LNA: tre in fuga

Al termine della due giorni di LNA si allarga la forbice in classifica tra le immediate inseguitrici e le prime tre della classe, inoltre, tra esse, nello scontro diretto il Berna espugna Zugo con un netto 3-0 che permette ai capitolini di staccare la compagine della Svizzera centrale. Tra le ticinesi, ancora male l’Ambrì, mentre il Lugano vive momenti altalenanti.

ambri-piotta_banner logoAd Ambrì era attesa una reazione dopo l’avvicendamento Scandella-Tsygourov nel ruolo di assistant coach. Nella gara contro lo Zurigo tutto è girato per il verso giusto fino al 33’: primo tempo chiuso a reti bianche e doppio vantaggio firmato da Cory Emmerton e Adam Hall in due situazioni di superiorità, la prima doppia, la seconda semplice. I guai dei leventinesi iniziano dal goal di Mike Künzle, il quale instilla nei biancoblù vecchie incertezze; con Jesse Zgraggen in panca puniti per gancio con bastone, i Lions pareggiano in power play con Patrick Thoresen. Il ribaltone ospite nasce da una ripartenza finalizzata da Patrick Geering a 11” dal secondo riposo.  In 6’ l’Ambrì dilapida quanto costruito in metà partita; in apertura di terzo tempo Severin Blindenbacher approfitta di un rebound di Sandro Zurchirken per costringere i padroni di casa ad alzare bandiera bianca.
Va peggio quarantott’ore più tardi a Davos, dove l’Ambrì resiste ai grigionesi solo 9’: vantaggio dei giallobù di Marc Wieser e pareggio di Matt D’Agostini a stretto giro di posta. Nei minuti successivi le penalità affossano i leventinesi: Enzo Corvi, Tuomo Ruutu e Samuel Walser portano il punteggio sul momentaneo 4-1. La serata negativa degli ospiti registra anche i 2+10 inflitti a Diego Kostner per una carica alla testa di un avversario. Adrian Trunz, in power play, accorcia le distanza,ristabilite in 18” da Robert Kousal. Nel terzo tempo Corvi e Jason Fuchs, in superiorità, completano il quadro dei marcatori.

lugano2016_bannerAlti e bassi per il Lugano che, tornato sul ghiaccio amico, s’impone 2-0 sul Losanna regalando a Merzlikins il primo shutout in campionato (leggi la cronaca). Di andamento opposto la trasferta a Berna: la sconfitta di misura è frutto della superiorità mostrata sul ghiaccio dagli Orsi, sebbene, nel primo tempo, i sottocenerini abbiano giocato buona parte della frazione di gioco in inferiorità e la fortuna non abbia assistito Linus Klasen che spizzica la traversa. Persi nel corso della partita Dario Bürgler e Ryan Wilson, i bianconeri si arroccano in difesa, mentre i capitolini pigiano sull’acceleratore ottenendo due goal in  14” con Andrew Ebbett e Thomas Ruefenacht. La reazione dei ticinesi si limita alla rete di Klasen e nulla più e il Berna può rafforzare la seconda posizione.

LNA

Seconda posto ottenuto dai campioni svizzeri in carica, grazie al successo per 3-0 con il quale i bernesi hanno espugnato la Bossard Arena di Zugo. Lasciati sfogare i Tori nel primo tempo, gli Orsi sferrano i colpi decisivi con le zampate di Marco Müller e Martin Plüss. Tramortito, lo Zugo non ha la forza per impensierire la formazione guidata da Kari Jalonen che realizza il terzo goal, a porta vuota, con Eric-Ray Blum.
Gli uomini capitanati da Josh Holden hanno modo di rifarsi contro il Friborgo: nonostante un primo tempo noioso, i Tori caricano nel secondo tempo con Lino Martschini, mentre, nel terzo tempo, con i burgundi inermi, risolvono la partita in 3’ con Sandro Zangger, Jarkko Immonen e lo stesso Martschini.
Il Friborgo si era presentato alla Saint-Léonard forte della vittoria ottenuta Kloten: il vantaggio di Yannick Rathgeb è annullato dai goal di Denis Hollenstein e Bobby Sanguinetti; gli ex aviatori guidano il match fino alla doppietta di Julien Sprunger maturata in 1’52” nel finale di secondo periodo. Il Top Scorer della Lega, Denis Hollenstein, impatta nel terzo tempo, i romandi sfiorano il nuovo vantaggio con Killian Mottet, fermato dal palo, ma lo trovano, ed è definitivo, con il neoacquisto Michal Birner.
Incassata la seconda sconfitta consecutiva, i zurighesi ritrovano il successo contro il Langnau. Le Tigri cedono il passo agli ospiti nel primo tempo subendo le reti di Daniele Grassi e James Sheppad. Il ritorno dei giallorossi è guidato da Pascal Berger e Evgeni Chiriaev, ma non è abbastanza, perché il Kloten blinda il punteggio, nel terzo tempo con Edson Herlacher e Drew Shore.
Il Langnau interrompe, così, la striscia positiva di due successi, l’ultimo dei quali conquistato contro il Biel il giorno precedente. Il velenoso contropiede di Pascal Berger apre le danze, 5’ più tardi Dave Sutter, da dietro la gabbia, sbaglia appoggio regalando il disco a Chris DiDomenico, il quale consente a Yannick Albrecht di raddoppiare. Nei minuti successivi Marc-Antoine Pouliot e Toni Rajala rimediano alle sviste precedenti. La penalità per troppi uomini sul ghiaccio costa ai seelander il goal in power play di Brendan Shinnimin.
I bernesi non trovano soluzione al momento difficile neanche contro lo Zurigo; i Lions si sbarazzano agevolmente degli avversari incanalando la partita sui binari del successo già nel primo tempo con Mattias Sjögren, Patrick Geering e Inti Pestoni. A cavallo delle ultime due frazioni Pius Suter contribuisce con una doppietta. Alla festa dello Zurigo non partecipa Gaëtan Haas che nega a Niklas Schlegel lo shutout. I tre punti ottenuti permettono ai Lions di mantenere il primo posto.
Il Ginevra, nell’unica partita del weekend, piega il Davos: i grigionesi a metà del primo tempo devono rinunciare a Chris Egli, sanzionato dagli arbitri con un 5+20 per una carica alla testa su Auguste Impose. Nonostante la lunga superiorità, i granata trovano il vantaggio in cinque contro cinque con Romain Loeffel. Chi non spreca power play è la banda di Arno Del Curto che pareggia a 7” dal primo intervallo con Tuomo Ruutu. Nella frazione centrale il botta e risposta tra Kevin Romy e Mauro Jörg porta il punteggio sul 2-2. A 9” dalla fine, al Davos viene contestato un cambio irregolare, Cody Almond vince il successivo ingaggio, il disco finisce a Loeffel che scocca il puck dalla media distanza, Nick Spaling mette la stecca sulla traiettoria deviandolo in gabbia. La marcatura, contestata dal clan gialloblù, è convalidata dagli arbitri dopo una lunga visione delle immagini.

pillole-lna-svizzera-640x320Il Lugano piange la scomparsa di Ivo Molina, fondatore e portiere sei bianconeri, padre di Alfio Molina, altro goalie che ha scritto la storia dei sottocenerini.
Infortuni
Frattura al dito di una mano per Martin Stettler, capitano del Langnau; Il difensore ne avrà per circa un mese. Indisponibile per 6-8 settimane anche il capitano del Biel Mathieu Tschantré.
Mercato
Il Friborgo ha trovato il sostituto di Pouliot: si tratta del ceco Birner, compagno di squadra di Roman Cervenka in Nazionale. I burgundi, in ottica della prossima stagione, hanno trovato l’accordo con l’attaccante del Biel Matthias Rossi. Il Berna mette sotto contratto Haas per tre anni a partire dalla stagione 2017/18.
Rinnovi
Il Biel prolunga i contratti di Toni Rajala, Robbie Earl e Mauro Dufner e Kevin Frey; rinnovo anche per Santeri Alatalo (Zugo) fino alla stagione 2018/19. Patrick Obrist vestirà la maglia del Kloten per altre due stagioni, il coach degli ex aviatori rimarrà alla guida della squadra fino al 2018. Andrey Bykov non si muoverà da Friborgo almeno fino al termine della stagione 2020/21.


Risultati LNA:

venerdì 11 novembre
Ginevra  – Davos    3-2
Lugano   – Losanna  2-0
Zugo     – Berna    0-3
Biel     – Langnau  2-3
Ambrì    – Zurigo   2-4
Kloten   – Friborgo 3-4

sabato 12 novembre
Davos    – Ambrì    6-3
Zurigo   – Biel     5-1
Berna    – Lugano   2-1
Langnau  – Kloten   2-4
Friborgo – Zugo     0-4

Classifica LNA (dopo 21 giornate)
1.Zurigo    43 punti*
2.Berna     42°
3.Zugo      40
4.Kloten    34°
5.Losanna   32°
6.Ginevra   31°
7.Davos     31
8.Lugano    30
9.Biel      26
10.Langnau  24
11.Friborgo 23°
12.Ambrì    19**
*=una partita in più
**= due partite in più
°=una partita in meno


Top Scorer LNA
#                Club   Punti (reti+assist)
1.D.Hollenstein (Kloten)  27     (15+12)
2.M.Arcobello   (Berna)   25     (13+12)
3.L.Klasen      (Lugano)  24     (8+16)
4.J.Sprunger    (Friborgo)22     (12+10)
5.T.Santala     (Kloten)  22     (8+14)

Top Goalies
#                  Club       Svs%  GAA
1.L.Flueler       (Zurigo)   92,5   1.95
2.L.Genoni        (Berna)    93,7   2.03
3.T.Stephan       (Zugo)     92,6   2.04
4.C.Huet          (Losanna)  91,3   2.36
5.R.Mayer         (Ginevra)  92,1   2.70

Tags: ,