Milano-Torino 4-1, la cronaca.

di Francesco.

Milano-Vipers ancora imbattuti nel campionato si presentano sul ghiaccio dell’Agorà privi di capitan Busillo, Chitarroni e il polacco Laszkiewicz, Torino in netta crescita arrivano da due vittorie contro l’Asiago in trasferta e contro l’Alleghe in casa. Passano 26 secondi e Adams porta in vantaggio la formazione rosso-blu con un tiro ben piazzato alla sinistra di Kristofer Martin. Tre minuti dopo è ancora il Milano a sfiorare il gol con uno scambio veloce davanti alla gabbia del Torino tra Adams e Tkaczuk che serve Sundstrom ben smarcato ma il tiro dello svedese finisce alto. Il Torino non sta a guardare, i ragazzi di Massimo Da Rin sono determinati e lottano su ogni disco, anche se le conclusioni a volte non sono precise come al quarto minuto sui tiri di Foremsky e di Karhula, Demetz protegge bene la porta del Milano. La partita prosegue con alternando azioni pericolose da ambo le parti come al 7.32 un tiro Helfer deviato involontariamente dal pattino di Oqvist passa poco distante dal palo alla sinistra di un Martin pericolosamente sbilanciato, sul proseguimento dell’azione è Karhula ad impegnare Demetz ad una difficile parata con un tiro potente e preciso. Sono ancora i giallo-blu a proporsi pericolosamente nel terzo milanese al 11.15 con Prochazka che un tiro raso-ghiaccio costringe Demetz ad una bella parata a farfalla deviando così il disco con il gambale sinistro. Ma passano due minuti e il Milano raddoppia, Savoia mette a sedere Martin dopo aver fintato il tiro ma invece passa il disco a Felicetti che comodamente segna. Verso la fine del periodo da segnalare una superiorità numerica per gli ospiti non sfruttata, per fallo di Meneghetti e uno scambio veloce Adams-Tkaczuk con un tiro insidioso del secondo parato da un attento Martin.

Il secondo periodo si apre con una bella discesa di Molteni che dopo aver superato un difensore impegna Martin in una importante parata. Successivamente al 3.18 è Lipponen a far trattenere il respiro al pubblico milanese, l’attaccante finlandese ben pescato sulla blu si presenta davanti a Demetz che devia. Il Milano controlla la partita e a mettersi in mostra è la prima linea d’attacco che non dà modo ai giallo-blu, schiacciati nel proprio terzo, di ragionare, è così che al 8.55 dopo un bel lavoro in balaustra, Sundstrom imbecca Adams che segna a botta sicura per il 3-0. Passa meno di un minuto ed è Helfer a rendersi pericoloso con un preciso tiro che colpisce il palo esterno, nell’azione successiva il gol del Torino, un errato controllo del disco da parte di Felicetti da il via al contropiede giallo-blu, bravo Foremsky nell’occasione ad infilare Demetz in uno contro uno per il 3-1. A concludere
il periodo è Meneghetti a che si vede parato il tiro a tu per tu con Martin.
Nel terzo drittel il Milano continua a macinare gioco e il Torino si propone in avanti con azioni di contropiede come al 2.15 quando Demetz costretto ad una uscita da un errore difensivo, anticipa Kallio ma devia malamente il disco consegnandolo all’attaccante finlandese che da posizione defilata colpisce il palo a porta vuota. La partita prosegue con varie penalità per entrambe le formazioni che però non influiscono sul risultato, come i tiri parati di Raisanen e Kallio per gli ospiti e di Savoia per i rosso-blu. Nel finale il quarto gol del Milano, realizzato da Tkaczuk a porta vuota.