IHL: crollano Valdifiemme e Caldaro, nel Master Round comanda l’Unterland. Al Como il derby lombardo

Il primo turno infrasettimanale regala emozioni e sorprese: nel Master Round l’Unterland si consacra bestia nera del Caldaro e si prende la testa della classifica, favorita dalla serata di vena dell’Alleghe che surclassa il Valdifiemme e si getta nella mischia delle prime posizioni. Nel Qualification Round secondo posto del Como che batte il Varese nello scontro diretto. Risale la china anche l’Appiano.

Vinta la seconda Coppa Italia consecutiva, l’Unterland riprende il proprio cammino in campionato a Caldaro, dove una settimana prima aveva eliminato i Lucci dalla corsa alla coccarda tricolore. E ancora una volta (la terza in stagione) i Cavaliers si ripetono, questa volta imponendosi per 6-1. L’incontro si mette subito in discesa con due powerplay a favore nei primi 6’ di gioco, entrambi concretizzati da Florian Wieser. Come nella finale di Coppa Italia contro il Pergine, la formazione della Bassa Atesina chiude il primo tempo realizzando tre goal, grazie a Martin Graf, tuttavia, contrariamente a quanto accaduto contro le Linci il tentativo di rimonta nel secondo tempo di Jonas Oberrauch è prontamente congelato dall’uno-due di Gabriel Galassiti e Tobias Brighenti. Il risultato è arrotondato al 58’ da Filip Kokoska.

Nella lotta per il vertice del Master Round si inserisce l’Alleghe che mette al tappeto il Valdifiemme, giunto nel bellunese da capolista. Alle Civette bastano 12’ e una mira da far invidia a un cecchino esperto per incanalare la gara sui binari del successo, grazie ai quattro tiri, tutti a segno, di Francesco Soppelsa, Joshua Berger, Nicola Soppelsa (quest’ultimi in situazione di cinque contro quattro) e Edgar De Toni. La rete fiamazza di Gabriel Vinatzer al 18’ è annullata 2’ più tardi dal secondo goal personale di Berger. Il punteggio di 6-1 è fissato al 49’ da Thomas De Silvestro.

Il Como si aggiudica il derby lombardo contro il Varese e soffia ai Mastini il secondo posto del Qualification Round: nella frazione iniziale ai lariani non basta il doppio vantaggio raggiunto in superiorità dalla doppietta di Riccardo Codebò. Sul neutro del PalAgorà, Alessio Piroso trascina i gialloneri dapprima al pareggio tra l’11.33 e il 15.11 e al 33’ firmando il goal del 3-2. Gli uomini di coach Massimo Da Rin non demordono e nel finale di secondo tempo Davide Xamin e Lorenzo Marcati tagliano le gambe ai bosini. I colpi del definitivo K.O. sono messi a referto nei primi 10’ del terzo periodo da Hector Majul e da Xamin, in powerplay.

L’Appiano centra il secondo successo consecutivo contro un Bressanone in caduta libera. Dopo un primo tempo chiuso senza reti,  ai brissinesi non basta il vantaggio firmato al 21.48 da Fabio Kostner. La costante pressione dei Pirati nella frazione centrale costringe Lukas Tauber a gettare il disco fuori dal ghiaccio e dare la superiorità alla formazione d’Oltradige, concretizzata dal pareggio al 39’ di Markus Mair. In un terzo periodo più equilibrato, il protagonista dell’incontro diventa Daniel Arnost: al 48’ con la rete del sorpasso, a 38” dalla sirena, con l’assist per il definitivo 3-1 realizzato da Maximilian Lancsar.

 
Master Round
4a giornata
giovedì 27 gennaio
Alleghe – Valdifiemme 6-1
Caldaro – Unterland   1-6
Riposa: Pergine

Qualification Round
4a giornata
giovedì 27 gennaio
Appiano – Bressanone  3-1
Varese  – Como        3-6
Riposa: Dobbiaco

Classifica Master Round
1.Unterland   18 p.ti (3 gare)
2.Valdifiemme 17 (3)
3.Alleghe     16 (3)
4.Caldaro     16 (4)
5.Pergine     14 (3)

Classifica Qualification Round
1.Dobbiaco    14 p.ti (2 gare)
2.Como        11 (2)
3.Varese      10 (3)
4.Appiano      8 (3)
5.Bressanone   4 (2)

Prossimo turno
Master Round
5a giornata
sabato 29 gennaio
Unterland   – Alleghe
Valdifiemme – Pergine
Riposa: Caldaro

Qualification Round
5a giornata
sabato 29 gennaio
Bressanone  – Varese
domenica 30 gennaio
Como        – Dobbiaco
Riposa: Appiano

Tags: