Svizzera: si ferma la “Nati”, la NL gioca fino al 2 novembre

La ripresa della pandemia di Covid-19 lascia il segno anche nell’hockey svizzero: è di ieri la decisione della Federazione elvetica di sospendere a novembre l’attività a tutti i livelli delle nazionali rossocrociate. Salta, così, la partecipazione alla Deutschland Cup della Nazionale senior.

“La salute di tutte le persone coinvolte – giocatori, allenatori, staff, aiutanti e funzionari – è la nostra massima priorità – ha affermato Lars Weibel, Direttore delle squadre nazionali –. Nella situazione attuale e dopo gli ultimi sviluppi intorno al Covid-19, non possiamo assumerci la responsabilità di riunire giocatori da tutte le regioni del paese e di giocare tornei o partite internazionali”.

La decisione del Canton Berna di vietare tutti gli eventi con più di 1.000 spettatori ha innescato un acceso dibattito tra i club di National League: il Friborgo ha ipotizzato la sospensione del campionato fino a gennaio, dal Ticino Ambrì e Lugano hanno espresso la loro contrarietà. Oggi la Swiss Ice Hockey League ha rimandato ogni decisione al break internazionale in programma ad inizio novembre; la National League, dunque, si svolgerà con certezza fino al 2 novembre, indipendentemente dal numero di spettatori presenti nelle arene; nel frattempo saranno seguiti da vicino gli attuali sviluppi, in particolare la situazione verrà riesaminata una volta venuti a conoscenza delle decisioni del Consiglio federale di mercoledì 28 ottobre.