Mondiali TDB: una storica Francia batte la Finlandia per la prima volta

A Parigi, davanti a più di 11.000 spettatori, la nazionale francese scrive la storia battendo meritatamente per la prima volta la Finlandia in un a gara ufficiale, e rilancindo le proprie quotazioni all’interno del gruppo B sempre condotto dal Canada a punteggio pieno.

 

Slovenia – Canada 2-7 (0-3; 1-3; 1-1)
Quarto incontro nella storia delle due nazionali, e quarta vittoria del Canada, che si sbarazza della Slovenia in un match senza storia. I canadesi, nella cui gabbia parte per la prima volta dall’inizio Chad Johnson, impallinano il pur ottimo Kroselj con 44 tiri totali, contro i 14 degli avversari. La parte del leone la fanno Nate Mackinnon, attaccante degli Avalanche, autore di un hat-trick, il difensore Tyson Barrie (1 goal, 3 assist) e Travis Konecny (3 assist). Troppo forte per la Slovenia la squadra di Jon Cooper che, già avanti di tre goal al primo periodo, permette a Mursak la prima marcatura solo al 35’, chiudendo il secondo tempo avanti di 5 lunghezze (1-6). Di nessun interesse per il punteggio il drittel conclusivo, nel quale i canadesi pattinano in scioltezza controllando fino al 7-2 finale. Al Canada tocca ora la Bielorussia, mentre gli sloveni affronteranno la Norvegia, in un match fondamentale per evitare la retrocessione.

Marcatori: (0-1) 4.30 Tyson Barrie (Wayne Simmonds – Travis Konecny); (0-2) 14.36 Nate Mackinnon (Jeff Skinner – Tyson Barrie); (0-3) 16.14 Brayden Point (Travis Konecny); (0-4) 24.44 Nate Mackinnon (Claude Giroux – Calvin De Haan); (0-5) 25.43 Nate Mackinnon (Mitch Marner – Tyson Barrie) PP; (1-5) 35.44 Jan Mursak (Robert Sabolic – Klemen Pretnar); (1-6) 37.11 Mitch Marner (Travis Konecny); (1-7) 47.07 Jeff Skinner (Nate Mackinnon – Tyson Barrie); (2-7) 57.55 Jan Urbas (Ales Kranjc – Klemen Pretnar).

 

Finlandia – Francia 1-5 (0-1; 1-2; 0-2)
Storica vittoria della Francia che per la prima volta batte la Finlandia in un incontro ufficiale (1-5). Grandissima tra i transalpini la prestazione del goalie Florian Hardy che ha saputo neutralizzare 45 dei 46 dischi con cui i finlandesi hanno bombardato la sua gabbia. Il neo portiere dell’Angers, la scorsa stagione a Dornbirner, è stato supportato da una squadra perfetta, puntuale nelle chiusure in difesa, e pungente in attacco, con gli ottimi Bellamare e Rech in cabina di regia, e l’NHeler Antoine Roussel spietato trasformatore. I Francesi, a sorpresa senza Stephane DaCosta, forte ala destra del CSKA di Mosca, vanno avanti per primi con Bellamare che sottoporta ribatte in rete un suo stesso tiro (0-1). Nel secondo periodo Hardy risponde ai tentativi finnici, ma nulla può su un siluro di Lehtonen dalla blu che, bucato il traffico, si infila a mezza altezza sul palo di sinistra (1-1). I francesi continuano comunque a condurre il gioco e su azione di rimessa conclusa da Bellamare su Korpisalo, Roussel insacca il rimbalzo (1-2) riportando avanti suoi. I padroni di casa non si fermano e pochi minuti dopo è Claireaux a deviare in porta un tiro dalla distanza di Janil, accompagnato dal boato degli 11.000 della AccorHotels Arena (1-3). Il periodo finale vede la reazione della Finlandia infrangersi sul muro eretto da Hardy, e la Francia arrotondare il punteggio prima con un perfetto contropiede di Roussel (1-4), e infine con un empty net di Damien Fleury (1-5). A fine gara bell’episodio allorquando Bellemare, nominato MVP, ha insistito perché il riconoscimento venisse assegnato a Florian Hardy, per l’entusiasmo del pubblico. La Finlandia potrà cercare la rivincita già domani contro la Repubblica Ceca, mentre la Francia sarà in pista martedì prossimo con la Svizzera.
Marcatori: (0-1) 14.17 Pierre-Edouard Bellamare (Anthony Rech – Laurent Meunier); (1-1) 21.33 Mikko Lehtonen (Antti Pihlstrom – Mikko Rantanen); (1-2) 33.58 Antoine Roussel (Pierre-Edouard Bellamare) PP; (1-3) 38.49 Valentin Claireaux (Jonathan Janil – Anthony Rech); (1-4) 48.27 Antoine Roussel (Anthony Rech); (1-5) 57.49 Damien Fleury (Teddy Da Costa) EN.

Norvegia – Svizzera 0-3 (0-0; 0-2; 0-1)
Con Repubblica Ceca e Finlandia che perdono punti, la Svizzera si propone come seconda forza del girone B alle spalle dell’inarrivabile Canada. I rossocrociati si impongono sulla Norvegia, che nell’incontro d’esordio aveva fermato i padroni di casa della Francia, in modo netto, comandando il gioco nel corso dell’intero match. Di Cody Almond, Reto Shappi e Pius Suter le reti che valgono i tre punti. Secondo shutout mondiale per Leonardo Genoni contro i norvegesi.
Marcatori: (0-1) 32.04 Cody Almond (Thomas Rufenacht – Ramon Untersander); (0-2) 34.00 Reto Shappi (Romain Loeffel – Cody Almond); (0-3) 49.37 Pius Suter (Cody Almond – Andres Ambuhl).

Classifica: Canada p.ti 6 (2 partite); Svizzera p.ti 5 (2); Norvegia p.ti 3 (2); Francia p.ti 3 (2); Rep. Ceca p.ti 3 (2); Finlandia p.ti 3 (2); Slovenia p.ti 1 (2); Bielorussia p.ti 0 (0)