NOHL: Shutout e finale, Torre Pellice è Spartana

(Com. stampa HC Valpellice Spartans) – Ieri pomeriggio (ndr: domenica 20 marzo) alle 17,30 si è giocata la seconda semifinale del campionato NOHL, dopo Chiavenna Alcool e Milano Chiefs di sabato pomeriggio terminata con la vittoria del Chiavenna per 5 reti a 3, sono scesi sul ghiaccio della Valmora Arena Cotta Morandini anche Spartans Valpellice e Giugoma Torino.
Arbitri dell’incontro Luca ed Eleonora Frigo, entrambi nazionali azzurri, il primo di ritorno dalla Division 1 svedese, la seconda reduce dalla serie A femminile con i Torino Bulls.
Gli Spartans si presentano con la squadra quasi completa, mancano Pietro Canonico e Barbara Masoero, per la nazionale femminile stagione probabilmente finita dopo l’infortunio al ginocchio in allenamento. Tra i pali torna Sergio Mollea che nell’ultima partita aveva lasciato spazio al suo backup. Nonostante la panchina lunga, coach Orsina decide inizialmente di girare con solo 3 linee per alzare il ritmo di gara. Dall’altra parte i Giugoma arrivano a Torre Pellice a ranghi ridotti, complice il regolamento che non permette di scendere in campo a parecchie pedine per cui sono solo 12 gli uomini di movimento più i 2 portieri.
Primo tempo teso ma molto corretto, le due squadre creano ma non sono mai veramente pericolose, sembra quasi che entrambe abbiano paura di scoprirsi e subire il gioco dell’avversario. Il copione recita più o meno così Spartans a fare il gioco offensivo, Giugoma attenti in difesa abili a ripartite con veloci contropiedi, ma in entrambi i casi dove non arrivano i difensori arrivano i portieri entrambi sugli scudi. E così tutti a bere un the caldo negli spogliatoi con il parziale sullo 0-0.
Nel secondo tempo cambia la musica, dopo pochi minuti gli Spartans rimediano 2 minuti per troppi uomini in pista, complice un cambio errato, cosa sia successo non si sa ma sta di fatto che in 4vs5 i padroni di casa mettono dentro un 1-2 micidiale con Costabel e Pons che porta il parziale sul 2-0 nel giro di pochi secondi. Gli ospiti hanno subito il colpo e non riescono più a rendersi pericolosi. Passa poco e Frache sigla in controfuga solitaria il 3-0, piazzando il disco nel sette alle spalle di Franco. Ma non finisce qui perchè c’è spazio anche per Manavella, che realizza il suo primo goal stagionale dopo un’azione insistita davanti a porta, e per il capitano Cristian Giordan che porta il risultato sul 5-0. A questo punto Orsina mischia le carte e butta nella mischia anche Iemmi in prima linea al posto di Rivoira e Delleani in seconda al posto di Manavella. Fioccano ancora un po di occasioni per dilagare ma fino all’intervallo non cambia più niente. 5-0 e tutti negli spogliatoio per tirare il fiato.
Nel terzo tempo, Orsina cambia ancora le carte in tavola e decide di girare direttamente a 4 linee, dando parecchio spazio alla quarta linea. Dall’altra parte invece si cambia portiere fuori Franco e dentro Lisci. La musica non cambia gli Spartans chiudono la partita portandosi sull’8-0 con le reti di Orsina, Frigo e Giordan. Poi a salire sul palco è Mollea che chiude la saracinesca e porta a casa il primo meritato shutout che corona una prestazione ottima tra i pali.
Da segnalare l’ottima conduzione di gara dei fratelli Frigo, non hanno faticato a tenere sotto controllo un match tranquillo.
Finita la partita clima di grande festa e amicizia tra le due squadre che si sono fermate a lungo sul ghiaccio e negli spogliatoi a festeggiare in perfetto stile NOHL, dopo una partita molto divertente e corretta. A passare il turno sono dunque gli Spartans Valpellice che dovranno affrontare i Chiavenna Alcool in casa il 3 aprile , in orario ancora da stabilire. Onore invece ai Giugoma reduci da un ottimo campionato, usciti dal campo a testa alta nonostante il risultato subito.

Tags: