FISG, John Parco nominato nuovo Direttore Esecutivo dello Sviluppo dell’Hockey Giovanile

La Federazione Italiana Sport del Ghiaccio pone un altro tassello importante per la crescita e lo sviluppo dell’hockey giovanile tricolore. Il Consiglio Federale, riunitosi venerdì 31 luglio, ha difatti votato a favore delle delibere con cui John Parco – ex capitano ed head coach dell’Asiago, in Nazionale maggiore dal 2003 al 2010 – viene nominato Direttore Esecutivo dello Sviluppo dell’Hockey Giovanile azzurro. Il canadese naturalizzato italiano, classe 1971, ha firmato un contratto biennale che lo legherà alla FISG fino al 2022: la Federazione va così a rinforzare una struttura già solida e di valore con l’inserimento di un professionista di alto profilo, dal curriculum e dalle qualità indiscutibili.

La carriera italiana di John Parco da giocatore è indissolubilmente legata all’Asiago, con cui ha vinto sul ghiaccio uno Scudetto (2010) e una Coppa Italia (2002) prima di guidarlo alla conquista di due altri campionati (2013 e 2015) e di una Supercoppa Italiana (2013). Per lui oltre settanta presenze con il Blue Team compresa la partecipazione ai Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.

Parco lavorerà a tempo pieno per la FISG e il suo ruolo operativo sarà quello di implementare e realizzare tutti i progetti di sviluppo fino ad oggi elaborati. In qualità di Direttore Esecutivo dello Sviluppo dell’Hockey Giovanile, lavorerà a strettissimo contatto con tutte le società del territorio nazionale coinvolgendo e intessendo stretti rapporti con club, i dirigenti, gli allenatori, i giocatori e le famiglie, così da calare direttamente nel territorio, con un lavoro quotidiano, le progettualità espresse dalle commissioni tecniche di cui sarà coordinatore.

Con questo intervento la Federazione mira ad essere ancora e sempre più vicina alle singole realtà del territorio – spiega il consigliere e responsabile federale del settore hockey, Tommaso Teofoli -. Abbiamo fatto e stiamo facendo un lavoro importante sulle Nazionali. Ora vogliamo implementare la crescita dei nostri giovani lavorando sul loro lavoro quotidiano a stretto contatto con le società, così da garantire standard sempre più alti e permettere un percorso di sviluppo sinergico anche all’interno dei club. Siamo convinti che esprimeremo da qui in avanti una potenzialità ancora più importante che rafforzerà il valore dei nostri giovani e del nostro hockey per il presente e per il futuro“.

Oltre all’inserimento di Parco nell’organigramma federale dell’hockey azzurro, la FISG comunica di aver rinnovato e potenziato il contratto di Trogny Bendelin, svedese classe ’56, consulente e mentore per i progetti giovanili già conosciuto per gli ottimi risultati raggiunti in patria. Per lui, da qui in avanti, un coinvolgimento ancora più intenso nello sviluppo delle nuove idee legate alla crescita del movimento tricolore. Infine Giorgio De Bettin, già nel coaching staff della Nazionale maggiore, diventerà allenatore full time della Nazionale maschile under 20.

L’impiego full time di De Bettin è un passo fondamentale perché per la prima volta la FISG inserisce un allenatore a tempo pieno su una nazionale giovanile, impegnato quotidianiamente – spiega il responsabile delle squadre nazionali, Stefan Zisser -. Questo sta a significare la volontà forte della federazione di dare sempre più importanza alle nuove leve, alla crescita dei ragazzi e, più in generale, all’intero settore giovanile. Speriamo possa fungere da esempio anche per i club. Abbiamo consolidato una struttura già forte e ne siamo orgogliosi“.

Tre mosse dunque che rinforzano ancora di più l’organigramma tecnico dell’hockey italiano che investe su professionalità di alto profilo e che mira, con lungimiranza, a costruire un vivaio di giovani giocatori pronti a competere a livelli sempre più alti.

Tags: