Merano – Appiano: Le aquile vincono la prima di campionato

di Frana

Il Merano riesce ad imporsi sull’Appiano nonostante una gara contrassegnata da numerose interruzioni arbitrali. Nelle file meranesi ha fatto un’ottima partita il lettone Leonids Tambijevs e il portiere Martin Rizzi. Sull’altro fronte Kelleher ha dimostrato di essere un gran portiere.
Il primo tempo inizia subito con una penalità contro il Merano e dopo 40 secondi da questo episodio il Merano si ritrova a giocare in 3. La squadra di casa deve giocare in 3 uomini per parecchi minuti per poi – al quinto – prendere il gol che manda in vantaggio l’Appiano con il Merano che ha 3 giocatori in panca puniti.
Dopo pochi minuti in doppia inferiorità si ritrova l’Appiano dove il Merano in pochi secondi capovolge con una rete di Gallace che porta il risultato sull’uno a uno. passano due minuti e le aquile riescono ad andare nuovamente in gol con il finlandese Vanhanen. Il primo tempo finisce senza altre emozioni o episodi di importante rilevanza.

Inizia il secondo periodo con il Merano che fa soffrire l’Appiano che però non riesce ad andare in porta grazie a un Kelleher in una serata super. Fino al minuto 12 la partita continua su questi binari, il Merano tira e Kelleher para fino ad una nuova doppia inferiorità che consente agli ospiti un pò di respiro.
L’Appiano però non riesce ad essere incisiva e rischia addirittura di prendere 2 gol nell’arco di 3 minuti. Il secondo tempo, quello più brutto, finisce senza reti e senza altre emozioni.
Nell’inizio del terzo tempo le aquile meranesi si trovano in superiorità e dopo pochissimi secondi Huber lascia partire un tiro che va in rete, dopo poco più di un minuto Pixner trova la marcatura personale.
La reazione dell’Appiano si concretizza al decimo grazie a Hofer. Al tredicesimo minuto Gallace prende una bruttissima steccata non vista dall’arbitro Cavazzana e la rissa si accende istantaneamente riepiendo le due panche puniti.
Dopo qualche istante il Merano sigla il gol numero 5 grazie al fenomeno lettone Tambijevs che chiude virtualmente l’incontro dominato dai giocatori di casa.

Una partita giocata benissimo dalle aquile meranesi che dimostrano di avere (fuori) classe in più invece mentre l’Appiano dimostra di avere classe in più (dentro) con il portiere Kelleher.

HC Merano – HC Appiano 5:2 (2:1; 0:0; 3:1)

HC Merano: Martin Rizzi (Adam Russo); Hannes Oberdörfer, Andreas Huber “A”, Lorenz Von Pföstl, Daniel Told, Mike Knight, Steven Gallace “A”; Christian Timpone, Massimo Ansoldi “C”, Christian Pixner, Leonids Tambijevs, Juha-Matti Vanhanen, Adrian Saul, Stefan Palla, Andreas Palla, Thomas Mitterer, Thomas Pirpamer, Manuel Lo Presti, Thomas Pirpamer;
Coach: Bruno Aegerter

HC Appiano: Timothy Kelleher (Daniel Gänsbacher); Likit Andersson, David Ceresa, Matthias Eisenstecken, David Gorfer, Andreas Pichler “A”, Manuel Schatzer, Maximilian Schmid; Peter Harb, Hannes Hofer, Klaus Hofer “C”, Lukas Martini “A”, Christian Pichler, Markus Malferteiner, Chad Cavanagh, Jeff Neufeld, Tyler Palmiscno, Tobias Ebner, Josef Perpmer, Lorenz Röggl;
Coach: Dough Irwin

Arbitri: Cavazzana (Mirrione – Mandrina)

Reti: 1. tempo: 0:1 – 5’07 Cavanagh (A – Andersson); 1:1 – 15’53 Gallace (M – Tambijevs); 2:1 – 17’04 Vanhanen (M – Saul); 3. tempo: 3:1 – 0’32 Huber (M – Tambijevs); 4:1 – 1’45 Pixner (M – Lo Presti); 4:2 – 10’07 Hofer (A – unassisted); 5:2 – 14’08 Tambijevs (M – Knight)

Tiri in porta: Merano 37 – Appiano 27
Penalità: Merano 42 + 10 Ansoldi cattiva condotta. Appiano 27 + Penalità partita Cavanagh