Asiago seppellito da 8 reti dal Cortina

di Davide Trevisan

Asiago-Cortina 3-8 (0:2)(0:4)(3:2)

Imbarazzante sconfitta quella di questa sera all’ Odegar subita dai giallorossi: il Cortina si è infatti imposto per 8 a 3 mettendo in evidenza le crepe difensive dei giallorossi.Tra le fila asiaghesi assente il giovane Gianluca Strazzabosco ma c’è da segnalare che cinque giocatori giallorossi sono scesi in pista in precarie condizioni fisiche;per i bianco-azzurri di coach McKay unico assente Kevin Corupe presente in tribuna con le stampelle.
La partita decolla subito con l’Asiago che mette alle corde gli ampezzani nei primissimi minuti senza però trovare la conclusione vincente;il Cortina si dimostra decisamente più cinico e alla prima superiorità numerica riesce a passare subito in vantaggio grazie alla bordata dalla blu di Matt Smith che trova il varco giusto nel traffico. L’Asiago prova a reagire ma si capisce subito che non è serata quando al 11° Adami porta a due le reti ampezzane spedendo il puck sotto la traversa da pochi passi. Al 17° l’Asiago ha potrebbe ridurre le distanze ma Parco spreca uno splendido assist da dietro porta di Pittis.

La seconda frazione, decisamente di marca cortinese, si apre con il tris del Cortina firmato Deschenes. Al giro di boa Mosele, splendidamente assistito da Surma si mangia incredibilmente il gol davanti a Maund. Due minuti dopo il Cortina cala il poker grazie a Deschenes che dalla blu fa secco D’Alessandro sul palo lontano;al 35° è Francesco Adami a realizzare la quinta rete da pochi passi. Nel finale di tempo c’è gloria anche per Franco Narcisi che, assistito da Loya, fa secco D’Alessandro. Dopo questa rete al goalie canadese gli subentra Nicola Lobbia che fa così il suo esordio stagionale. L’avvicendamento mette finalmente la parola fine a questa opaca seconda frazione dei ragazzi di Sacilotto.
Il terzo tempo sembra sulla falsariga del secondo anche perché al 42° il terzino statunitense Dwyer batte Lobbia con un missile dalla blu. Qui però il Cortina si accontenta e l’Asiago realizza nel giro di cinque minuti tre reti. Al 48° Ciresa, appostato sul palo devia in maniera vincente un bolide dalla blu di Leinweber; poco dopo Pittis spedisce il puck sotto la traversa ed infine Parco da circa tre metri prende la mira fa secco Maund. Nel finale di partita ancora un gol ospite realizzato da Souza che in contropiede fredda Lobbia sul palo lontano.