Le italiane mettono le mani sul campionato AHL

La quattordicesima giornata offre spunti interessanti per comprendere la condizione delle formazioni di testa del campionato AHL e ci offre risultati veramente interessanti uniti a conferme ed importanti novità. Vincono, tutte le formazioni italiane che con in testa Rittner Buam e Val Pusteria occupano, adesso, le prime posizioni della classifica.

Tra i risultati della serata spicca la vittoria dell’Asiago sulla pista ghiacciata del Podmežakla. Il risultato ha destato particolare stupore in quanto lo Jesenice, finora, aveva perduto solamente due volte. La sconfitta, casalinga, contro il Renon era avvenuta in modo “rocambolesco”: in quell’occasione la formazione allenata da Nik ZUPANCIC, era stata in testa fino a pochi minuti dal fischio della sirena ed i Buam avevano operato il sorpasso proprio sul filo di lana. Poi lo Jesenice era caduto a Brunico, all’Overtime, al termine di un match equilibratissimo che aveva visto gli sloveni sopravanzare la formazione brunicense per larghi tratti della gara. Questa volta, di contro, è stato l’Asiago a fare la gara. La formazione di Tom Barrasso ha messo sufficiente fieno in cascina già al termine del primo drittel, chiuso sul largo punteggio di 3 – 0 grazie alle reti di Andreas Lutz e Jose Magnabosco (in PP) e  di Anthony Nigro poco prima della sirena. Il risultato finale ha preso delle dimensioni meno punitive per la formazione di ZUPANCIC solo grazie a due goal realizzati negli ultimi trenta secondi di gara: un paio di sbavature della difesa giallo-rossa, avvenute però a risultato già ampiamente acquisito.

Negli alti match in programma, registriamo la superlativa vittoria del Cortina che, all’Olimpico, supera i giovani del Red Bull Salisburgo.

La secca vittoria dei Buam sul Lustenau, consente alla formazione di Riku LEHTONEN di allungare in classifica. La pista della Rheinhalle, lo sappiamo, non è facile per nessuno, eppure i “Ragazzi di Collalbo” hanno superato l’ostacolo con una disarmante facilità. Il primo goal di Jason Williams, siglato già dopo 30 secondi di gioco, ha condizionato pesantemente la gara. Il raddoppio di Dan Tudin arrivato dopo 3’48” ha definitivamente chiuso i giochi ed il goal di Alex Frei a due terzi della seconda frazione di gioco, ha posto il sigillo ad una prestazione super, incorniciata anche dal terzo shutout della stagione ottenuto dalla difesa capitanata da Patrick Killeen.

Allo squillo di tromba di Asiago e Rittner Buam, rispondono le campane della formazione di Brunico. Il Val Pusteria, infatti, maramaldeggia contro il Bregenzwald che esce largamente sconfitto (6-2) dalla gara casalinga contro i giallo-neri. Per la formazione di Mark Holick che conquista la seconda poltrona alle spalle dei Buam, vanno a segno Erlacher, Rabbit (due volte) Andergassen, Wiebe e Pritz.

Completano l’einplein italiano la bella vittoria del Vipiteno sullo Stadtwerke Kitzbühel, ed il largo successo del Fassa che sbatte al tappeto il KAC.

 

RISULTATI:

HDD SIJ Acroni Jesenice – Migross Supermercati Asiago 2-3

HC Egna/Neumarkt Riwega – FBI VEU Feldkirch 4 – 5

WSV Vipiteno/Sterzing Broncos Weihenstephan – EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 4 – 2

EHC Alge Elastic Lustenau – Rittner Buam 0 – 3

EC Bregenzerwald – HC Val Pusteria Lupi / Pustertal Wölfe 2 – 6

HC Fassa Falcons – KAC Klagenfurt jr 5 – 0

HC Gherdëina valgardena – EK Zeller Eisbären 4 – 3 (o-t)

Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro – RBJ, EC Red Bull Salzburg 4 – 1

CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA:

1 – Rittner Buam 42 punti (differenza reti + 38) 15 gare disputate

2- HC Val Pusteria Lupi / Pustertal Wölfe 35 punti (differenza reti + 27) – 14 gare disputate

3 – FBI VEU Feldkirch 34 punti (differenza reti + 22) – 16 gare disputate

4 – HDD SIJ Acroni Jesenice 33 punti (differenza reti +34) – 14 gare disputate

5 – EHC Alge Elastic Lustenau 31 punti (differenza reti + 26) – 14 gare disputate

6 – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 24 punti (differenza reti + 5) – 15 gare disputate

7 – RBJ, EC Red Bull Salzburg 21 punti (differenza reti +1) – 16 gare disputate

8 – HC Egna/Neumarkt Riwega 20 punti (differenza reti + 0) – 14 gare disputate

9 – EK Zeller Eisbären 19 punti (differenza reti – 9) – 14 gare disputate

10 – Migross Supermercati Asiago 17 punti (differenza reti -2) – 14 gare disputate

11 – WSV Vipiteno/Sterzing Broncos Weihenstephan 14 punti, (differenza reti -5) – 14 gare disputate.

12 – HC Gherdëina valgardena 13 punti (differenza reti -22) – 14 gare disputate

13- EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 12 punti (differenza reti -22) – 13 gare disputate

14 – HC Fassa Falcons 9 punti (differenza reti – 21) – 12 gare disputate.

15 – KAC Klagenfurt 2 – 8 punti (differenza reti -45) – 14 gare disputate

16 – EC Bregenzerwald 7 punti (differenza reti- 26) – 13 gare disputate

 

 

Tags: