Vittoria con brivido per le Aquile

di Cristian

Pontebba – Val Pusteria 5-4 (4:1)(1:3)(0:0)

Le Aquile si trovano di fronte un avversario la cui penultima posizione in classifica non rispecchia le effettive possibilità: i Lupi della Val Pusteria sono una squadra molto temibile che potrebbe valere i primi quattro posti in classifica. Pontebba che si presenta al gran completo avendo recuperato gli infortunati Stefanka e Donati; anche coach Rolff Nilsson può contare su tutte le sue stelle ad eccezione dei giovani Marchiori ed Erlacher. Dirige l’incontro Moschen con Alfi e Marri.

Primo periodo a senso unico con una sola squadra sul ghiaccio: le Aquile di Pontebba. Gia al terzo minuto di gioco, dopo una discesa di Carlsson, i padroni di casa guadagnano una superiorità numerica e DeFrenza non si lascia sfuggire l’occasione di incrementare il suo bottino personale con la rete del momentaneo vantaggio. Infatti passa un minuto e il Val Pusteria riacciuffa il pareggio con Welling che insacca un passaggio da dietro la gabbia di un compagno dopo appena 14 secondi dall’inizio del power play.

Ma nonostante il gol subito le Aquile non demordono e continuano ad anticipare i dischi diretti alle stecche avversarie così i Lupi di Brunico sono costretti ad intervenite scorrettamente sugli attaccanti friulani. Il Pontebba è cinico e sfrutta ottimamente i power play anche sorprendendo in velocità la difesa del Val Pusteria come in occasione del 2 a 1 quando DeFrenza scende sull’ala e mette in mezzo il disco che viene deviato dalla stecca dell’accorrente Margoni ingannando così Ottoson sul primo palo difeso dal portiere svedese. Sentono il colpo gli ospiti che si innervosiscono ed una spinta da dietro a gioco fermo di Max Oberrauch ai danni di Gorman porta ad una nuova superiorità per il Pontebba che colpisce nuovamente con Margoni lesto ad infilare l’ottimo servizio di DeFrenza da dietro la gabbia. Coach Nilsson chiama un time out per svegliare i suoi ma al quindicesimo minuto ecco che le Aquile allungano sul 4 a 1 con Eronen che con un missile dalla blu batte Ottoson. Timida la reazione degli ospiti che negli ultimi due minuti di gioco inpensierisono Carpano con le conclusioni dei suoi uomini migliori, ovvero Eriksson prima e Moger poi.

L’allenatore svedese del Val Pusteria durante l’intervallo carica i suoi che scendono sul ghiaccio con un altro piglio. La partita è nervosa e l’ex NHL Moger probabilmente è il più irritato visto che nei primi minuti finisce per ben due volte in panca puniti. Questo però carica i suoi compagni che trovano la rete del 4 a 2 (assist perfetto di Eriksson) con Johnson che lascia partire un bolide sul quale nulla può Carpano. Il 5 a 2 di Busa arriva quasi in maniera fortunata quando le squadre sono centrambe con 4 uomini sul ghiaccio e il giovane attaccante, bravo a farsi trovare pronto, insacca un disco vagante davanti alla porta.
A metà periodo Carpano si scontra con un giocatore del Val Pusteria e rimane sul ghiaccio mettendo in apprensione l’intero palazzetto, ma l’estremo delle Aquile si rialza e continua a giocare dopo essersi spruzzato un pò d’acqua sul viso. Al quindicesimo minuto arriva la rete del 5 a 3: un tiro da lontano apparentemente innocuo non viene trattenuto da Carpano ed il disco finisce sulla stecca di Bona che insacca comodamente. Passa un minuto ed arriva la quarta realizzazione degli ospiti che approfittano di questo momento di smarrimento di Carpano e dell’intera squadra delle Aquile che lasca ampi spazi e sciupano così l’importante vantaggio che si erano creati durante la prima frazione: il gol del 5 a 4 con cui si chiude il secondo periodo è del finlandese Turunen.

I Lupi di Brunico sono sempre più motivati e cercano con insistenza la via del pareggio: ci vanno davvero vicini quando Moger in contropiede, e con la squadra in inferiorità numerica, si mangia una grossa occasione tirando sul gambale di Carpano. Nuovo pericolo all’ottavo minuto con Carpano che blocca un disco sulla linea dopo una mischia davanti alla sua gabbia. Le due squadre si affrontano a viso aperto intenzionate a far proprio l’incontro ed arriva anche la zuffa fra Welling e Periard intervenuto a soccorrere il proprio portiere infastidito dal finlandese.
Spinge il Val Pusteria ma resiste la difesa dei padroni di casa che grazie a Carpano che, ritrovata la concentrazione, riesce a far sua una gara davvero emozionante.
Vittoria importantissima per gli uomini di Vasiliev anche considerando le inattese sconfitte di Milano e Bolzano.
Alla fine dell’incontro premiato come miglior giocatore lo sloveno Miha Zbontar.

Tabellino marcatori:
1-0 03:11 DeFrenza (Gorman, Stefanka) [PP]
1-1 04:18 Welling (Turunen, Hofer) [PP]
2-1 08:14 Margoni (DeFrenza) [PP]
3-1 13:38 Margoni (DeFrenza, Eronen) [PP]
4-1 15:25 Eronen (Carlsson, Lutz) [PP]

4-2 30:36 Johnson (Eriksson, Hofer)
5-2 31:53 Busa
5-3 35:06 Bona (Mair, Lennartsson)
5-4 37:31 Turunen (Eriksson, Moger) [PP]

Penalità: Pontebba 16 minuti, Val Pusteria 30 minuti
Tiri in porta: Pontebba 41, Val Pusteria 42