Terza pista ghiacciata a Bolzano

di Marco Depaoli:

Nonostante il calo di pubblico al Palaonda degli ultimi anni, la voglia di ghiaccio a Bolzano non è mai esaurita, ma la richiesta continua a crescere. Dopo il grandioso Ondawelle di via Galvani e la pista della Sill, presto gli appassionati del ghiaccio bolzanini potranno usufruire di un’altra pista, a pochi passi dal centro, e quindi accessibile a tutti. La Giunta comunale di Bolzano ha dato il via libera al finanziamento (euro 520.000) dei lavori di installazione delle serpentine per produrre il ghiaccio in quella che è attualmente una pista da roller in via Genova, a pochi metri dal ponte sull’Isarco. Al momento la pista di via Genova è costituita da un rettangolo delimitato da una piccola balaustra a cancellata, ottima per il roller hockey, attorniata da un anello per il pattinaggio libero. Lo Schettinodromo, di proprietà comunale, era gestito dal Quartiere S.G. Bosco, che concedeva lo spazio a gruppi sportivi, ricreativi o di altro genere per allenamenti, corsi e manifestazioni. In orari stabiliti il pubblico vi può pattinate liberamente e gratuitamente.

Essendo all’aperto la futura pista per il ghiaccio potrà essere utilizzata durante i mesi invernali, mentre lo "Schettinodromo" tornerà a offrire l’inline durante i mesi estivi. La struttura sarà gestita dal Comune di Bolzano in collaborazione con il Csaa, la società che gestisce anche il Lido e la piscina coperta. Trascorsi 12 mesi il Comune deciderà se proseguire con il sodalizio o passare la gestione a terzi.
Bolzano darà dunque per i suoi cittadini una terza alternativa per gli sport su ghiaccio, senza considerare la miriade di piste a pochi chilometri dal capoluogo di Provincia, mentre ad esempio la Milano del ghiaccio rischia di implodere su se stessa offrendo una sola pista ghiacciata, l’Agorà, ai suoi 1.500.000 abitanti…