NL: Lugano e Ambrì, continua la rincorsa ai playoff

Lo Zugo sfrutta nel migliore dei modi la sfida casalinga contro il Bienne, vince di misura (4-3) e aggancia in vetta alla classifica Ginevra e ZSC Lions. Contro i seeländer vanno a segno i tre svedesi Klingberg, Lindberg e Thorell. La formazione di Tangnes vendica così la sconfitta per (6-5) all’overtime, subita il giorno precedente, sempre per opera dei bernesi alla Tissot Arena (gol decisivo di Ratgheb). Domina il “fattore pista” anche nella sfida tra Ginevra e Berna. Alle Vernets, prevale di misura (2-1) la formazione di Emond, grazie ai gol di Miranda e Winnik che ribaltano il vantaggio iniziale siglato da Alain Berger. Alla Bern Arena, i campioni in carica prevalgono per (3-2), grazie ai tre gol segnati nel periodo iniziale da Sciaroni, Mursak e Moser.  Lo Zurigo, che completa il terzetto di testa, dopo la vittoria di inizio settimana a Davos, conquistata grazie al gol di Pius Suter, si ripete passando largamente (6-1) a Langnau. Al quarto posto, ad un solo punto punto di distanza, si mantiene il Davos. I grigionesi hanno fallito la possibilità concreta di salire in vetta alla classifica, cedendo di misura (2-1) contro il Lugano, uscito con i tre punti dalla Corner Arena grazie al gol del redivivo Klasen. Un passato indietro rispetto al netto successo (5-1) della sera precedente sempre contro i bianconeri.

Dopo una striscia di quattro successi consecutivi, si ferma anche il Losanna. I vodesi, infatti, subiscono lo stop ad opera del Friborgo. I burgundi si impongono (3-1), dopo aver ribaltato il gol iniziale realizzato da Herren, con una doppietta di Mottet e la rete a porta vuota di Bykov. Sopra la linea, al sesto posto, rimane il Bienne, mentre completano il lotto delle “magnifiche otto” Langnau e Berna, entrambe con 48 punti. Nulla è ancora perduto per Lugano (46), Friborgo (45) e Ambrì (45), mentre sembrano poche le chances di rimonta del Rapperswil. Proprio i sangallesi, però, sono stati in grado di imporre  lo stop ai leventinesi, nella sfida della Valascia chiusa sul (5-2) con la doppietta di Clark . La formazione di Cereda si è prontamente riscattata nella sfida domenicale, superando per (4-1) lo stesso Rapperswil, mettendo così fine alla striscia di cinque sconfitte consecutive che ha caratterizzato l’inizio del 2020. La doppietta di Flynn e la buona prova di Manzato, hanno impedito il tentativo di rimonta dei padroni di casa nel periodo conclusivo.   

Terminata la parentesi natalizia, il mercato ha ripreso vigore con gli ingaggi del terzino svedese Philip Holm del Rockford IceHogs (AHL)  da parte del Losanna e quello dell’attaccante Valentin Nussbaumer del Bienne, prelevato dal Shawinigan Cataractes (QMJHL); i seeländer hanno anche pensato a blindare la gabbia per le prossime due stagioni assicurandosi le prestazioni del grigionese Joren van Pottelberghe. 

 
Risultati NL:
martedì 7 gennaio
Davos      – Zurigo     3-4 ot

venerdì 10 gennaio
Bienne     – Zugo       6-5 ot
Ginevra    – Berna      2-1
Langnau    – Zurigo     1-6

sabato 11 gennaio
Ambrì      – Rapperswil 2-5
Berna      – Ginevra    3-2
Davos      – Lugano     5-1
Friborgo   – Losanna    3-1
Zugo       – Bienne     4-3

domenica 12 gennaio
Rapperswil – Ambrì      1-4
Lugano     – Davos      2-1

Classifica LNA (dopo 37 giornate)
1.Zugo        65 punti***
2.Ginevra     65*
3.Zurigo      65*
4.Davos       64**
5.Losanna     53***
6.Bienne      51*
7.Langnau     48***
8.Berna       48*
9.Lugano      46*
10.Friborgo   45***
11.Ambrì      45*
12.Rapperswil 38**
*=1 partita in meno
**=2 partite in meno
***=3 partite in meno

Top Scorer LNA
#               Club        Punti (reti+assist)
1.G.Hofmann    (Zugo)         37     (19+18)
2.M.Arcobello  (Berna)        37     (14+23)
3.J.Kovar      (Zugo)         37     (11+26)
4.G.Roe        (Zurigo)       36     (10+26)
5.P.Suter      (Zurigo)       35     (19+16)
6.T.Rajala     (Bienne)       35     (16+19)

Top Goalies
#                    Club         Svs%    GAA
1.T.Stephan          (Losanna)    92,80   2.13
2.R.Berra            (Friborgo)   92,74   2.31
3.R.Mayer            (Ginevra)    92,30   2.26
4.I.Punnenovs        (Langnau)    91,94   2.42
5.D.Manzato          (Ambrì)      91,75   2.45

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: ,