Asiago: poker della capolista

di Davide Trevisan

ASIAGO-RENON 4-2 (0-1;1-0;3-1)

Gran prestazione dei ragazzi di coach Camazzola che, nella partita che li ha visti opposti alla capolista Ritten Sport, si sono brillantemente imposti per 4 a 2. All’Odegar si è giocato il recupero della prima giornata di campionato, quella prima giornata che purtroppo è tristemente nota e viva nella memoria di tutti. Quel tragico 27 settembre, infatti, la partita fu sospesa in seguito alla morte di Darcy Robinson. La società ha deciso, per questa partita, di concedere l’ingresso omaggio a tutti i tifosi. Il Ritten sport scende sul ghiaccio privo di Fauster e di Mather ma con pista l’ex Tony Tuzzolino. Asiago invece con l’intero organico a disposizione.
Il match decolla al sesto minuto con Surma che si rende pericoloso due volte poi, nel prosieguo dell’azione, è MacIsaac ad avere sulla stecca il disco buono ma Cloutier si oppone. In campo c’è solo l’Asiago e DeFrenza da pochi passi non trova la deviazione vincente; a metà frazione primo powerplay della partita a favore dei padroni di casa, con Dorigatti in panca puniti è Busa in “giroporta” a sfiorare la rete ma il gambale del portiere è provvidenziale. Un minuto dopo Asiago che perde malamente il disco e arriva il break del Renon: l’assist teso di Bustreo sul secondo palo è splendido e Scelfo anticipa tutti portando in vantaggio i suoi. Al quattordicesimo altro powerplay dell’Asiago che spinge alla ricerca del pareggio che sarebbe meritatissimo; Cloutier è costretto agli straordinari su Plastino e MacIsaac e, quando non riesce a trattenere il puck, si creano pericolosissime mischie nello slot ospite con il disco che non ne vuole sapere di entrare. Sul finire della penalità Smith sorprende l’Asiago troppo sbilanciato e s’invola solitario fallendo però l’1 contro 0 con Bellissimo. Poco dopo pericolosa azione d’Astashenko con Loya che per fermarlo è costretto a ricorrere al fallo accomodandosi così in panca puniti per 2 minuti. La successiva superiorità ospite è neutralizzata ottimamente dalla difesa altopianese e il tempo si chiude senza altre emozioni.

La seconda frazione si apre con il Renon a sfiorare subito la rete del raddoppio, ma Bellissimo non si fa trovare impreparato. Poco dopo powerplay per i ragazzi coach Camazzola ma, nonostante un’ottima circolazione di disco, Cloutier non corre pericoli. Nei successivi minuti la squadra ospite mette in seria difficoltà la difesa giallorossa costretta a continue liberazioni senza tuttavia capitolare. L’Asiago però pian piano cresce e arriva alla meritatissima rete del pareggio giusto a metà partita: in situazione di powerplay: (Tuzzolino nel penalty box) è di Surma il tocco vincente in mischia. Il gol galvanizza i padroni di casa che neanche un minuto dopo sfiorano il vantaggio con un break di Rodeghiero: disco rubato a Tuzzolino e rovescio che non sorprende il finora miglior portiere del campionato. Dopo questa azione però è il Renon a creare seri grattacapi alla difesa giallorossa con Bellissimo in versione “serranda abbassata”, abile a neutralizzare ogni tentativo ospite.
Terzo tempo che sarà quello decisivo per le sorti della partita. Dopo soli due minuti Vodrazka si accomoda in panca puniti ma il solo a farsi pericoloso è Tuzzolino che in contropiede spiazza Testa con una finta ma trova pronto il portiere a chiudergli lo specchio. L’Asiago sale di tono e trova il vantaggio con Parco lesto da pochi passi a spedire il puck in rete. Gli ospiti s’innervosiscono e Vodrazka si rende protagonista di una brutta carica da tergo che è sanzionata con 2 minuti più 10; la panchina ospite però non ci sta e si “becca” altri 2 minuti di penalità per proteste; Asiago che ha quindi la ghiottissima occasione di allungare avendo a disposizione due minuti di doppia superiorità numerica: dopo una buona circolazione di disco è Stanley a superare per la terza volta Cloutier con un diagonale a fil di palo. Il Renon prova a reagire, ma Bellissimo si destreggia bene salvo capitolare a poco più di due minuti dalla fine su conclusione ravvicinata di Smith che riapre la partita. Al 19.13 Paul Adey chiama time-out e al rientro in pista si gioca la carta del sesto uomo di movimento in più. Ma un ispirato Damian Surma azzera le residue, flebili, speranze ospiti siglando la rete a porta vuota che chiude la contesa.

MARCATORI: 11.54 Scelfo in PK(Bustreo Egger);30.39 Surma in PP (DeFrenza, MacIsaac); 46.43 Parco (Plastino, Borrelli); 47.18 Stanley in 2PP (Plastino, Surma); 57.53 Smith (Astashenko);
59.29 Surma ENG.

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo, Pavone; Basso, Loya (A1), Mac Isaac, Plastino, Rossi, Testa; Benetti, Borrelli, Busa, Defrenza, Mosele, Parco (C), Rodeghiero (A2), Roffo, Stanley, Strazzabosco, Surma, Tessari M, Tessari N.
RITTEN SPORT: Cloutier, Niederstaetter; Astashenko, Bregenzer, Egger (A1), Gruber (C), Hafner, Ploner F, Ploner K, Vodrazka; Bustreo, Daccordo, Dorigatti, , Olson, Rasom, Rottensteiner, Scelfo, Senn, Smith, Tuzzolino, Unterfrauner.
ARBITRI: Pianezze (Soia, De Toni)