Anche i Buam alle semifinali. Per il Val Pusteria vittoria al cardiopalma

Il Renon vince all’Overtime, chiude la serie e passa alle semifinali, mentre il Val Pusteria dopo quasi un’ora e mezzo di gioco, sbanca la Voralberghalle di Feldkirch, portandosi avanti nella serie, con l’eccitante certezza di poter chiudere i giochi già sabato sera, al Lungo Rienza.

Diciamolo subito: le partite della serie tra Feldkirch e Val Pusteria, sono severamente vietate ai deboli di cuore!!! Ed a riprova di quanto stiamo dicendo, anche stasera, la gara si è risolta, e per la terza volta consecutiva, all’overtime. Siccome, “l’appetito vien mangiando”, stasera, non è stato sufficiente come avvenuto nelle due gare precedenti, il primo overtime, ed anzi, per stabilire la vincente, si è reso necessario disputare un secondo periodo di venti minuti, visto che il primo aveva lasciato inalterato il punteggio di 4 – 4 con il quale si erano conclusi i tempi regolamentari.
Il Match Winner della gara è stato sicuramente Sean Ringrose, autore di tre segnature, tra le quali, le ultime due; ma un plauso particolare va a Raphael Andergassen, autore di un goal e degli assist per il trentenne attaccante di Edmonton.

La partita era iniziata con la conta degli assenti. Oltre al lungo degente Danny Elliscasis, per il Val Pusteria, mancava anche Nick Bruneteau mentre, sull’altro versante, i padroni di casa dovevano fare a meno del formidabile Dylan Stanley. Da segnalare che, come già avvenuto martedì sera a Brunico, i Lupi schieravano Alexander Kinkelin a difesa della gabbia con Thomas Tragust ancora a riposo.
In apertura di gara, erano proprio gli austriaci a passare in vantaggio, con una, imparabile, conclusione sotto la traversa di Diethard Winzig. Il Val Pusteria si riorganizzava e coglieva il meritatissimo pareggio con Jean-Francois Jacques. Nel secondo tempo dopo un’azione splendida dietro gabbia, Raphael Andergassen, seviva un disco a rientrare sul quale si avventava Sean Ringrose battendo Alex Caffi. Il pareggio degli austriaci arrivava in seguito ad una situazione di gioco che ci ha lasciati abbastanza perplessi. In fase difensiva Armin Hofer rincorreva il disco nel tentativo di liberare il suo terzo difensivo, tra lui ed il puck si frapponeva il secondo arbitro di campo: Rene STRASSER. L’urto era tanto inevitabile quanto involontario, l’arbitro finiva con fondo schiena sul ghiaccio ed, al difensore, veniva comminata una penalità di due minuti. Il Feldkirch ringraziava sentitamente ed dopo appena ventotto secondi di power play, pareggiava i conti con Marcel Witting. Nel terzo tempo la gara si faceva ancor più tattica e per i primi dieci minuti, l’equilibrio regnava sovrano. Poi, i padroni di casa, con una fiammata, andavano a segno due volte nell’arco di poco più di due minuti e mezzo ed il match pareva, praticamente concluso. Ma il Val Pusteria, anche stasera, mostrava di avere sette vite come un gatto: toglieva il portiere e, in situazione di “extra attacker”, prima accorciava le distanze con Raphael Andergassen, poi pareggiava i conti, a diciassette secondi dalla sirena, con Sean Ringrose, lesto a recuperare un rebound offerto da Alex Caffi su una bordata dalla blue di Armin Helfer. Per inciso, c’è da dire che quello del Val Pusteria è sicuramente un record, poiché in due gare di questa serie, i giallo-neri, hanno segnato ben 5 volte, senza il portiere, e con un uomo di movimento in più sul ghiaccio.
Nel primo overtime le squadre giocavano abbastanza contratte ma le migliori opportunità erano sulle stecche dei giallo-neri. Nel secondo, dopo un palo di Draschkowitz, il Val Pusteria riprendeva in mano il bandolo della matassa e, dopo, ottantaquattro minuti e sedici secondi, trovava il goal partita. L’azione era iniziata da Hofer, proseguita da Andergassen sulla ribattuta del cui tiro si avventava come un falco Sean Ringrose insaccando il puck alle spalle di Caffi. La grande festa dei giocatori brunicensi faceva da contraltare all’enorme delusione degli oltre duemila trecento spettatori che, sul 4 – 2 per il Feldkirch, avevano già pregustato la vittoria dei loro beniamini.
La serie invece, gira verso la formazione sudtirolese che, già da sabato, sul ghiaccio di casa, ha l’occasionissima di un match-ball da non sprecare.
Consentiteci, adesso, a risultato in ghiaccio, una piccola considerazione. La stampa Austriaca aveva montato molto questo match, descrivendolo come WILD WEST (Selvaggio far west), paventando risse e gioco duro da parte dei pusteresi. La realtà è stata totalmente differente: la gara è stata giocata con l’animosità che contraddistingue una gara di play-off, ma il gioco non ha quasi mai trasceso i limiti del regolamento e poche sono state le penalità assegnate, addirittura più nessuna, dopo quella ad Armin Hofer che, a scadere del secondo tempo, ha preceduto la segnatura del momentaneo 2-2.

FBI VEU Feldkirch (4) vs. HC Pustertal (5) 4 – 5 (1-1, 1-1, 2-2, 0-0, 0-1)
Giovedì 15.03.2018, ore 19:30. Voralberghalle di Feldkirch. Spettatori: 2380
Arbitri: LAZZERI, STRASSER, Giudici di Linea: M. Cristeli, Kalb
MARCATORI: 03:04 1:0 Diethard Winzig; 14:28 1:1 Jean-Francois Jacques; 23:38 1:2 Sean Ringrose; 39:10 2:2 PP1 Marcel Witting; 51:10 3:2 Diethard Winzig; 53:56 4:2 Stephan Wiedmaier; 57:55 4:3 Raphael Andergassen; 59:43 4:4 Sean Ringrose; 84:16 4:5 Sean Ringrose.
Il Val Pusteria conduce la serie dei quarti di finale- best of seven: HCP – VEU 3-2

Il Renon si aggiudica, non senza fatica, gara cinque, chiude la serie, vincendola per 4 -1, elimina il Red Bull Hockey Juniors di Salisburgo ed accede alle semifinali, nelle quali incontrerà lo Jesenice. La partita di questa sera è stata molto combattuta e si è risolta a favore dei ragazzi di Collalbo solo all’overtime. La formazione di Riku LEHTONEN si è aggrappata ancora una volta alla classe dei gemelli Ahlströhm che ancora una volta hanno tolto le castagne dal fuoco al Renon, agevolandone la vittoria e consentendogli l’accesso al turno successivo.
Rittner Buam (2) vs. Red Bull Hockey Juniors (7) 4 – 3 O.T. (1-0, 2-1, 0-2, 1-0)
Giovedì 15.03.2018, ore 20:00. Rittner Arena di Collalbo. Spettatori: 349
Arbitri: MORI, RUETZ, Giudici di Linea: Giacomozzi, Rinker
MARCATORI: 16:32 1:0 PP1 Oskar Ahlströhm; 22:01 1:1 Florian Baltram; 24:21 2:1 Bradley Cole; 27:24 3:1 Alex Frei; 43:47 3:2 Samuel Soramies; 49:45 3:3 Viktor Östling; 60:32 4:3 Oskar Ahlströhm
I Rittner Buam chiudono la serie ed accedono alle semifinali: RIT – RBJ: 4:1

Tags: ,