Merano – Pontebba: la cronaca

di Gianpaolo

MERANO – Il Merano supera alla distanza un Pontebba sceso sul ghiaccio con una mentalità molto difensiva ed incapace di rendersi pericoloso in attacco per lunghi tratti dell’incontro. I padroni di casa hanno palesato qualche difficoltà nell’andare a segno, ma hanno avuto il merito di non perdersi d’animo dopo aver subito l’improvvisa rete del pareggio all’inizio del tempo conclusivo.
I padroni di casa non potevano disporre degli infortunati Markus Brunner e Massimiliano Gallo e del portiere titolare Thomas Tragust vittima di un attacco influenzale. Coach Stefan Mair ha dovuto schierare Günther Aufderklamm a difesa della gabbia ed inserire nel reparto avanzato due elementi del Renon: Matteo Rasom e Daniel Spinell. Nel Pontebba c’era da registrare la defezione di Maurizio Bortolussi, ma erano presenti sul ghiaccio ben sette transfer card.

In apertura di gara occasione per Ruggero Rossi De Mio che lanciato in contropiede si fa respingere il tiro da Canei.
Subito dopo è ancora l’estremo friulano ad intervenire per arginare un’incursione di Hinks. Al 4’ primo tiro del Pontebba con Nick Romano: Aufderklamm respinge di gambale. Due minuti dopo doppia possibilità di tiro per Rossi De Mio dopo un difettoso cambio di linee negli ospiti, ma Canei è sempre attento. All’undicesimo dopo un bel lavoro di Palla è Lo Presti ad avere una grossa occasione solo davanti al goalie avversario ma alza troppo la mira. La pressione del Merano cresce e poco dopo è Lutz dalla blu ad impegnare ancora Canei. Buona opportunità poco dopo per il Pontebba dopo un disco perso da Pircher, ma Aufderklamm salva di gambale sul tiro di Pietrafesa. Al 14’ è Uvaev, libero nello slot, che di rovescio manca di poco la deviazione vincente. Il Merano continua a pungere in avanti ma la difesa friulana non corre grossissimi rischi fino all’ultimo minuto del primo tempo, quando arriva la rete del vantaggio: Hinks da dietro la porta serve l’accorrente Uvaev che sorprende il portiere avversario sul palo più lontano (19’19’’). A fil di sirena è Zöschg a fallire il raddoppio.
Al 2’ del tempo centrale pericoloso passaggio al centro di Rossi De Mio, ma D’Ascanio allontana il puck precedendo un’eventuale deviazione meranese. Un minuto dopo è Öttl in back che non inquadra la porta dopo aver rubato il disco a Pra Floriani. Al 6’ gran botta dalla blu di Huber che Canei devia a fatica. Al 9’28’’ Bagozza penalizza Pircher per ostruzione, ma Aufderklamm non corre pericoli. Scaduta la penalità, azione fotocopia della marcatura dell’1-0, però stavolta Canei non si lascia superare dal tocco ravvicinato di Uvaev. La partita entra poi in una fase di stanca in cui entrambe le squadre non riescono più a costruire occasioni fino al 17’ quando Hinks serve Fraiser che manca di poco la deviazione vincente. Pochi istanti dopo è Rossi De Mio a crearsi lo spazio per tirare in porta, ma non inquadra lo specchio. Al 18’03’’ superiorità per il Merano per effetto di un 2’+2’ contro Luciano Larese che colpisce al volto Huber. Nei primi due minuti Hinks e compagni non riescono a pungere, all’inizio del terzo tempo l’unica opportunità è per Zöschg che non trova il modo di ribadire in gol il disco dopo una respinta corta di Canei su tiro di Fraiser. Al 4’ lo sloveno Nadzisulejmainovic, solo davanti ad Aufderklamm, alza troppo la mira ma si rifà poco dopo servendo un disco facilissimo al connazionale Milan Hafner che deve solo appoggiare nella porta vuota (5’06’’). Per il Merano è tutto da rifare. Al 6’29’’ i padroni di casa usufruiscono di un nuovo powerplay: dopo un paio di tentativi mancati di poco, all’8’28’’ arriva il gol di Fraiser che devia una conclusione dalla blu di Pircher mettendo fuori causa Canei. Al 9’07’’ è Rossi De Mio ad andare in panca puniti, ma sono i friulani a correre dei seri pericoli: Fraiser e Zöschg sfiorano il terzo gol. Dopo un’altra fase in cui succede poco o nulla, al 15’30’’ il Merano ottiene altri due minuti da giocare con l’uomo in più: Canei para su due tentativi di Huber, ma al 17’11’’ non riesce intervenire su un tiro in diagonale di Lutz che termina in rete. Al 19’19’’ gli ospiti tentano la carta del sesto uomo di movimento sul ghiaccio, ma il punteggio non cambia più ed il Merano conquista meritatamente i due punti che gli valgono la testa della classifica.