Val Pusteria, Asiago, Jesenice e Lustenau vincono con punteggi tennistici.

——————————————————————————————————
Alps Hockey League | sabato 16 gennaio 2021:
——————————————————————————————————
Quella del sabato sera, è stata una giornata molto importante per la lotta alla qualificazione diretta ai playoff. L’emozionante battaglia per i primi quattro posti in classifica del Campionato AHL ha visto, stasera, segnare un punto molto importante a favore di Val Pusteria, Asiago, Jesenice e Lustenau, tutte vincenti con punteggi tennistici. I risultati della serata, ridimenzionano le ambizioni di Salisburgo e Cortina; il Renon vince a Linz ma non convince appieno, mentre il Fassa continua a “girare a tre cilindri” e, solo all’overtime, ha la meglio di un modesto Kitzbühel.
——————————————————————————————————
Il Renon, soffre ma vince sul ghiaccio dello Steel Wings Linz. I Buam dopo aver chiuso, sorprendentemente, in svantaggio per uno a zero il primo drittel, sono riusciti a ribaltare ampiamente il risultato grazie alle (tre) reti di Radovan Gabri, Andreas Lutz e Michael Lang. Con i tre punti conquistati il team del Presidente Thomas Rottensteiner, sale a quota 28 punti, festeggia la terza vittoria consecutiva anche se, in classifica generale, resta ancora un po’ troppo lontano da quella quarta posizione che concede l’ingresso matematico ai play off.

Sabato, 16 gennaio 2021, ore 19.00: Donauhalle di Linz
Steel Wings Linz – Rittner Buam 1 – 3 (1-0, 0-2, 0-1)
Arbitri: BRUNNER, DURCHNER, Moidl, Reisinger.
Scontri diretti assoluti in Alps: 0:3 per il Renon/ Tiri in Porta:9-12/5-25/5-11/ TOTALE= 19 – 45.
MARCATORI: 11:55 1:0 EQ SWL Fabio Rohm (Arcuri – Kail); 35:46 1:1 SH1 RIT Radovan Gabri (Simon Kostner – Markus Spinell); 38:27 1:2 GWG PP1 RIT Andreas Lutz (Markus Spinell); 55:08 1:3 EQ RIT Michael Lang (Prast – Pechlaner);
——————————————————————————————————
I Campioni d’Italia “giocano a tennis” sul ghiaccio di Salisburgo. La formazione di Petri Mattila, in grande spolvero, stende il “Farm Team” del Salisburgo con un largo punteggio al termine di una gara largamente dominata. Con i tre punti conquistati, l’Asiago riesce a scavalcare i “giovani torelli”, proiettandosi in una posizione di classifica generale più consona alla storia ed alla forza della formazione dell’Altipiano. I padroni di casa passano in vantaggio con una segnatura del diciannovenne tedesco della Bassa Sassonia/Niedersachsen, Danjo Leonhardt. Prima della fine del tempo, in quattordici secondi, i giallo-rossi ribaltano il risultato con le segnature di Matteo Tessari e Steven McParland. Poi, alla mezz’ora, il goal di Marco Rosa in short hand, spezza le gambe ai padroni di casa. Sul risultato di 1-3 l’esito della gara sorride completamente agli ospiti che vanno ancora in rete con Alex Frei, Matteo Tessari e Alexander Gellert.
Sabato, 16.01.2021, ore 19.15: Eis Arena di Salisburgo
Red Bull Hockey Juniors – Migross Supermercati Asiago Hockey 1 – 6 (1-2, 0-2, 0-2)
Arbitri: HLAVATY, LOICHT, Legat, Voican.
Scontri diretti assoluti in Alps: 2:7 per Asiago / Tiri in Porta: 9-17/8-13/15-8/ TOTALE= 32 – 48.
MARCATORI: 18:07 1:0 SH1 RBJ Danjo Leonhardt (Eham); 19:11 1:1 PP1 ASH Matteo Tessari (Ginnetti – Marchetti); 19:25 1:2 GWG EQ ASH Steven McParland (Marchetti – Magnabosco); 31:28 1:3 SH1 ASH Marco Rosa; 36:21 1:4 EQ ASH Alex Frei (Mantenuto); 49:58 1:5 EQ ASH Matteo Tessari (Stevan); 50:53 1:6 PP1 ASH Alexander Gellert (Magnabosco – Rosa);
——————————————————————————————————
Il Cortina dopo quattro vittorie consecutive perde, in Austria, una gara giocata con poco discernimento tattico. Gli scoiattoli, dopo le avvisaglie negative della seconda parte della gara casalinga contro il KAC hanno perso una gara che, giocata con maggiore costrutto avrebbe avuto un epilogo ben diverso. Gli ampezzani, già privi del loro portiere titolare, ancora una volta, fermo per infortunio, non hanno protetto adeguatamente il suo backup, Martino Valle da Rin, lasciando, nei primi due drittel, alla formazione giallo-verde, troppo spesso, la possibilità di giocare in controfuga. Ed è proprio con delle ficcanti ripartenze che sono infatti arrivate le prime due segnature della partita con Maximilian Wilfan (Tripletta / Hat trick per lui con 4 punti – 3G/1A) e Arturs Ozolins (2G/0A). Dopo aver accorciato le distanze con Phil Pietroniro nella seconda metà del primo, nel secondo drittel gli Ampezzani, se possibile, hanno giocato dando ancora più ghiaccio agli avanti di casa che, ringraziando, sono andati in goal altre due volte (Wilfan e Loibnegger). Nella terza frazione di gioco, abbiamo, finalmente, visto il vero Cortina che ha schiacciato nel suo terzo difensivo i Leoni giallo-verdi ed è andata in goal due volte con Cazzola prima e Marco Sanna, poi. Quindi, a quattro minuti dalla sirena, sul punteggio di 4-3 Phil Pietroniro si è beccato un 2+2 per “High-sticking” cioè per “Bastone Alto” e questo episodio ha di fatto chiamato fuori dai giochi la formazione di Ivo Machacka. Lo Head-Coach Cortinese, per cercare di recuperare un risultato già compromesso, ha dovuto rischiare, togliendo il portiere per inserire un “Extra Player”, cioè un uomo in più di movimento. La mossa disperata, ha consentito al team Austriaco di andare due volte in rete dando al punteggio una dimensione assolutamente troppo penalizzante per il Cortina. Ricordiamo che, a causa delle fortissime nevicate abbattutesi su tutto il Voralberg, per il pericolo di caduta della neve dal tetto, l’arena Rheinhalle di Lustenau era stata chiusa per motivi di sicurezza e che, per tale ragione, la gara si è disputata sulla pista ghiacciata del Messe Stadion di Dornbirn.
Sabato, 16.01.2021, ore 19.30: Messestadion di Dornbirn.
EHC Lustenau – S.G. Cortina Hafro 6 – 3 (2-1, 2-0, 2-2)
Arbitri: OREL, PODLESNIK, Holzer D., Wimmler.
Scontri diretti assoluti in Alps: 3:5 per il Cortina/ Tiri in Porta: 10-9/11-8/7-13/ TOTALE= 28 – 30.
MARCATORI: 08:14 1:0 EQ EHC Maxmilian Wilfan (D’Alvise – Grabher Meier); 09:36 2:0 GWG EQ EHC Arturs Ozolins (Haberl); 11:59 2:1 EQ SGC Phil Pietroniro (Sanna); 21:46 3:1 EQ EHC Maxmilian Wilfan (Krammer – D’Alvise); 26:25 4:1 EQ EHC Lucas Loibnegger L. (König – Haberl); 49:50 4:2 EQ SGC Mike Cazzola (Vainonen – Phil Pietroniro); 54:45 4:3 EQ SGC Marco Sanna (Emanuel Larcher-Luca Barnabo); 58:47 5:3 EN PP1 EHC Maxmilian Wilfan; 59:18 6:3 EN EQ EHC Arturs Ozolins (Maxmilian Wilfan – Connelly).
——————————————————————————————————
Il Fassa ha la meglio, solo all’overtime dello Stadtwerke Kitzbühel. I Falcons in crisi di risultati, avendo perso tutte e tre le partite del nuovo anno, non hanno brillato particolarmente neppure stasera e sono riusciti ad avere la meglio delle Aquile Tirolesi solo a 46 secondi dalla fine dei cinque minuti di tempo supplementare. In realtà la vittoria della formazione guidata da Coach Marco Liberatore, è stata “pesantemente” aiutata da un clamoroso errore tattico della panchina austriaca. Al minuto 61:47 infatti, per un errato cambio, il Kitzbühel, si è trovato con un uomo in più sul ghiaccio. La sanzione, automatica, è stata comminata alla squadra ospite ed il capo Coach svedese Charles Franzén, ha mandato “in confessionale” il suo compaesano Pontus Wernerson Libäck, lasciando sul ghiaccio i tre giocatori di movimento David Kreuter, Mario Ebner e Friedrich Schröder, davanti al portiere Dominik Frank. Il Fassa, grazie alla penalità inflitta agli avversari ha, di contro, potuto giocare con quattro uomini di movimento: Mans Hermansson, Martin Castlunger, Edoardo Caletti e Daniel Tedesco, davanti al portiere svedese Arvid Ljung. Questa linea e questo atteggiamento prettamente offensivo ha premiato la formazione di casa che dopo 1:27 secondi di power play ha trovato con un “one-time” dalla distanza del ventisettenne terzino svedese il goal della vittoria che, peraltro, premia anche la prestazione di quel giocatore che, almeno stasera, è stato il migliore visto sotto i lamellari dello Scola. Il Fassa, in attesa della difficilissima trasferta all’Hodegart, in programma martedì sera (ore 19:00), “arraffa” i due punti, mantiene l’undicesima posizione, ma resta, purtroppo, ancora lontano da quelle che contano.
Sabato, 16.01.2021, ore 19.30: Gian Mario Scola di Alba di Canazei
SHC Fassa Falcons – EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 3 – 2 (1-1, 1-1, 0-0, 1-0)
Arbitri: BENVEGNU, PINIE, Cristeli, Fleischmann.
Scontri diretti assoluti in Alps: 6:5/ Tiri in Porta: 13-13/10-11/10-7/3-1/ TOTALE= 36 – 32.
MARCATORI: 02:47 0:1 EQ KEC Pontus Wernerson (Linus Wernerson – Havlik); 06:16 1:1 EQ FAS Fabrizio Pace (Iori – Hermansson); 29:46 1:2 EQ KEC Pontus Wernerson (Gartner – Havlik); 39:13 2:2 EQ FAS Daniel Tedesco (Caletti – Iori); OT 64:14 3:2 GWG PP1 FAS Mans Hermansson (Tedesco).
——————————————————————————————————
Il Val Pusteria vince largamente contro il Bregenzerwald formazione rivelazione di questa fase del torneo e proveniente da una grande vittoria nel sentitissimo derby del Voralberg contro il Feldkirch. Gli Austriaci, che prima del match occupavano l’ottava posizione, sono arrivati a Brunico con la concreta, speranza di poter agganciare, per la prima volta nella storia della Alps Hockey league, il treno della qualificazione diretta ai Playoff. Invece, la gara è andata in modo totalmente diverso da come Lipsberg e compagni auspicavano. Il Val Pusteria, che aveva da far dimenticare la recente brutta sconfitta in terra Slovena, è, infatti, partito fortissimo. Le prime occasioni capitano sulle stecche di Cristellon e Schweitzer. Poi, col primo power play (Alexander Maxa in panca puniti per bastone alto) i Pusteresi trovano il vantaggio con Raphael Andergassen. Il goal nasce da un “one-time” di Armin Hofer dalla distanza: Felix Beck respinge ed Andergassen è pronto e ben appostato per spingere il puck, infilandolo dentro alla porta. Il raddoppio di Bryson Angelo Cianfrone è stato il goal più spettacolare della serata. L’azione è nata da una invenzione di Tommaso Traversa (nella foto) che ha servito in maniera esemplare l’attaccante italo-canadese, il quale, al volo, ha infilato il disco sotto la traversa della gabbia di Beck. Il 3-0 arriva poco dopo con una deviazione di Brett Perlini su tiro di March. Nel secondo drittel gli ospiti appaiono molto più motivati e già dopo 30 secondi Furlong è chiamato agli straordinari sulla conclusione di Philipp Pöschmann. I Lupi, però, non stanno a guardare e al 21:35 fanno il 4-0 con Simon Berger, bravo a deviare, sotto porta, un tiro di Danny Elliscasis dalla blu. In power play (Alex De lorenzo meo, nel “confessionale” dei puniti) gli austriaci fanno il 4-1 con Philipp Pöschmann, imbeccato dal bravissimo Daniel Ban, vero e proprio cuore pulsante di tutte le manovre delle tigri nero-Verdi. Il 5-1 è tutto merito di Gianluca March che dalla blue, fa tracciare al suo puck una traiettoria in grado di superare gambe e bastoni di amici ed avversari e concludere la sua corsa in fondo alla gabbia. In mezzo a tanta festa giallo-nera, non poteva certamente mancare l’acuto del goleador Pusterese più prolifico in attività. Ecco, allora, che, al 36:09, arriva anche il turno di Max Oberrauch lesto ad iscriversi alla goleada dei ragazzi di Luciano Basile. Sul 6-1 e col risultato abbondantemente “in ghiaccio”, i Lupi abbassano un po’ il ritmo della gara e concedono qualcosa di più agli avversari che trovano due goal che mitigano, almeno parzialmente, la pesante sconfitta che stava maturando ai loro danni sulla pista del Lungo Rienza. I due goal di Roberts Lipsbergs (apparso – però – sottotono questa sera) e Julian Zwerger, sempre su conclusioni di Daniel Ban, non cambiano il senso ad una gara che ha visto in gran spolvero il team Pusterese. Il cammino dei Lupi in AHL, continuerà tra una settimana con un’altra partita casalinga: il 23 gennaio le Aquile di Kitzbühel saranno infatti ospiti allo stadio Lungo Rienza.
