Intervista ad Andreas Lutz

Vi proponiamo l’intervista fatta ad Andreas Lutz presente al palaghiaccio "Claudio Vuerich" per assistere al torneo Euro Challenge.

Quali sono i motivi della tua decisione di venire a giocare a Pontebba?
Andreas Lutz: Volevo provare l’esperienza di vivere da solo per crescere come persona, lontano da casa, è stata una decisione che ho preso personalmente.

Questo anche in previsione di un possibile futuro all’estero?
AL: Si, sicuramente. La mia volontà è di andare a giocare nei prossimi anni in Germania o Austria.

Quindi speri di fare un buon campionato per farti notare.
AL: Si, spero di giocare bene qua a Pontebba per poi poter andare a fare i Mondiali con la Nazionale: mi è dispiaciuto molto non poter andare a Riga ma ero infortunato alla spalla per cui punto ad esserci in Russia.

Come mai non sei stato convocato per questo Euro Challenge?
AL: Ad agosto durante un torneo in Svizzera ho subito un colpo e sono dovuto stare fermo per un po di giorni quindi non ero pronto per giocare questo torneo.

Cosa ti aspetti da questo campionato col Pontebba?
AL: E’ presto per dirlo, domani iniziano gli allenamenti e poi ci saranno le prime partite. Non saprei cosa dire nemmeno delle altre squadre ma il Pontebba se la giocherà e speriamo di fare il meglio possibile.

Siete in tanti giovani che vogliono emergere: sei abituato a questa lotta per conquistare il posto?
AL: Questo succede sempre ma anche con i "veci". Si deve sempre dare il massimo per provare a migliorare le proprie capacità e dare tutto per la squadra.

Chi conosci dei tuoi nuovi compagni?
AL: Conosco bene Fabio Armani, coach Vassiliev che mi ha sia allenato nelle giovanili, Renè Rizzo e Felix Oberrauch col quale andrò a cercare casa visto che siamo molto amici.

Ti piace il palaghiaccio in cui giocherai?
AL: C’ero stato qualche anno fa ed era più piccolo. Adesso l’hanno ingrandito ed è molto bello, spero venga molta gente a sostenerci.

di Cristian.