partita sembra chiudersi al 50.18, quando una rapida (e bellissima) azione del Renon porta Mather a finalizzare, ma poco dopo (52.28) Fabrizio Fontanive riapre i giochi. La gara si innervosisce e l’arbitro Soraperra comincia ad assegnare diversi minuti ai vari giocatori: il gioco delle penalità consente all’Alleghe di giocare in superiorità 3 degli ultimi 4 minuti dell’incontro e le civette ne approfittano. In 6 contro 4 (Moretti richiamato in panca) Chitarroni fulmina l’ottimo Cloutier per il pari (59.26). Adey chiama il time-out per riordinare le idee ed i suoi ragazzi vanno vicini alla rete della vittoria: questa volta Moretti c’è e l’Alleghe porta a casa un solo punto, ma che sa di vittoria per impegno e forza di volontà.

Tags: