Bolzano a valanga sul Graz, continua la corsa per i playoffs

(Comun. stampa HC Bolzano) – Serviva una vittoria per restare a galla e per riprendersi dalla brutta sconfitta di Dornbirn. L’HCB Alto Adige Alperia assolve pienamente il compito, investendo i Graz 99ers per 7 a 1 al Palaonda. Gli austriaci, già matematicamente fuori dai playoffs, subiscono fin da subito il gioco dei Foxes, mai in difficoltà nel corso dell’intera partita. Egger e compagni risalgono momentaneamente al secondo posto, con 16 punti, in attesa però del match di domani sera tra Fehervar e Dornbirn. Venerdì sera, alle 19:15 con diretta su Video33, il Bolzano si giocherà la stagione proprio in Ungheria, in uno scontro diretto che si tradurrà in una vera e propria finalissima. Domenica, poi, un altro match da vincere che chiuderà il Qualification Round, al Palaonda contro l’Orli Znojmo.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia al solo Stefano Marchetti, che sconta la seconda delle due giornate di squalifica inflittegli dal DOPS. Il Bolzano crea occasioni su occasioni fin dai primi minuti di gioco, sfiorando il goal prima con Oleksuk e poi con Egger, liberato da un gran passaggio di Frank. Al 03:41 arriva il meritato vantaggio: Frank scambia con Halmo, che si presenta davanti a Höneckl e toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. Con Oleksuk in panca puniti, i Foxes resistono bene al powerplay austriaco, ma rischiano su una ripartenza di Zusevics, sulla quale si deve immolare Tuokkola. Poco dopo Angelidis si divora il raddoppio al termine di una grande combinazione con Miceli e Smith, 2 a 0 che arriva ugualmente quando i biancorossi si trovano nuovamente con l’uomo in meno: il Graz sbaglia in costruzione e DeSousa può partire in contropiede, beffando Höneckl tra i gambali. Nel finale di frazione Bolzano per la prima volta in powerplay, che non riesce però ad andare a segno. 2 a 0 alla prima sirena.

Nel periodo centrale i padroni di casa restano in controllo e al 23:13 allungano ancora: Miceli fa filtrare il disco nello slot, dove c’è Angelidis che insacca il 3 a 0. La partita scorre senza sorprese e il Bolzano che continua ad insidiare la porta austriaca, fino al poker ad opera di Austin Smith: l’attaccante statunitense fredda Höneckl di prima intenzione sull’assist di Clark. Il Graz prova a reagire alzando la pressione, ma Tuokkola esalta i suoi riflessi sul tiro a botta sicura di McLean. Tomassoni poi si divora la quinta rete dopo un bel fraseggio tra Frigo e Angelidis e dopo 40 minuti il risultato vedi i Foxes avanti per 4 a 0.

In avvio di terzo drittel il Graz accorcia, grazie a un’incursione di Woger che sorprende Tuokkola sul primo palo. Il Bolzano non si scompone e piazza la quinta rete: è Sointu a deviare il puck quel tanto che basta per beffare Höneckl, sull’assist di Petan. Al 54:01 c’è spazio anche per la doppietta di Austin Smith, che devia il puck in rete sul tiro di Angelidis. Subito dopo, in powerplay, i Foxes fissano il tabellino sul definitivo 7 a 1 con un’altra doppietta, quella di DeSousa, che raccoglie il rebound della balaustra sul tiro di Egger e insacca.

Alexander Egger

HCB Alto Adige Alperia – Graz99ers 7 – 1 [2-0; 2-0; 3-1]
Reti: 03:41 Mike Halmo (1-0); 13:16 Chris DeSousa SH1 (2-0); 23:13 Mike Angelidis (3-0); 31:18 Austin Smith (4-0); 41:47 Daniel Woger (4-1); 47:25 Matias Sointu (5-1); 54:01 Austin Smith (6-1); 55:21 Chris DeSousa PP1 (7-1)
Arbitri: Berneker, Nikolic K. / Pardatscher, Sparer
Spettatori: 2.880

 

Classifica Qualification Round dopo 8 partite

  1. Dornbirn Bulldogs 22 punti*
  2. HCB Alto Adige Alperia 16
  3. Fehervar AV19 15*
  4. HC Orli Znojmo 12
  5. EC VSV 11
  6. Graz99ers 6

* una partita in meno

Tags: