Davanti si ricompattano, dietro cambiano le posizioni

Inizia il girone di ritorno! Siamo quindi al giro di boa con le squadre che si contendono posizione su posizione, in un campionato capace di offrire buone emozioni, sorprese e conferme. Si sono viste sfide giocate in modo gradevole, gesti tecnici validi e un discreto interesse mostrato da varie parti.

Con il Fiemme che guida il torneo, inseguito da tre squadre tra loro a stretta incollatura, la prima di ritorno ripropone a balaustre invertite ciò che il calendario propose solo due mesi e mezzo orsono. Il ritorno è sempre diverso dall’andata perchè il fatto che le squadre si siano già incontrate e abbiano imparato a conoscersi è certamente una variabile che non si può trascurare.

Sono ben tre le partite che spiccano sulle altre, ancor più alla luce della classifica attuale capace di trasferire ancor più rilevanza: Caldaro-Milano, Merano-Fiemme, Como-Varese.

Il Milano sale in Alto Adige per battersi contro il Caldaro, vincitore all’andata in un match tiratissimo fino all’ultimo. Le due squadre sono divise da sole tre lunghezze e in caso di vittoria milanese ci sarebbe l’aggancio in classifica. Alla fine però è il Caldaro a vincere 4 a 3 e prendersi tre punti preziosi a consolidamento della posizione in classifica. Abili gli altoatesini a rimontare ben due volte e trovare la rete vincente a meno di 5′ dalla sirena finale.

Trasferta altoatesina anche per la formazione del Fiemme, che sale a Merano non certo per farsi un giro tra i mercatini natalizi, ma quanto più per voler confermare un primo posto in classifica assolutamente fino ad ora meritato. Il Merano dal canto suo deve assolutamente tornare nelle prime posizioni, dove era la scorsa stagione e necessita dei tre punti, che si prende per merito di due reti realizzate in powerplay nella frazione centrale del match. Partita dagli animi piuttosto caldi, che però alla fine premia le aquile anche se dal punto di vista disciplinare il computo dei minuti non ha storia, ma ciò che conta è il risultato e questo recita 3 a 1 per il Merano.

Tra Como e Varese è una rivalità sportiva sempre presente, indipendentemente dallo sport in questione. In questo caso hockeystico, chi dovesse prevalere staccherebbe l’avversario, guadagnerebbe una posizione e moralmente riceverebbe una grande spinta. Spinta che però non è venuta dal pubblico in seguito ad una decisione delle autorità di far disputare la gara a porte chiuse. Dopo un inizio leggermente migliore da parte del Varese è il Como che passa in vantaggio e legittima giocando un bel secondo tempo, per arrotondare poi nel terzo periodo, chiudendo sul 7 a 1 finale.

L’Appiano vuole continuare a dimostrarsi squadra compatta e solida, cercando di insidiare il Fiemme da cui dista tre soli punti. Per farlo deve sconfiggere un sorprendente Alleghe. Soltanto nel terzo periodo di gioco arrivano i tre punti per l’Appiano, dopo che l’Alleghe aveva impattato il risultato al termine del secondo tempo. Con questa vittoria gli altoatesini agganciano il Fiemme, sconfitto sul ghiaccio di Merano.

Sfida molto interessante e sulla carta incerta quella che si gioca a Collalbo, tra Rittner e Pergine. L’occasione per i padroni di casa è quella giusta per vedere se la sconfitta a Chiavenna di tre giorni fa abbia o meno tolto qualche certezza ai bravi ragazzi dell’altopiano, i quali hanno fatto di una pattinata veloce e di una compattezza in difesa le loro armi migliori estratte nella prima parte di torneo. Le premesse sono state rispettate e alla fine ha prevalso il Pergine 2 a 1 dopo i tiri di rigore, in quanto il supplementare non è servito a rompere l’equilibrio maturato nell’ora di gioco.

L’Ora è ospite sul ghiaccio valtellinese di Chiavenna. I verdi-blu, rinfrancati dalla vittoria proprio contro il Rittner Buam, hanno il desiderio di trovare altri punti, approfittando anche del fatto che, vista la sfida tra Como e Varese, qualche punto verrà lasciato per strada da parte dei team avversari. Il Chiavenna prova maggiormente a vincere ma ha da fare i conti con il portiere Giovanelli sempre abile. La rete del 2 a 1 vincente arriva con un assolo splendido del chiavennasco Stricker a 2′ dall’ultima sirena.

 

RISULTATI 14a giornata

APPIANO – ALLEGHE 5-3 (2:1 1:2 2:0)

CALDARO – MILANO 4-3 (0:1 2:2 2:0)

MERANO – FIEMME 3-1 (0:0 2:0 1:1)

RITTNER BUAM – PERGINE 1-2 dtr (0:0 1:1 0:0 OT 0:0 SO 0:1)

COMO – VARESE 7-1 (1:0 3:0 3:1)

CHIAVENNA – ORA 2-1 (1:1 0:0 1:0)

Riposa il Feltre

 

CLASSIFICA: Fiemme, Appiano 33, Caldaro 32, Merano 27, Milano 26, Alleghe 24, Pergine 20, Ora 17, Rittner Buam, Como 11, Chiavenna 9, Varese 8, Feltre 1

Tags: