Il commento dell’undicesimo turno

di Leopoldo Sandonà

SV STERZING-VIPITENO – SG PONTEBBA 2-2 (0-1; 1-1; 1-0)
Le due inseguitrici dell’Appiano si dividono la posta in palio, non approfittando del pareggio di Torino. A recriminare è il Pontebba, che ha sciupato un doppio vantaggio costruito nella prima metà di gara. Bastavano 10” per il Vipiteno per riavvicinarsi con Sparber. Ancora sugli scudi la coppia d’attacco dei friulani che si confermano ad alti livelli e più che mai competitivi.

HC MERANO – HC NEUMARKT-EGNA 4-1 (1-0; 2-0; 1-1)
Con una prova autoritaria costruita nei primi due tempi il Merano torna a vedere le posizioni di testa. Ottima la prova di Kaye (2G+1A), ma anche Pixner e Ansoldi si sono messi in evidenza. Da parte sua l’Egna retrocede a centro classifica, raggiunto anche dal Gherdeina.

HC TORINO HC – EPPAN-APPIANO 4-4 (2-0; 0-2; 2-2)

Un rigenerato Torino ferma la capolista Appiano. Gara dai molti ribaltamenti di punteggio. Torino sul 2-0 dopo 10’ e fino a quasi tutto il secondo tempo. In pochi minuti Appiano si porta sul pari e alla ripresa delle ostilità gela i piemontesi con due gol. Orgogliosa la reazione dei padroni di casa che agguantano un importante pareggio nel finale.

HC GHERDEINA – HC VAL PELLICE 5-0 (2-0; 2-0; 1-0)
Partita senza storia sul ghiaccio gardenese. I padroni di casa hanno legittimato fin da subito una superiorità netta sugli ultimi della classe. Tripletta per Senoner e doppietta per il capocannoniere Barman. Shut-out per Kelleher. Ancora buio profondo in casa del Valpellice.

SV KALTERN-CALDARO – HC SIEBENEICH-SETTEQUERCE 1-3 (0-1; 1-1; 0-1)
Il Caldaro resiste solo un tempo al Settequerce che guidato dalla coppia Cmunt-Blaha, riesce a non farsi risucchiare nel fondo della classifica. La squadra di casa conferma invece un momento negativo, soprattutto in attacco, e viene raggiunta al penultimo posto dal Torino