“WALLini” difende la rete dei Broncos

(Comun. stampa Wipptal Broncos) – I Wipptal Broncos Weihenstephan sono lieti di annunciare il rinnovo del contratto con Gianluca Vallini.

Il fatto che “Johnny” Vallini abbia rinnovato il contratto con i Broncos già da tempo, nella Wipptal è un segreto aperto. Il portiere classe 1993 ha disputato la prima stagione con gli stalloni e subito si è sentito visibilmente a suo agio. Il Bolzanino è stato autore di un campionato strepitoso, in cui assieme a Killeen e Cloutier aveva la seconda miglior percentuale di parata. Ha fermato nientemeno che 92,9 % dei tiri in porta e con le sue prodezze è riuscito ad incantare i tifosi biancoblu.

Il beniamino del pubblico della Weihenstephan Arena ha contattato la dirigenza sportiva prestissimo per parlare di rinnovo, e ben volentieri si ha cercato e trovato l’accordo con il fortissimo portierone che è anche nella cerchia della nazionale italiana.

Dominik Steinmann


A differenza del numero uno in porta, la situazione per quanto riguarda il backup era poco chiara per lungo tempo, ma ora è ufficiale: Dopo 12 stagioni, Dominik Steinmann non farà più parte della squadra dei Broncos. Il motivo è la regola dei punti roster della Alps Hockey League che prevede che il punteggio aumenti per giocatori con buone statistiche ed a seconda dell’età. Qui i Bronocs sono stati colpiti duramente, dato che la rosa che ha finito la stagione ora conta ben sei punti in più.

Per le partenze di Ivan Deluca, Felix Brunner e Denny Deanesi, la compagine della Wipptal deve sostituire un blocco offensivo intero. La trattativa con Markus Gander, che avrebbe potuto sostituire un import, purtroppo non è andata a buon fine, e di conseguenza non è stato possibile ridurre i punti del roster né nel reparto avanzato né in quello difensivo. L’unica possibilità di azione è rimasta la posizione dei portieri.

Il presidente dei Broncos, Simone Bressan, spiega:

“Questa è la faccia brutta del regolamento dei punti, perché in questo modo ci si ritrova a non poter rinnovare con un giocatore che per tanti anni è stato sempre al servizio della squadra con il massimo impegno ed una forma fisica esemplare. Steini non si sarebbe meritato di perdere il posto in questo modo, ma le regole sono scritte così ed il compito della dirigenza sportiva è quello di mettere sul ghiaccio la più forte squadra possibile nell’ambito del regolamento. Dall’altro lato questo regolamento è stato scritto con lo scopo dichiarato di forzare l’inserimento di giovani giocatori, anche se nel confronto di giocatori benemeriti come Steini questo è assolutamente ingiusto e scorretto. Vorremmo dire un grazie di cuore per tutto ciò che ha dato alla società ed alla squadra in questi anni!”

Il tandem di backups nella prossima stagione sarà formato da Robin Quagliato (classe 1999) e Jakob Rabanser (classe 2000). Quagliato, nativo di Laives, ha già festeggiato diversi titoli nazionali con i Broncos Junior, l’ultimo arrivato nella primavera 2017 in Serie C contro l’HC Gherdeina. Il portiere che faceva e continua a far parte delle nazionali U18 ed U20, negli ultimi anni ha già annusato aria di AHL ed anche di EBEL con i Broncos e l’HCB Alto Adige, e sia per le volpi che per gli stalloni era già presente in panchina diverse volte.

Jakob Rabanser è un anno più giovane di Quagliato, e come lui è una delle grandi promesse tra i portieri dei Broncos. Nel 2016 Jakob ha vinto un titolo nazionale con la U16 dei BroncosJunior ed ha giocato anche per la squadra che ha vinto la Serie C nella stagione 2016/17. Il “gigante” alto 2 m nella stagione passata si è allenato diverse volte con i Broncos “grandi”, ma ha giocato sopratutto nella U19 ed in IHL Division 1 (ex Serie C).

Statistiche
Gianluca Vallini
Robin Quagliato
Jakob Rabanser