Il Bolzano travolge anche il Graz e torna in CHL

foto Andrea Giovanazzi – HCBfans.net

Nemmeno l’ostico Graz è riuscito a fare lo sgambetto all’inarrestabile Bolzano di questo pick round; nonostante una partita difensiva infatti, gli stiriani hanno dovuto cedere il passo ai Foxes che si sono imposti per 5-2 al termine di una partita giocata con cuore e carattere, hanno conquistato la vetta temporanea del girone e si sono qualificati di diritto l’accesso alla prossima CHL.

Il Bolzano parte forte all’inizio del primo tempo per cercare di indirizzare da subito la partita e, dopo un tiro di Dan Catenacci uscito di pochissimo, si trovano a giocare con l’uomo in più per la penalità fischiata a Dodero. I Foxes tengono il disco e occupano la zona difensiva dei 99ers, ma non riescono a trovare i varchi giusti per bucare Honeckl. La pressione biancorossa non si affievolisce nemmeno con il rientro sul ghiaccio del giocatore penalizzato, ma di pericoli veri per la porta ospite non se ne vedono. Si fa vedere il Graz con un pericoloso contropiede concluso da Hillding con un tiro che termina fuori non di molto.

Gli arbitri mandano in panca puniti Johansson ed il Bolzano va vicinissimo alla rete, solo che nessun giocatore biancorosso riesce a infilare il disco in rete con Honeckl fuori causa. Ci prova anche Domenic Alberga in diagonale poco dopo, ma il disco termina a lato di pochissimo. La squadra ospite, almeno in questa fase del match, sembra più preoccupata a chiudersi a riccio e a ripartire in contropiede che ad attaccare; ciò fa in modo che gli attaccanti dei Foxes fatichino non poco a trovare varchi utili per concludere a rete; quando questo succede, Honeckl riesce sempre a metterci una pezza in qualche modo. Ogni tanto anche gli ospiti mettono il disco dalle parti di Leland Irving, ma sono iniziative velleitarie che, a parte un tocco di Zusevics finito a pochi centimetri dal secondo palo, non creano problemi ai padroni di casa. L’occasione più ghiotta capita sulla stecca di Marco Insam, il cui tiro violento si stampa contro il palo a Honeckl battuto. 0-0 dopo i primi venti minuti di gioco.

Anche nel secondo periodo il Bolzano parte subito all’attacco e Honeckl deve impegnarsi per bloccare la conclusione di Ivan Tauferer giunta dopo una bella combinazione in velocità dei biancorossi; poco dopo Anton Bernard e Daniel Frank non riescono a mettere in rete un disco che balla pericolosamente davanti alla porta ospite. Passano pochi secondi ed il Bolzano passa meritatamente in vantaggio: tiro di Brett Flemming leggermente deviato da un difensore e disco che finisce alle spalle dell’estremo difensore ospite; il Graz traballa e per poco Markus Poukkula non riesce a realizzare la rete del raddoppio. I 99ers si proiettano in avanti e riescono a trovare la rete del pareggio con Hamilton, il cui tiro viene forse deviato da un difensore alle spalle di Irving. I Foxes non ci stanno e, con Hillding in panca puniti, ripassano in vantaggio: azione confusa davanti alla porta ospite, Angelo Miceli serve per Marco Insam ed il disco finisce in gol fra le veementi proteste degli stiriani che chiedono la prova video; dopo aver visionato l’istant review, gli arbitri confermano la marcatura.

Tornato in vantaggio, il Bolzano sfiora il tris con Colton Hargrove e Anton Bernard poi rallenta il ritmo e concede ghiaccio agli avversari che si rendono pericolosi con un tiro di Grafenthin respinto da Irving. L’ultima occasione della seconda frazione però è ancora del Bolzano, ma Honeckl salva la situazione e manda le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 2-1 per il Bolzano.

In avvio di frazione conclusiva, il Bolzano continua a rendersi pericoloso con Dennis Robertson prima e Colton Hargrove, che per poco non uccella Honeckl dopo un rinvio sbagliato, poi; il portiere ospite rischia ancora grosso quando, su pressione di Jamie Arniel, rischia di perdere un disco dietro la propria gabbia, ma la difesa ospite riesce a liberare. Il gol del 3-1 per il Bolzano arriva grazie ad una magia di Stefano Giliati che, di rovescio, insacca sotto la traversa; poco prima di metà frazione arriva anche il poker dei biancorossi firmato da Anton Bernard, bravo a sfruttare il disco recuperato da Daniel Frank dietro la gabbia avversaria e poi servito al centro.

Sul 4-1 il Bolzano si rilassa, concede la prima superiorità del match agli avversari (Poukkula) e subisce la rete di Ograjensek, il cui diagonale non lascia scampo ad Irving. Il gol segnato sembra dare nuova vita ad un Graz apparso forse un po’ troppo arrendevole; Lindner dalla blu colpisce la parte alta della traversa, poi gli ospiti sembrano credere ad una rimonta e provano a schiacciare i padroni di casa in zona di difesa, ma la porta dei Foxes non viene violata. Il coach degli stiriani chiama il time out per dare ai suoi le indicazioni necessarie per cercare di riaprire del tutto il match, ma pochi secondi dopo Jamie Arniel recupera un disco in neutra, entra in zona di attacco e serve il rimorchio di Luca Frigo: l’attaccante piemontese controlla il disco e lo spedisce alle spalle di Honeckl. A risultato acquisito c’è spazio anche per 2 spettacolari parate di Leland Irving su Lindner prima e Ograjensek poi.

Alla sirena finale il Bolzano può festeggiare il primato temporaneo in classifica e l’approdo matematico alla prossima edizione della Champions Hockey League; i biancorossi di coach Ireland potranno quindi preparare con calma l’ultima partita di questo pick round che li vedrà ospiti martedì sera dei campioni uscenti del Klagenfurt.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB – G99 5-2 (0-0; 2-1; 3-1)22:33 Brett FLEMMING (1-0); 23:50 Trevor Hamilton (1-1); 25:02 Marco INSAM PP1 (2-1); 44:06 Stefano GILIATI (3-1); 49:04 Anton BERNARD (4-1); 50:41 Ken Ograjensek PP1 (4-2); 52:33 Luca FRIGO (5-2)

Tags: