Milano – Merano: intervista a Patrice Lefebvre

di Tony Puma e Francesco Tomacelli. Foto di Carola.

Hockeytime: Questa sera, nei primi due periodi, è stato un assedio da parte del Milano. Mohoric ha impedito che il risultato fosse più ampio.
Patrice Lefebvre: Prima partita dei Play off. Loro hanno giocato comunque benissimo. Andare in vantaggio nella serie con la prima partita in casa è stato difficile.

HT: Uno shutout che dà fiducia alla difesa, dopo alcune prestazioni sottotono.
PL: E’ molto importante nei Play off giocare prima in difesa. Giocando così, è più facile poi passare all’attacco.

HT: Sabato a Merano, pensi che la squadra di casa riuscirà a prendere le contromisure?
PL: Speriamo di no. Lo so che è una partita difficile, perchè in casa, loro giocano benissimo. Bisognerà impegnarsi di più.

HT: Con i Play off, Milano cambia marcia.

PL: Siamo un gruppo un po’ vecchio , con un po’ d’esperienza. Abbiamo vinto per due anni e sarebbe bello vincere anche quest’anno. Una partita alla volta e alla fine speriamo che i risultati parlino a nostro favore.

HT: L’anno scorso hai vinto la classifica a punti. Quest’anno il tuo rendimento è stato condizionato dagli infortuni.
PL: Ho giocato 20 partite. Con un campionato come quello di quest’anno con partite contro Egna, Gardena non era prioritario vincere la classifica marcatori. Se si guarda il livello dell’anno scorso, c’è stata più soddisfazione e alla fine abbiamo vinto anche lo scudetto. Sono stato sfortunato quest’anno, spero di aver maggior fortuna con i Play off.

HT: C’è qualche portiere che temi?
PL: No. Tutti i portieri sono difficili da affrontare. A volte siamo più bravi noi attaccanti a segnare, a volte sono più bravi loro a parare.

Si ringrazia Patrice Lefebvre e la Società HCJ Milano Vipers per la disponibilità.