Al Barile di Praga Mummie sconfitte

di Marco Depaoli e Andrea Valla

PRAGA – Inverno mite anche in Repubblica Ceca ad accogliere la seconda parte dell’edizione 2015/16 del Torneo del Barile, manifestazione amatoriale a livello sempre più internazionale e appuntamento ormai fisso delle Mummies di Bologna. La formazione militante nella Goofies Hockey League italiana giunge a Praga supportata da innesti milanesi, della Val di Fiemme ma anche di vecchi amici locali e dalla Germania. Nuova la maglia “celebrativa” bianca e azzurra per onorare la quinta partecipazione consecutiva.
Le Mummies puntavano a migliorare il settimo posto dell’anno scorso, risultato migliore di sempre, ma il livello delle avversarie è stato più alto del solito.
Domani gli italiani giocheranno i play-out contro la selezione locale degli Eiabären per puntare al nono posto. L’altra gara sarà tra i russi dell’OJ San Pietroburgo contro gli inglesi del Brarford Sabres.
Per il successo finale, tutti a caccia dei favoriti russi anche questa volta dopo che, in quasi tutte le edizioni di questi 12 anni di sfide sportive ed etiliche, le formazioni della Russia hanno fatto man bassa di successi (sportivi ed etilici), ivi compreso il torneo di novembre vinto dal Bauer Vapor1x. In lizza per la vittoria finale anche britannici, norvegesi e slovacchi.

Panthers Povazska Bystrica (Svk) – Mummies Bologna 4-0 (0-0, 3-0, 1-0)
Sorteggio crudele per le Mummie di Bologna subito impegnate alla gara d’esordio alle 8 di mattina, in un torneo dove skill principale per i giocatori è saper recuperare dalla lunga notte praghese.
Nel girone preliminare, oltre ai felsinei, gli slovacchi di Bystrica e una delle temibili formazioni russe, nello specifico l’Olymp.
Contro le pantere slovacche di Bystrica gli emiliani vengono scardinati da tre reti incassate nel drittel centrale.
Dopo un avvio di partita equilibrato la prima grossa occasione è per le Mummie che al 2’30 colpiscono la traversa con Sturaro ben servito da Bonelli. Gli slovacchi poi prendono in mano le redini del gioco impegnando Vallieri in più di un’occasione ma il goalie italiano è bravo a disimpegnarsi con efficacia, le Mummie si difendono con ordine e la prima frazione termina così senza reti. Nella seconda frazione alle Pantere slovacche basta poco più di un minuto per passare in vantaggio con un tiro da distanza ravvicinata. Le Mummie faticano a reagire e all’ottavo minuto, al termine di un’azione manovrata, gli slovacchi si portano sul 2 a 0. La squadra italiana accusa il colpo e gli slovacchi al termine di una manovra corale siglano la terza rete con cui si chiude il secondo periodo. La terza frazione vede la squadra italiana provare in ogni modo a riaprire il match ma gli avversari tengono saldamente il controllo dell’incontro e prima della fine arrotondano il punteggio con la rete del 4 a 0 con cui termina la partita.

Nel primo tempo abbiamo giocato bene – ha commentato il trentino Simone Bonelli – sfiorando il vantaggio con la traversa, nel secondo abbiamo avuto un calo inaspettato che ha condizionato la partita. Poi ci abbiamo provato per tutto il terzo tempo ma il gol non è arrivato.
Il punteggio di 4-0 è troppo pesante rispetto alla nostra prestazione.

IMG_3001

Le Mummie di Bologna in un attimo di respiro

 Mummies Bologna – Olymp Ekaterimburg (Rus) 3-9 (1-3, 1-3, 1-3)
I russi degli Urali si riscattano della sconfitta iniziale contro gli slovacchi ma non accedono comunque al girone di finale.
L’Olymp ingrana subito il turbo e supera il goalie bolognese già dopo 7 secondi. La reazione delle Mummie però è immediata riprendendosi il pareggio dopo due minuti con un’azione finalizzata da Fabio Villa. La squadra degli Urali riparte a testa bassa e al sesto minuto ritrova il vantaggio.
Il primo periodo va al capolinea sui binari dell’equilibrio ma proprio sul suono della sirena arriva il terzo gol della squadra russa.
Servono due minuti dall’avvio della terza frazione perché l’Olymp torni in gol. I gialloverdi segnano il 5-1 al 7° minuto in powerplay, la sesta marcatura al 12°. La “zona Cesarini” questa volta sorride alle Mummie che raddoppiano con un altro milanese, Formica.
Stesso parziale anche nell’ultima frazione con i gol russi al 3°, 4° e 8° minuto, spesso in contropiede. Verso la fine il Bologna segna ancora per mano di Monari in un’azione dove il disco sembrava impazzire.

IMG_3001

Fasi di Mummies – Olymp

Risultati

Girone A
Panthers (Svk) – Mummies BO 0-4
Panthers (Svk) – Olymp (Rus) 2-0
Mummies BO – Olymp (Rus) 3-9
Classifica: Panthers Povazska Bystica 4, Olymp 2, Mummies 0

Girone B
Rodina (Rus) – Flying Seals (Svk) 10-0
Rodina (Rus) – Brarford Sabres (Ing) 8-0
Flying Seals (Svk) – Brarford Sabres (Ing) 7-1
Classifica: Rodina 4, Seals 2, Brarford 0

Girone C
Solihull Spartans (Ing) – Arsenal (Ukr) 3-2
Solihull Spartans (Ing) – Eiabären Prag (Cec) 6-2
Arsenal (Ukr) – Eiabären Prag (Cec) 5-2
Classifica: Solihull 4, Arsenal 2, Eiabären 0

Girone D
CJ (Rus) – ZZSHMP (Cec) 4-6
CJ (Rus) – Varteig Beers (Nor) 2-4
ZZSHMP (Cec) – Varteig Beers (Nor) 3-6
Classifica: Varteig 4, ZZSHMP 2, CJ 0 

Seconda fase

Semifinali 1°-4° posto
ore 10.55 Panthers Povazska Bystica (Svk) – Varteig Beers (Nor)
ore 11.10 Rodina (Rus) – Solihull Spartans (Ing)

Semifinali 5°-8° posto
ore 09.50 Arsenal (Ukr) – ZZSHMP (Cec)
ore 10.05 Olymp (Rus) – Flying Seals (Svk)

Semifinali 9°-12° posto
ore 08.45 Brarford Sabres (Ing) – CJ San Pietroburgo (Rus)
ore 09.00 Mummies Bologna (Ita)-Eiabären Prag (Cec)

MUMMIES BOLOGNA
Hermann Vallieri (portiere), Riccardo D’Alpaos “C”, Gabriele Monari, Matteo Giambitto, Christian Formica, Fabio Villa, Otto Everss, Simone Bonelli, Nicola Sturaro, Roberto Giacomuzzi, Jörg Pasternack, René Seidel, Milan Kalhony, Petr Vrsansky, Simon Vrsansky.

-> Così l’anno scorso
-> Edizione 2014
-> Edizione 2013
-> Sito ufficiale