La settimana NHL

di Monica.

La nuova settimana NHL si apre con due partite nel lunedì: in Red Wings- Blue Jackets Fedorov fa valere la legge dell’ex e grazie anche ad una sua doppietta ed assist regala a Columbus una buona vittoria per 4-3.
Nell’altro match invece sono i Ducks a lottare contro Calgary. Dopo un road trip di cinque partite la squadra di Anaheim torna a giocare in casa e nonostante tutti pensassero che la stanchezza prendesse piede, i Ducks esplodono nel terzo periodo (terminato con un parziale di 3-0) e grazie all’ennesima vittoria volano sempre più in alto nella Western Conference.
Martedì ritorna il ricco programma della Lega e spicca su tutte la netta vittoria per 5-2 di Montreal sui Buffalo Sabres con doppietta di Higgins e una grande performance del goalie Huet, mentre per i Sabres è la prima volta in questa stagione in cui la squadra perde due partite consecutive.

Il “derby” tra i New York Islanders e i New York Rangers va ai primi: spicca per gli Islanders la tripletta di Jason Blake contro una squadra (i Rangers) ricca di infortuni (tra cui la conoscenza “italiana” Matt Cullen) e di goal subiti (in totale 15 nelle ultime due partite giocate).
Continua invece la discesa libera dei Flyers che vengono battuti per 2-1 da Carolina: Per Philly è la settima sconfitta consecutiva e si confermano per l’ennesima volta la peggiore squadra della Lega.
I Penguins con le loro “young guns” non sono invece capaci di superare i Blues i quali vincono per 4-1 nonostante il suo goalie titolare Legace venga rimpiazzato già al secondo periodo da Bacashihua a causa di sintomi influenzali.
I Lightinig dopo essere stati in vantaggio per 5-2 dopo la fine del secondo periodo, rischiano grosso a causa del “comeback” dei Capitals, ma nonostante questo la squadra di Lecavalier (per lui serata milestone in quanto segna il goal numero 200 in NHL) si porta a casa i due punti fermando il risultato sul 5-4.
Pioggia di goal a Toronto, ma questa volta non per la squadra di casa (che nella gara precedente ne aveva segnati ben nove) bensì per gli avversari, i Panthers che si impongono per 7-3. In risalto soprattutto gli ex Leafers Belfour (33 salvataggi) e Roberts (doppietta per lui).
Rimaniamo sempre in Canada, a Ottawa, ma ancora una volta la storia non cambia: sono sempre gli avversari a vincere e sempre con un attivo di 7 goal: in questo match sono i Bruins ad imporsi sui Sens per 7-2, per Chara ex giocatore dei Senators, è la prima vittoria da avversario in casa degli stessi Ottawa. Degno di nota è anche l’hat trick di Sturm.
Finisce invece agli shootout la gara tra Atlanta e New Jersey dove sono i Trashers ad avere la meglio e Hossa è l’uomo partita in grado di sollevare la squadra di Atlanta dopo cinque sconfitte consecutive (per lui due goal in inferiorità numerica e goal decisivo agli shootout).
Passando ad ovest, Vancouver viene nettamente battuta dai Wild per 5-2: per Minnesota è la seconda vittoria in regulation in 21 turni. Ricchissima di goal è anche la partita che vede schierati gli Oilers contro gli Avalanche: gara molto combattuta tanto che nonostante lo svantaggio, nel terzo periodo gli Oilers pareggiano i conti fermando il risultato sul 6-6 ma ci pensa McLean a regalare i due punti agli Avs ad otto minuti e mezzo dalla fine. La consolazione per Edmonton arriva da Torres che raggiunge il suo punto numero 100 in NHL grazie all’assist per Stoll nel goal segnato durante il primo periodo.
Chiude la serie di gare del martedì la vittoria schiacciante di Calgary sui Los Angeles Kings per 5-3.
Passiamo a Mercoledì dove sono solamente tre le gare giocate tra l’altro tutte tra squadre della Western Conference.
Detroit vince molto facilmente su Columbus per 5-0 e Hasek raccoglie il suo shutout numero 73 e quinto della stagione.
La doppietta di Karya regala ai Predators la vittoria sui Blackhawks per 2-1 ed infine i “soliti noti” Anaheim Ducks vincono ancora e questa volta sono i Stars (ancora privi di Modano) a farne le spese. Per la squadra della California le cose vanno molto bene perché oltre alle vittorie anche i singoli stanno ottenendo buoni risultati e nella gara contro Dallas anche Corey Perry esce dal suo “slump” personale segnando una doppietta.
Passiamo quindi alle gare di giovedì dove Boston vince ancora una volta. Gli sconfitti sono i Canucks ma il risultato è un po’ bugiardo rispetto all’andamento della partita in quanto Boston ha tirato in porta soltanto sei volte nel secondo periodo e nessuna nel terzo mentre Vancouver ha avuto 3 power play negli ultimi 15 minuti di gioco eppure non è riuscita a capitalizzare. Tuttavia c’è da dire che Boston ha nel suo organico un goalie che si sta dimostrando sempre più determinante: Thomas infatti raccoglie con questa vittoria (2-0 il risultato finale) il suo secondo shutout stoppando ben 39 tiri.
Atlanta vince nuovamente agli shootout contro i Pens per 4-3 ancora una volta grazie alla coppia Kozlov-Hossa, ma per i Pens le notizie negative non arrivano soltanto dal ghiaccio ma anche da fuori: infatti la leggenda nonché il proprietario della squadra Mario Lemieux ha annunciato che la franchigia molto probabilmente si sposterà in un’altra città in seguito all’impossibilità di giungere ad un nuovo accordo per la costruzione di una nuova ice arena.
Montreal raccoglie l’ennesima vittoria, questa volta su Philly ed ora si avvicina sempre di più a Buffalo (sono attualmente 5 i punti di distacco tra le due squadre).
Seconda sconfitta consecutiva invece per un’altra canadese, i Senators, che questa volta si devono arrendere in Casa ai Lightinig.
I Panthers raggiungono la terza vittoria consecutiva e battono i Rangers dopo essere stati in svantaggio per due a zero alla fine del secondo periodo.
Il rookie Backes grazie ad una grande prestazione ed anche al suo primo goal in NHL aiuta i Blues a vincere contro gli LA Kings i quali non perdevano contro St. Louis da marzo 2004.
Con doppiette di Afinogenov, Pominville e Kotalik e goal di Lydman Buffalo si impone (dopo la brutta sconfitta contro i Canadiens) per 7-2 sui Predators, la seconda miglior squadra della Western Conference.
Dopo due sconfitte gli Oilers si riprendono e vincono contro i Phoenix per 3-2. Da notare il ritorno tra i pali di Edmonton di Markkannen che non giocava dal 6 dicembre.
Chiude il Giovedì la sfida tra due delle miglior difese della Lega: Stars e San Jose che termina 3-0 in favore degli Stars. Turco non solo raccoglie il suo shutout numero 28 ma registra anche un assist nel goal segnato da Jokinen.
Infine c’è da ricordare che la partita tra gli Avalanche e i Flames in programma proprio giovedì notte a Denver, è stata rinviata in data da destinarsi per ragioni di sicurezza di tutti i tifosi e gli addetti ai lavori in quanto le condizioni atmosferiche proibitive hanno bloccato per neve la viabilità della città del Colorado.