Si decide ai tiri di rigore l’unico match del sabato della ALPS

(m.g.) Nell’unica partita del sabato della Alps Hockey League, l’HC Gherdëina ed il BEMER VEU Feldkirch, danno vita ad un match all’ultimo respiro, che si decide, a favore degli ospiti, solamente ai tiri di rigore. Dopo che il primo tempo si era chiuso senza reti, a metà del secondo drittel, si registrano due segnature – una per parte – in breve successione. Prima passano in vantaggio gli ospiti con Dylan Stanley; poi, al gol del canadese, risponde in meno di un minuto, il trentaquattrenne finlandese Ville Korhonen. Circa tre minuti dopo, Max Oberrauch, realizza il 2:1 e con questo minimo vantaggio per i gardenesi le due formazioni vanno al secondo riposo. In apertura di terzo tempo gli Austriaci pervengono al pareggio. Questa volta dopo che le precedenti realizzazioni avevano portato le firme di consolidati “cecchini” è un ragazzino terribile a festeggiare il successo personale. L’azione, partita da un tiro del lettone (ventunenne) Antons Trastasenkovs, è conclusa in rete dal diciassettenne Timo Sticha, figlio d’arte in quanto il padre, Thomas ha giocato con Feldkirch, Lustenau e Bregenzerwald e fratello minore, Dennis, è in forza al KAC Future Team. Raggiunto il pareggio, il gioco si fa maggiormente equilibrato. Il risultato resta in bilico anche nei cinque minuti di extra-time giocato in tre uomini di movimento per parte. La “roulette russa” dei tiri di rigore, decide quindi la sfida ed è proprio il giocatore più rappresentativo del match, il canadese Dylan Thomas che – dopo aver aperto le segnature – le chiude, trasformando lo shootout decisivo e dando ai suoi, la gioia della sesta vittoria consecutiva. Con i due punti conquistati, il Feldkirch prosegue la scalata alla classifica e si insedia sulla tredicesima poltrona. Il Gherdëina in piana corsa per il Master Round, si aspettava di trovare un successo che potesse migliorare la sua media punti, ma, senza alcun dubbio la compagine di Selva di Val Gardena, ha dovuto fare i conti con le numerose assenze. Agli ordini di Coach Järvenpää, mancavano: Nicholas Paratoni, Samuel Moroder, Tim Linder, Michael Soelva. Infine anche il nuovo innesto nel roster, Hannes Kasslatter non è stato schierato perchè utilizzato dal Bolzano in ICE, ieri sera, nel match contro il Vienna.

Alps Hockey League | 15.01.2022:
Sabato, 15.01.2022, ore 20:30: Stadio Pranives di Selva di Val Gardena
HC Gherdëina valgardena.it – BEMER VEU Feldkirch 2 – 3 SO (0:0, 2:1, 0-1, 0-0)
Head Coach GHE: Hannu Järvenpää – Head Coach VEU: Michael Lampert
Spettatori: 307 – Tiri in Porta: 45:48 (19:11, 10:20, 14:14, 2:3)
MARCATORI: 28:41 0:1 VEU Dylan Stanley (Niklas Gehringer); 29:35 1:1 GHE Ville Korhonen (Patrick Nocker – Michael Sullmann); 32:52 2:1 GHE Max Oberrauch (Matteo Luisetti – Maximilian Sölva); 41:25 2:2 VEU Timo Sticha (Antons Trastasenkovs); SO 65:00 2:3 VEU Dylan Stanley.
Arbitri: Andrea Benvegnù, Alex Lazzeri, Giudici di Linea: Mauro De Zordo, Davide Mantovani.
Scontri diretti in AHL GHE – VEU 6:10.
Nella foto – in evidenza – il Canadese Dylan Stanley, pilastro, da anni, della formazione del Voralberg. L’attaccante nonostante le trentasette primavere (in realtà compirà 38 anni fra nove giorni, esattamente il 24 gennaio prossimo) è ancora fondamentale nel gioco della formazione allenata da Michael Lampert.

Tags: