Bolzano, altro tris al Linz

Angelo Miceli (foto Tatiana Munerato)

L’ Hockey Club Bolzano realizza un gol per tempo e tanto basta per domare i Black Wings di Linz, in questo momento una nobile decaduta della ICE Hockey League. La partita, disputata al Palaonda, termina 3-0 per i Foxes, mentre per gli ospiti da segnalare solo il palo clamoroso colpito da Umicevic ed un paio di mischie, più o meno pericolose, davanti alla gabbia di Leland Irving che, per la seconda volta in stagione, riesce a mantenere la propria porta inviolata.

La partita comincia con il Bolzano che mette da subito sotto pressione la difesa avversaria, impedendole di ragionare e di organizzare un’uscita di zona pulita; arriva così la prima occasione del match con Domenic Alberga, la cui conclusione è respinta quasi d’istinto da Kickert. Per il portiere austriaco sono le prime avvisaglie di una serata che sarà particolarmente impegnativa. Quando Hytonen si siede in panca puniti per la prima penalità della partita, il portiere dei Linzer deve mettere una pezza sui tentativi di Halmo prima e Gazley poi. Tornati in 5 contro 5, il Linz riesce ad organizzare una difesa strenua ed efficace, impedendo al Bolzano di trovare dei tiri facili ma rischiando quando i Foxes ci provano con triangolazioni efficaci, come capita quando Alberga serve per Giliati e Kickert abbassa i gambali appena in tempo per non essere beffato. Gli ospiti provano a reagire con un tiro di Lahoda, ma il disco finisce sopra la traversa; sul fronte opposto ci prova Dustin Gazley, ma Kickert ci mette la punta del gambale e salva, così come riesce salvare su due mischie consecutive davanti alla sua gabbia. Il Bolzano gode di una seconda superiorità numerica e, dopo due tentativi andati a vuoto, a una ventina di secondi dallo scadere della penalità avversaria, fa centro: Dennis Robertson prova la conclusione che viene smorzata e deviata da un difensore, Daniel Frank recupera il disco e, dopo aver fatto sedere Kickert, serve al centro dove arriva Angelo Miceli che insacca il più facile dei gol. La reazione degli ospiti si consuma tutta o quasi nel palo clamoroso colpito dal tiro di Umicevic deviato da un difensore biancorosso. Nel finale di frazione, ci prova anche Mike Halmo in contropiede, ma Kickert ci mette il gambale e, al primo riposo, le due squadre vanno negli spogliatoi con i padroni di casa avanti di una sola rete.

Stefano Giliati (foto Andrea Giovinazzi – HCBfans.net)


La frazione centrale comincia sulla falsariga della prima, con il Bolzano che preme ed il Linz che prova ad alleggerire con le ripartenze; dopo un tiro degli ospiti ben deviato da Irving, i Foxes sfiorano per due volte il raddoppio, prima con Brett Findlay e poi con Nick Plastino, ma in entrambi i casi è bravo il goalie ospite a salvare la propria porta. I Black Wings si arroccano in difesa e quindi i biancorossi ci provano con i tiri dalla media e lunga distanza che non creano troppi grattacapi alla retroguardia ospite che, però, combina la frittata perdendo il disco in uscita di zona: Marco Insam recupera il disco nel terzo di attacco togliendolo dalla stecca di un difensore e serve per Stefano Giliati che, tutto solo davanti a Kickert, lo aggira ed infila la rete del raddoppio. Il Linz barcolla e viene tenuto sulla linea di galleggiamento da Kickert che compie anche un miracolo sulla conclusione ravvicinata di Mike Halmo. Solo nel finale di tempo gli ospiti tentano di farsi vedere vedere dalle parti di un Irving quasi inoperoso ma sempre attento e pronto a salvare sulle conclusioni di Hytonen e Pichè. 2-0 Bolzano dopo 40 minuti.

Daniel Frank (foto Andrea Giovinazzi – HCBfans.net)

La squadra ospite comincia l’ultima frazione all’attacco, nel tentativo (vano) di riaprire il match ma, a parte un paio di mischie davanti alla gabbia di Leland Irving, non riescono a creare veri pericoli al goalie biancorosso; sul versante opposto Anthony Bardaro ci prova due volte, ma trova sempre Kickert a sbarrargli la strada. I Black Wings si fanno vedere con Lebler, al primo acuto della partita, ma è bravo Irving a chiudergli la porta; dalla parte opposta, Alex Trivellato ci prova dalla blu di attacco e Miceli arriva con un attimo di ritardo sul disco e non riesce a toccarlo in rete. I Foxes tengono alta la pressione sugli avversari, sporcando un numero incredibile di dischi in zona neutra e applicando un pressing asfissiante sulla difesa ospite fino a quando non la costringono all’errore: Daniel Frank intercetta il disco sulla blu di attacco ed entra in zona offensiva; passaggio per Miceli che scambia con Bernard, il cui tiro ravvicinato viene respinto fortunosamente da Kickert il quale però non può fare nulla sul tocco vincente di Frank che insacca il gol del 3 a 0 e chiude virtualmente il match. I minuti che mancano alla sirena finale vedono i biancorossi gestire bene il possesso del disco, mentre gli ospiti sembrano essere in piena riserva di energie e così, allo scadere dei 60 minuti di gioco, il Bolzano può festeggiare la quarta vittoria consecutiva in 4 partite giocate dopo il “restart” post- Covid.

Per la squadra di Greg Ireland non c’è quasi tempo per festeggiare perchè sabato, domenica e martedì, i Foxes ospiteranno nell’ordine Fehervar, Villach e Dornbirn; tutte partite che verranno disputate nell’impianto di Via Galvani.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB Alto Adige Alperia – Steinbach Black Wings 1992 3-0 (1-0; 1-0; 1-0): 17:27 Angelo MICELI PP1 (1-0); 34:38 Stefano GILIATI (2-0); 57:20 Daniel FRANK (3-0)

Tags: