Il Val Pusteria supera 2 – 1 un generoso Cortina.

Il Val Pusteria batte un bel Cortina, con una doppietta di Eric Pance, un giocatore, davvero, rivitalizzato dall’arrivo di Nate Dicasmirro. I Lupi attendevano una vittoria contro gli Scoiattoli da quasi un anno, in quanto, sin dallo scorso playoff scudetto, il Cortina rappresentava, per i giallo-neri, un vero e proprio tabù. La gara ha avuto un andamento molto incerto. Un primo tempo “tattico”; un secondo, dall’andamento ugualmente equilibrato, nel quale si sono viste due reti, una per parte, ottenute in power play, ed un drittel finale nel quale, a vantaggio riacciuffato, i padroni di casa hanno dovuto mostrare i denti e tirar fuori le unghie, per resistere al forte ritorno del Cortina.
Chi si aspettava, da parte del Val Pusteria, un primo tempo tutto tuoni e fulmini come accaduto, quattro sere fa, nella partita con i Rittner Buam, sarà sicuramente rimasto deluso dall’andamento del primo terzo di gara. Il Val Pusteria ha, infatti, attaccato maggiormente rispetto al Cortina, ma ai ragazzi di Petri MATTILA, contrariamente alla sera di Santo Stefano, è mancato l’acuto del goal. I Lupi, anche stasera in maglia nera, si sono riversati nel terzo difensivo degli Scoiattoli, i quali non hanno mai dato l’impressione di soffrire più di tanto la pressione offensiva ed, anzi, sono sempre stati prontissimi a ripartire, in controfughe ben orchestrate. Di azioni importantissime non ce ne sono state. Resta, da ricordare, una incursione della “coppia terribile” Brace-Torquato, risolta dai padroni di casa con qualche affanno, ed una bella conclusione di Eric Pance, imbeccato da Nate Dicasmirro, parata con abilità da Marco De Filippo Roia.

Quello che non è accaduto, in termini di occasioni, di penalità e di goal, nel primo tempo, è arrivato, tutto insieme, nel secondo. La giostra delle occasioni è iniziata con l’esclusione di Andrea Moser (27:38).
Il power play del Val Pusteria risulterà estremamente “movimentato”. In controfuga, Riley Brace, porta a spasso il disco e, appena entrato nel terzo difensivo dei lupi, lascia partire un bolide che colpisce in pieno la traversa. Sull’altro fronte, i padroni di casa non vogliono certo essere da meno, ed Oberrauch restituisce “la cortesia”, colpendo, in pieno, l’incrocio tra palo e traversa, alla sinistra del portiere cortinese. Tutto finito? Neppure per idea, in quei due, interminabili, minuti arriva anche il vantaggio dei padroni di casa. Il goal porta la firma di Eric Pance che, sul centro del terzo offensivo, riceve il disco da DiCasmirro, si allarga, ed infila il puck, a mezz’altezza, nell’angolo della porta, sulla sinistra del portiere ospite. Al 35:31 una doppia esclusione di Tragust (al cui posto va March a scontare la sanzione) e Brace, riaccende le micce. Parte bene il Val Pusteria con una bella azione del solito ispiratissimo, DiCasmirro il cui passaggio arriva ad Oberrauch. L’attaccante non si lascia pregare ed il suo tiro, è pronto e preciso ma De Filippo Roia con il guantone lo devìa togliendolo dall’incrocio. Sul finire della doppia sanzione, gli arbitri comminano una nuova penalità a Nate DiCasmirro costringendo i Lupi a giostrare, prima in 4 contro 3 e poi, al rientro di March e Brace, in 5 contro 4. Al Cortina, in quest’ultima situazione numerica sul ghiaccio, bastano 52 secondi per andare in goal. La rete la sigla Zachary Torquato che, dal centro dello schieramento offensivo, lascia partire un tiro che passa tra una selva di gambe e supera l’incolpevole Thomas Tragust.
Nel terzo tempo, dopo un power play che potrebbe essere meglio giocato dai padroni di casa, si registra una bella azione (42:38) di DiCasmirro che serve un disco, nel mezzo, per Eric Pance la cui svelta conclusione trova pronto il portiere cortinese. Il Goal del definitivo vantaggio, arriva poco dopo, (45:37) ed è ancora Eric Pance ad infilare la gabbia di Marco De Filippo Roia con un tiro preciso e da breve distanza, scoccato dalla destra dello schieramento offensivo dei giallo-neri.
Il Cortina non ci sta a perdere, ed aumenta il ritmo del suo gioco. Gli attacchi si susseguono, ma la difesa dei padroni di casa non cede. La gara va avanti su questo refrain fino ad un minuto e venti dalla fine, allorquando Drew Omicioli toglie il proprio portiere per inserire un uomo in più di movimento, ma anche questo tentativo non produce gli effetti sperati dal coach Ampezzano. Il Val Pusteria resiste agli attacchi, ed ottiene i tre punti che la lanciano (a quota 8) al primo posto della classifica del gruppo IHL. Alle spalle dei Lupi, a quota 6, il Renon (vincente 3 a 1 a Canazei), scavalca il Cortina che rimane a 4. Il Fassa, infine, resta solo soletto, a zero punti.

HC Lupi Val Pusteria / HC Pustertal Wölfe – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 2- 1 (0-0, 1-1, 1-0)
ARBITRI: Claudio PIANEZZE e Turo VIRTA, Giudici di Linea: Piero GIACOMOZZI e Antonio PIRAS
30.12.17, ore 20:00. Rienzstadion Bruneck. Spettatori: 1520.
MARCATORI: 27:18 1:0 PP1Eric Pance (DiCasmirro – Ringrose); 38:23 1:1 PP1 Zachary Torquato (Brace – Caletti); 45:37 2:1 Eric Pance (Ringrose).

Classifica IHL Elite
GIRONE SUD A:
HC Lupi Val Pusteria / HC Pustertal Wölfe 8 punti,
Rittner Buam 6 punti,
Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 4 punti,
HC Fassa Falcons 0 punti.