IHL Div. I: prosegue la lotta a distanza tra Milano e Dobbiaco

La ripartenza del campionato non modifica le forze in campo in IHL Division I: il Milano vince a Laces, il Dobbiaco gli fa eco dalle mura amiche regolando il Valpellice Bulldogs. Solo lo scontro diretto tra “Orsi”, in programma sabato 23 gennaio, dirà chi sarà il capobranco del torneo. Il Piné si conferma terza forza. Successo a sorpresa del Cadore a Bolzano.

Avvio scoppiettante a Laces tra Val Venosta e Milano Bears: Federico Colombo deposita il disco alle spalle di Johannes Tappeiner alla prima occasione, la risposta degli Eisfix è immediata e arriva dalla stecca di Manuel Linser. I padroni di casa sfruttano ogni sbavatura dei meneghini riuscendo a ribaltare il punteggio al 10’ per mano di Maximilian Pircher. Nel secondo tempo i Bears aumentano il forechecking, il controsorpasso è servito da Colombo e Lorenzo Piccinelli (in power play). Alla terza penalità della partita, gli uomini di coach Massimo Da Rin vengono puniti dal 3-3 di Michael Pircher. Il pareggio ha vita breve, al 3” dal secondo intervallo Francesco Taufer riporta in vantaggio i rossoblù; nell’ultima frazione di gioco Domenico Perna, Gianluca Tilaro e Andrea Fadani (gli ultimi due in inferiorità) mettono fine alle ostilità.

Dobbiaco piega 6-3 il Valpellice Bulldogs e risponde ai saimini a stretto giro di posta; il risultato, però, non deve trarre in inganno, anche i pusteresi hanno avuto le loro gatte da pelare: all’uno-due al 10’ di René Bachmann e Klaus Volgger, i torresi rimediano con Lorenzo Martina. E nonostante il nuovo allungo in doppio power play di Thomas Trenker, Andrea Gay, nella stessa situazione di gioco, e Daniele Salati hanno la forza di riaprire la partita. Gli sforzi profusi non sono sufficienti a fermare la rabbia degli Icebears, riportati nuovamente avanti al 39.13 da Trenker. Solo nel terzo periodo Denis Soravia (in superiorità) e Giulio Zandegiacomo danno la certezza dei tre punti.

Con il successo per 4-2 sul Real Torino, il Piné tiene nel mirino le capoliste: i trentini mostrano sul ghiaccio una buona forma, nonostante il lungo periodo senza gare, a difesa della gabbia debutta Patrick Mello; costretti gli avversari a chiudersi in difesa, Giovanni Gottardi e Francesco Decarli, in power play, chiudono il primo tempo sul 2-0. Sempre in situazione di superiorità Francesco Pertoldi graffia realizzando il momentaneo 3-0. Il triplo vantaggio illude gli uomini di coach Lukas Grossrubatscher di aver archiviato la pratica, Gianluca Stefanati e Riccardo Corio li riportano alla realtà riaprendo i giochi, rimasti tali fino al 59.04, quando Daniele Colombini li chiude definitivamente con l’ultimo goal della serata a porta vuota.

Primi punti per il Cadore, nuova denominazione dell’ex Pieve: i bellunesi controllano le operazioni di gioco nel primo tempo, l’1-0 è raggiunto a fine del periodo per merito di Patrick Meneghetti. Le parti s’invertono nella frazione centrale, gli uomini di coach Fabio Larcher raggiungono il pareggio con Matthias Castlunger. Seppur sottopressione i cadorini trovano in Giorgio Panciera e Tobia Fantinel i sussulti necessari per allungare e mettere in sicurezza i tre punti.

 
Risultati
4a giornata
sabato 16 gennaio
Bolzano/Trento – Cadore    1-3
Dobbiaco – Valpellice      6-2
Piné – Real Torino         4-2
Val Venosta – Milano Bears 3-7

Classifica
1.Dobbiaco            12 p.ti (4 partite)
2.Milano Bears        12 (4)
3.Piné                 9 (4)
4.Valpellice Bulldogs  6 (4)
5.Bolzano/Trento       6 (4)
6.Cadore               3 (4)
7.Val Venosta          0 (4)
8.Real Torino          0 (4)

Prossimo turno
5a giornata
venerdì 22 gennaio
Cadore – Piné

sabato 23 gennaio
Milano Bears – Dobbiaco
Real Torino – Val Venosta
Valpellice – Bolzano/Trento

Tags: