IL FASSA SI IMPONE ALL’ODEGAR

ASIAGO-FASSA 2-4 (0-1;1-0;1-3)

di Davide Trevisan

Seconda sconfitta casalinga consecutiva per l’Asiago che cede anche dinanzi al Fassa. Come nell’incontro con il Pontebba i giallorossi pagano la sterilità del reparto offensivo che fatica ancora ad esprimersi al meglio. Padroni di casa che scendono in pista privi dei difensori Forster e Robinson con il primo a scontare l’ultima giornata di squalifica e il secondo reduce dai postumi di uno scontro di gioco durante Asiago-Milano. I ladini sono invece privi dei due terminali offensivi: se per Russel il rientro è previsto tra una decina di giorni per l’altro ”bomber” Deschatelets la stagione è purtroppo terminata complice l’infortunio ai legamenti. Ex dell’incontro sono Ciresa tra gli stellati e la coppia Laurila Tomasello per gli ospiti.
La prima occasione della partita è nella stecca del giovane Planchesteiner che impegna D’Alessandro; un minuto dopo è Parco a sfiorare la rete ma la sua conclusione, smorzata da un difensore, esce di poco. Il Fassa al quinto capitalizza al meglio la superiorità numerica portandosi in vantaggio con il terzino Van Hoof che dalla blu pesca l’angolino. Poco dopo in evidenza ancora il difensore ladino ma questa volta D’Alessandro non si fa sorprendere. Al sesto è il palo a negare la gioia del gol ad un inspirato Surma che, dopo aver esaltato Jensen un minuto dopo, deve fare i conti con la traversa anche al qundicesimo minuto. I ladini si fanno vedere verso il finale quando prima Stevanoni fallisce l’uno contro zero con i giallorossi in powerplay, e poi Bohac incoccia la traversa da posizione ravvicinata. Finale di tempo con l’Asiago in powerplay.

Secondo tempo che inizia con i padroni di casa in superiorità numerica: Leinweber ci prova due volte ma il terzino di Calgary trova sulla sua strada un Jensen molto reattivo. L’Asiago continua a premere e al quinto arriva il meritato pareggio grazie all’ex-Ciresa che dalla blu sosprende Jensen che, grazie alla copertura di Benetti, non ha visto partire il puck. Al 8° in situazione di inferiorità numerica Felicetti fallisce una buona occasione di contropiede; Asiago che poi si difende alla grande anche in doppia inferiorità numerica grazie al buon stato di forma del loro portiere. Sul finire di tempo prima Parco e poi Ciresa sfiorano il meritato raddoppio.
La partenza del Fassa nel terzo tempo è imperiosa e nel giro di un minuto realizza due reti; dopo venti secondi Felicetti irrompe in area finalizzando al meglio un veloce contropiede, mentre qualche istante dopo Soracreppa da posizione impossibile beffa il goalie giallorosso sul primo palo. Al quinto mischia in area ladina con il puck che sembra varcare la riga ma Pichler non è dello stesso avviso. A 10° minuto, con l’Asiago in powerplay, Surma riaccende le speranze infilando Jensen tra i gambali; ma Diego Iori chiude di fatto la partita cinque minuti dopo ribadendo in rete il disco respinto da D’Alessandro su tiro di Kuznik. Nel finale di partita l’Asiago spinge a tutta alla ricerca della rimonta ma purtroppo senza esito.

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: D’Alessandro, Lobbia; Ambrosi, Basso, Leinweber, Loya, Testa, Vellar; Benetti, Cipruss, Ciresa, Mosele, Parco (C), Pittis, Rodeghiero(A1), Roffo, Surma, Tessari, Tessari, Topatigh (A2).

HOCKEY CLUB FASSA: Baur, Jensen; Dantone, Ganz, Kuznik (A1), Laurila, Marchetti, Van Hoof, Zandegiacomo; Bohac, Felicetti (C), Iori, Locatin, Piffer, Planchensteiner, Soracreppa, Stevanoni, Tomasello (A2).

Arbitro: Pichler Karl
Giudici di linea: Loreggia Gregory e Tamiazzo Danilo

Marcatori: 05.26 Van Hoof in PP(Locatin, Tomasello); 25.50 Ciresa (Mosele, Benetti); 40.15 Felicetti (Stevanoni, Laurila); 41.10 Soracreppa (Iori, Tomasello); 51.09 Surma in PP(Parco, Pittis); 55.54 Iori(Stevanoni, Kuznik).