Tulsa Oilers: presentazione

di a.te.

Poche le conferme per gli Oilers dopo un’annata tutt’altro che positiva, compromessa già nel mese di gennaio, quando collezionarono una striscia di 13 incontri senza vittoria. Coach Kaebel è riuscito a trattenere i giocatori più importanti in fase realizzativa, ovvero Jason Bermingham (33+41 in 64), l’ex Brunico Todd Marcellus (29+45 in 64) e l’ex Vipiteno Dan Gravelle (35+37 in 63), oltre a Chris Page, arrivato a metà stagione da Corpus Christi e autore alla fine di 15 goal e 19 assist in 42 incontri. Lasciati liberi i goalie Road Branch, accasatosi ai Motor City Mechanics (UHL), e Tim Kelleher, arrivato a Renon, si è puntato sul paisà Bill Ruggiero e su Sean Fields, appena messo tra i waives dai Bakersfield Condors, che ha sostituito, dopo poche partite, Jeffrey Dotson. Non confermato alcun giocatore della scorsa stagione, in difesa gli Oilers si sono assicurati il roccioso Mario Joly, Josh Akright, dai Kalamazoo Wings (UHL), Tyler Scott, da New Hampshire University, e Alain Cote, mentre hanno rilasciato man mano Nick Stodgell, Matt Hoppe e Scott English, rimpiazzandoli con Malcolm Hutt, in attesa del rientro dall’infortunio di Jean Francois Piche. Se la difesa pare l’anello debole della squadra, sicuramente l’attacco con gli innesti di Klage Kaebel, Jaroslav Cesky e Justin Ossachuk a supporto di Bermingham, Marcellus e Gravelle, sembra il reparto meglio attrezzato. Olivier Maltais, Jason Renard e il confermato Doug Pirnak completano l’organico.

Coach: Butch Kaebel (15-16-07 in CHL)
03-04 Record: 26-25-13
Division: Northeast
website: www.tulsaoilers.com