All Stars Piemonte – Egna 4-0

di Alessandro Seren Rosso

Terzo impegno casalingo ravvicinato per l’All Stars, reduce dall’anticipo contro il Vipiteno vinto per 6-4 e dal pareggio contro l’Appiano per 3-3. L’avversario della diciannovesima giornata è l’Egna degli ex Bortot e Kudrna.

Pronti-via e l’All Stars è in inferiorità numerica a causa di una penalità inflitta all’italo Nick Pomponio. La squadra di casa si difende bene ma Canei al 2’25" deve superarsi per ribattere una conclusione ravvicinata di Chelodi. Le squadre tornano al completo e al 3’15" un affondo di Salonen provoca qualche brivido alla retroguardia altoatesina ma il tiro è ben bloccato da De Rouville. Al sesto minuto l’All Stars si trova momentaneamente in doppia superiorità numerica a causa di due penalità fischiate all’Egna, più precisamente a Bortot e a Nevrkla, e spinge sull’acceleratore. Al 7’47" Casale servito da Sacratini sbaglia da pochi passi, la scena si ripete pochi secondi più tardi. In questa occasione comunque l’Egna ha messo sul ghiaccio un ottimo penalty killing costringendo i torinesi a scambiarsi il puck sempre lontani dalla gabbia.

La partita è fiacca e non succede nulla fino all’undicesimo quando la linea dei giovani dell’All Stars riesce a rendersi pericolosa con Di Fabio, vicino al gol dopo un giro dietro porta. Attento De Rouville a chiudere lo specchio con il gambale. Il predominio All Stars continua e al tredicesimo è una combinazione Marchetti – Pomponio a far tremare la squadra avversaria ma il tiro dell’italo è impreciso. Nel primo tempo succede davvero poco altro, le squadre sono attente a non concedere troppo all’avversario e anche l’affaticamento dovuto agli impegni ravvicinati ha fatto sicuramente la sua parte.

Dopo tredici secondi dall’inizio del secondo periodo l’All Stars è in PowerPlay a causa della penalità fischiata a Zanotti ma l’Egna chiude tutti gli spazi. Al terzo minuto Caletti sale in cattedra con una grande azione: strepitoso tocco a saltare l’uomo seguito da un assist preciso per Pomponio il cui tiro è bloccato da De Rouville non senza affanni. Al 3’54" l’arbitro fischia due minuti di penalità a Stefanati e l’Egna finalmente si fa vedere in avanti: bella azione di Kudrna con il disco che viene smistato prima a Nevrkla e poi a Riddel, sul cui tiro Canei si supera e salva il risultato. Un minuto più tardi l’Egna è ancora vicino al gol con Bortot che, lasciato solissimo dalla difesa di casa, si fa ribattere il tiro dal portiere avversario.
La partita però subisce una svolta decisiva al 6’59" quando Capitan Sacratini imbecca Casale che si presenta a tu per tu con De Rouville, lo salta e insacca. Vantaggio meritatissimo per i torinesi nonostante la partita non sia molto avvincente. Un minuto più tardi l’All Stars va vicino al raddoppio con una discesa di Hadzi sventata da De Rouville in prima persona uscendo dall’area per bloccare il passaggio dello sloveno. Al nono tre contro uno in favore dei torinesi: Caletti guida l’azione, poi il disco passa da Salonen a Pomponio ma quest’ultimo tira incredibilmente fuori con De Rouville ormai sbilanciato e quindi fuori dai giochi. La partita cala d’intensità fino al quindicesimo quando l’Egna si riaffaccia in avanti in superiorità numerica (fuori Pomponio per carica scorretta) con un tiro dalla distanza di Delladio ribattuto a fatica da Canei, poi sul ribaltamento di fronte Hadzi si trova in uno contro zero ma De Rouville è davvero bravo a mantenere la posizione e a costringere all’avversario a tirargli sui gambali. Il secondo tempo scorre tra un errore arbitrale e un altro fino al 19’36", cioè al raddoppio All Stars: in inferiorità numerica, passaggio lungo di Lizotte verso Hadzi che dopo aver raccolto il disco sulla blu si catapulta in avanti e trafigge De Rouville nel sette alla sua sinistra.
Alla fine del secondo periodo la squadra di casa è meritatamente in vantaggio di due lunghezze. L’Egna di oggi è davvero poca cosa.

Il terzo periodo inizia con l’All Stars ancora in inferiorità numerica ma l’Egna non riesce a trarre vantaggio dalla situazione. Al secondo minuto Sacratini pecca forse di egoismo non servendo Hadzi in un due contro uno; il tiro è fermato troppo facilmente dal portiere avversario. Dopo l’occasione capitata al Capitano della formazione torinese girandola di penalità, poi l’Egna prova ad alzare il ritmo alla ricerca disperata di un gol.
Ma attaccando molto ci si espone anche tanto e infatti con la squadra sbilanciata in avanti Sacratini trova Hadzi solissimo in neutra già proiettato verso la gabbia avversaria: due finte e De Rouville è battuto per il tre a zero in favore dell’All Stars. I torinesi riescono a trovare anche il quarto gol al sedicesimo con Salonen, che finalizza uno splendido passaggio di Caletti che lo trova proprio a due passi dalla porta. Al diciottesimo, con le squadre in quattro contro quattro a causa delle penalità fischiate a Bortot e Famà per reciproche scorrettezze, Canei legittima il suo shut-out con una grande parata su Zanotti andato il tiro da posizione favorevole centrale.

Vittoria meritatissima per l’All Stars che ha avuto ragione su un Egna davvero sterile in avanti e poco attento dietro. Inconsistenti Chelodi, Kudrna e Bortot. Per l’All Stars molto bene Caletti, in crescita Di Fabio.