Sabato, 16.01.2021, ore 20.00: Lungo Rienza di Brunico
HC Pustertal/HC Val Pusteria – EC Bregenzerwald 6 – 3 (3-0, 3-2, 0-1)
Arbitri: GIACOMOZZI F., STEFENELLI, Bedana, Piras.
Scontri diretti assoluti in Alps: 8:1 per il Brunico/ Tiri in Porta: 16-4/19-9/6-11/ TOTALE= 41 – 24.
MARCATORI: 06:20 1:0 PP1 PUS Raphael Andergassen (Armin Hofer – Brett Perlini); 11:04 2:0 GWG EQ PUS Bryson Cianfrone (Tommaso Traversa – Raphael Andergassen); 15:08 3:0 EQ PUS Brett Perlini (Gianluca March – Massimo Carozza); 21:35 4:0 EQ PUS Simon Berger (Danny Elliscasis – Yuri Cristellon); 22:41 4:1 PP1 ECB Philipp Pöschmann (Daniel Ban); 32:26 5:1 EQ PUS Gianluca March (Armin Hofer – Simon Berger); 36:09 6:1 EQ PUS Max Oberrauch (Massimo Carozza – Brett Perlini); 39:55 6:2 PP1 ECB Roberts Lipsbergs (Daniel Ban – Akerman); 51:01 6:3 EQ ECB Julian Zwerger (Daniel Ban – Skec).
——————————————————————————————————
Che lo Jesenice fosse in uno splendido periodo di forma psico-fisica lo dicevano già gli ultimi risultati. Dopo la sconfitta patita all’Hodegart, in una gara nella quale, peraltro non aveva demeritato di fronte a cotanto avversario, Il team di Mitja Sivic, aveva infilato una serie di tre risultati casalinghi positivi consecutivi, battendo i Broncos, il KAC ed il Val Pusteria. Stasera al Pranives, dopo i tre citati acuti interni, è giunto per gli sloveni, anche il momento di mostrare la propria forza lontano dal ghiaccio di casa. I Red Steelers hanno messo in evidenza un Zan Jezovsek in forma smagliante. Il ventitreenne attaccante ex Lubiana, dopo la doppietta rifilata al Val Pusteria, stasera, è andato a segno tre volte chiudendo la gara con quattro punti realizzati (tre goal ed un assist 3G/1A). Questo risultato, e queste continue prestazioni hanno ribadito che chi vorrà ottenere l’ingresso diretto ai playoff, dovrà, gioco forza, fare i conti – anche – con il team che rappresenta la splendida cittadina dell’Alta Carniola. Il Gherdëina, alla prima dopo l’esonero di Coach Erwin Kostner, conferma tutte le difficoltà di gioco evidenziate nell’ultima parte della stagione.
Sabato, 16.01.2021, 20.30: Pranives di Selva di Val Gardena
HC Gherdëina valgardena.it – HDD SIJ Acroni Jesenice 1 – 6 (0-1, 1-2, 0-3)
Arbitri: EGGER, LAZZERI, De Zordo, Mantovani.
Scontri diretti assoluti in Alps: 3:7 per Jesenice/ Tiri in Porta: 4-19/20-12/8-14/ TOTALE = 32 – 45.
MARCATORI: 10:21 0:1 GWG EQ JES Zan Jezovsek (Blaz Tomazevic); 26:21 1:1 EQ GHE Michael Sullmann Pilser (Wilkins – McGowan); 36:27 1:2 GWG EQ JES Saso Rajsar (Hebar – Urukalo); 39:53 1:3 EQ JES Erik Svetina (Sodja – Crnovic); 46:23 1:4 EQ JES Zan Jezovsek (Blaz Tomazevic); 48:32 1:5 EQ JES Zan Jezovsek (Blaz Tomazevic – Scap); 51:04 1:6 PP1 JES Mirko Dumic (Jezovsek – Masic).

——————————————————————————————————

Tags: