Mondiali 1a Div. A: risale la Slovenia, attesa Italia

(Katowice) La Slovenia si aggiudica il derby alpino pomeridiano per 2-1, staccando, quale vincitrice del Mondiale in corso di svolgimento in Polonia, il pass per il prossimo Mondiale di Top Division in quel di Parigi e Colonia; sarà attesa sino al 17 Maggio invece per il Blue Team, matematicamente seconda del raggruppamento, ad attendere il proprio destino in qual caso non retrocedessero Germania o Francia nel proprio round robin nei Mondiali di Top Division che scatteranno a breve in Russia.

Austria-Slovenia 1-2 (1-1;0-1;0-0)
Reti: 5:49 K.Komarek (Schlacher); 10:58 R.Sabolic (Jeglic,Ticar); 27:29 K.Ograjensek (Music,Pretnar) PP.

2016_04_29 aust slo 055Dopo 5’ di assoluto nulla assoluto, l’Austria sfruttando l’uomo in più sul ghiaccio, passa con Komarek a finalizzare il primo assalto allo slot di Kroselj dopo un paio di ribattute; la Slovenia è grande assente sul ghiaccio nella prima metà del terzo, col Wunder Team a mancare il raddoppio sull’asse Petrik/Schiechl. Dopo un piccolo scambio di idee tra Kristler e Jeglic, la Slovenia trova la via della rete con Sabolic a bucare il sette dello spettatore non pagante sul ghiaccio Starkbaum; un paio di occasioni importanti per lo scatenato Komarek ben impegnano Kroselj, col terzo iniziale a proseguire sulle sparute occasioni di Hofer e Kuralt che, unito ad un avulso PP per i ragazzi di Zupancic (solo un paio di conclusioni da distanze siderali) scemano nella pochezza finale.

Terzo centrale che inizia con un paio di sussulti firmati Gregorc e Lembacher, prima che al 23′ Pallestrang si guadagna la doccia dopo un brutto intervento alla testa ai danni di Hebar che abbandona il ghiaccio. Nei 5’ di PP incredibilmente non accade nulla sino alla rete di Ogranjesek che deposita in rete il facile rebound concesso dalla retroguardia austriaca. L’Austria si mostra senza eccessiva foga in avanti con i soli Geier e Kristler a muovere le foglie davanti alla gabbia slovena; Starkbaum ferma la fuga di Sabolic che, invece di tentare la conclusione, cerca il wraparound senza successo. Con l’uomo in più la Slovenia non punge mentre nel finale Komarek e Ganhal mancano la rete del pareggio.

Nel terzo periodo l’Austria parte bene con Geier a scaldare i riflessi felini di Kroselj, preso a bersaglio dagli avanti biancorossi (Ropret e Music tra i più attivi); esce anche Kovacevic per infortunio con gli sloveni a gestire senza affondare il colpo nel derby alpino. Kuralt batte colpo davanti al poco operoso Starkbaum con sfida a volgere nel convulso finale senza troppi patemi per la Slovenia che, nemmeno nel penalty killing cede alle sfuriate dell’Austria (fuori il goalie a due minuti dalla fine): Geier manca di nulla la rete del pareggio con la Slovenia a tornare in Top Division quale vincitrice della Divisione A.
Mvp della sfida sono l’estremo sloveno Kroselj (26sv) col sempre presente Komarek miglior austriaco.