Campionati del mondo: Russia-Austria 4-2.

di Francesco.

Russia-Austria 4-2 (1-1,1-0,2-1).

Vienna – Prima della partita Austria-Russia del gruppo A, si è tenuta la Cerimonia d’apertura a ricca di musica e di giochi di luci durante la quale sono intervenuti il presidente della IIHF Renè Fasel e il presidente austriaco Heinz Fischer che hanno dato il benvenuto a tutti gli appassionati di hockey.
La Russia parte bene imponendo il proprio ritmo andando più volte al tiro ma senza creare veri pericoli la loro prima occasione da gol verso il nono in situazione di superiorità numerica, Yashin solo davanti al portiere avversario sbaglia, ma passano pochi secondi quando Ovechkin, visiera oscurata per lui, riesce a controllare molto abilmente il disco ricevuto da Malkin e lo mette alle spalle di Brueckler per 1-0. L’Austria non si fa intimorire e in contropiede mantiene alta l’attenzione del golie russo Sokolov che nulla può quando in inferiorità numerica Setzinger lo batte con una deviazione ravvicinata dopo un tiro respinto di Kalt, pareggiando così il risultato. In avvio del secondo periodo Russia nuovamente in vantaggio in inferiorità numerica grazie ad una disattenzione della formazione austriaca ne approfitta Kharitonov rubando il disco in zona neutra e involandondosi verso la gabbia avversaria deposita il disco in rete. L’Austria reagisce andando al tiro più volte e costringendo gli avversari a qualche fallo di troppo per sventare i contropiedi, con il passare dei minuti il ritmo sul ghiaccio cala e il bel gioco visto nel primo tempo ne risente.

Il terzo prosegue sulla stessa linea del precedente, ma al settimo Raimund Divis da posizione angolata oltre l’ingaggio alla destra della gabbia russa lascia partire un tiro senza alcuna pretesa, Sokolov ci mette del suo e vede passare il disco tra i propri gambali per il pareggio austriaco. La partita prosegue con sterili attacchi che non impensierisco i portieri, verso il minuto 15 spettacolare azione dell’austriaco Setzinger partito dalla zona neutra salta due avversari e costringe Sokolov da straiato ad una difficile parata con la stecca. Proprio quando l’Austria iniziava a credere in un risultato positivo, Kovalev infrangeva i sogni degli avversari andando a segno con un tiro ravvicinato che si infila tra il palo ed il gambale di
Brueckler per il 3-2. I padroni casa tentano la carta dell’uomo di movimento in più togliendo il portiere ma arriva il quarto gol russo con Kovalchuk per il definitivo 4-2. Russia che ha vinto secondo i pronostici ma faticando, affidandosi un pò troppo alle individualità,l’Austria è parsa più squadra, sfortunata nel finale avrebbe meritato di più per quello che ha fatto vedere sul ghiaccio. Migliori giocatori il portiere austriaco Brueckler e il difensore russo Kharitonov.